Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Il Ministro Alfano "condannato" per risarcimento danni per un incidente occorso ad un agente penitenziario

Polizia Penitenziaria - Il Ministro Alfano


Notizia del 20/05/2011 - TREVISO
Letto (3718 volte)
 Stampa questo articolo


L'altra mattina il giudice di pace Maurizio Redeghieri ha condannato il ministro Angelino Alfano, in qualità di titolare del dicastero di Grazia e Giustizia, a rifondere le spese legali di 1.500 euro a una nota compagnia assicuratrice.

Tutto è iniziato con un incidente stradale, un tamponamento, di cui è rimasto vittima un agente di polizia penitenziaria di Treviso. Il danno al veicolo è di 200 euro e l'uomo presenta un certificato medico di 36 giorni per il classico colpo di frusta. In base a tale documentazione, la compagnia assicuratrice del tamponante rifonde 3 mila euro.

Il caso sembra chiuso. In realtà l'agente prolunga la sua malattia, portandola a 89 giorni. Lo Stato paga i giorni di assenza ulteriori e poi chiede alla compagnia di rifondere un maggiore importo, legato appunto al prolungarsi dell'assenza.

La società rifiuta: i certificati, sottolinea, non stabiliscono un collegamento tra il tamponamento e l'ulteriore malattia.

Scatta l'atto di citazione: l'Avvocatura di Stato trascina l'assicurazione in tribunale. La causa arriva sul tavolo del giudice di pace Maurizio Redeghieri. Che, dopo aver esaminato tutto il materiale presentato dalle parti, dà ragione alla compagnia.

La domanda del ministero - scrive il giudice nelle motivazioni della sentenza - è temeraria. Tre mesi di malattia a fronte di un danno materiale di soli 200 euro sembrano decisamente troppi. Le spese legali - 1.500 euro - vengono fissate pertanto a carico del soccombente, vale a dire l'Avvocatura dello Stato e quindi il ministero di Giustizia. E poiché a capo del dicastero c'è Angelino Alfano, è lui ad essere indicato nella sentenza come obbligato al pagamento.

tribunatreviso.gelocal.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE VENETO
Statistiche carceri Regione Veneto







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria: accorpamento nella Polizia di Stato o nei Carabinieri?

2 Polizia Penitenziaria: accorpamento non si farà, ecco perchè

3 Il boss e il pentito si incrociano in aereo: la Polizia Penitenziaria evita alo scontro fisico tra i due

4 Ancora due Agenti penitenziari aggrediti da detenuto nel carcere di Rebibbia

5 Riforma ordinamento penitenziaria: anche l''Associazione Nazionale Funzionari del Trattamento contro i progetti del Governo

6 Comunicato DAP: la solidarietà a Luca Traini in carcere è una notizia priva di fondamento

7 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

8 Mauro Palma garante dei detenuti: approvate la riforma Orlando così com''è, senza accogliere le indicazioni della Direzione Antimafia

9 Il carcere è troppo duro per Michele Zagaria: il suo avvocato dice che il 41-bis lo deprime

10 Droga nelle parti intime per il compagno detenuto: scoperta ed arrestata dalla polizia


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il nuovo ruolo degli Ispettori con carriera a sviluppo direttivo

2 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

3 Il piano del Governo per svuotare le carceri: benefici anche per reati gravi e senza il parere della Direzione Nazionale Antimafia

4 Ma chi siamo?

5 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo

6 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

7 Nuova circolare Dap per uso dei social: regole deontologiche, immagine e decoro. (o nascondere degrado, incuria e abbandono?)

8 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

9 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

10 Il Castello è una macchina che funziona alla perfezione: se non fosse per quei granelli di sabbia