Marzo 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2017  
  Archivio riviste    
Il Presidente Mattarella in visita nel savonese: il Sappe richiama l''attenzione sulla chiusura del carcere di Savona

Polizia Penitenziaria - Il Presidente Mattarella in visita nel savonese: il Sappe richiama l''attenzione sulla chiusura del carcere di Savona


Notizia del 22/09/2016 - SAVONA
Letto (754 volte)
 Stampa questo articolo


Carcere di Sant’Agostino chiuso. Torna a farsi sentire il Sappe, il sindacato autonomo della Polizia Penitenziaria. E lo fa con il segretario regionale Michele Lorenzo che prende spunto dalla visita di domenica a Stella del presidente della Repubblica Mattarella, per richiamare l’attenzione sulla questione carcere a Savona e sostenere che con la chiusura della struttura di Sant'Agostino è stato violato l’articolo 27 della Costituzione.

«Chiudere un carcere - spiega - vuol dire interrompere ogni attività finalizzata alla rieducazione del reo, vuol dire vanificare la territorialità della pena per ristretti e familiari (costretti a girovagare la Regione e l’Italia per andare a colloquio con i congiunti detenuti), vuol dire avere deportato il personale di Polizia Penitenziaria – che per buona parte lavorava e ha famiglia a Savona – in altre sedi. Spero e mi auguro che la presenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella, garante della Costituzione, possa essere da sprone alle autorità cittadine perché si sveglino dal torpore che riguarda questo argomento e si diano da fare per trovare un’area dove costruire un nuovo carcere a Savona».

E prosegue: «Chiudere il carcere S. Agostino di Savona è stato un grave errore, che ha scontentato tutti – poliziotti, detenuti, familiari – e penalizzato il territorio savonese. Avrebbe avuto un senso farlo se e quando fosse disponibile una nuova struttura detentiva, di almeno 300 posti letto. Ma chiuderlo così, dall’oggi al domani, è stato un grave errore».

Interviene anche Donato Capece, segretario generale del Sappe: «Non si può promettere più sicurezza e poi chiudere presidi di legalità come le carceri. Altro che territorialità della pena: così facendo si sono trasferiti i detenuti un po’ in tutta la Regione ed in tutta Italia con gravi disagi anche per i familiari dei ristretti stessi, che devono macinare chilometri per raggiungere e fare visita ai proprio cari. E non si devono dimenticare i disagi agli agenti di Polizia Penitenziaria. Non si poteva attendere di vedere realizzato un nuovo carcere sul territorio prima di chiudere il S. Agostino?».

Il leader nazionale del Sappe ricorda la proposta fatta dal sindacato per un nuovo uso della struttura S. Agostino: «Destiniamolo a casa di arresto o presidio per l’esecuzione penale esterna, per coloro cioè che scontano una pena sul territorio senza però essere fisicamente detenuti in una struttura». 

lastampa.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE LIGURIA
Statistiche carceri Regione Liguria







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Concorso per 540 allievi di Polizia Penitenziaria: domanda entro l’8 maggio

2 Gli Agenti penitenziari assolti dal caso Cucchi citano in giudizio tre Ministeri: Giustizia, Difesa e Interno

3 Fuorni. Bomba in carcere, si indaga. Oggi la protesta dei Poliziotti Penitenziari

4 Travolta e uccisa una ciclista: Poliziotto penitenziario indagato per omicidio stradale

5 Intimidazioni alla Polizia Penitenziaria: forate le ruote delle auto del Corpo a Cagliari

6 Torino, agente penitenziario si porta a casa il rame dei condizionatori

7 Igor il russo, l''ex compagno di cella: E'' diventato Ezechiele dopo la conversione

8 Prato, agente di Polizia Penitenziaria insegue scippatore e lo fa arrestare

9 Arrestato di nuovo boss Concetto Bonaccorsi: era evaso da permesso premio dal carcere di Secondigliano

10 Palermo, i familiari di Francesca Morvillo lasciano la fondazione Giovanni Falcone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Servizio di polizia stradale: la penitenziaria è la più temuta tra le forze dell''ordine!

2 Ecco le nuove insegne di qualifica dopo il riordino delle carriere

3 Un anno fa ci lasciava Nicola Caserta

4 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

5 Riordino delle carriere: buono l’esito delle consultazioni dei sindacati e dei Co.Ce.r. presso le commissioni parlamentari

6 Francesco Di Cataldo: in memoria del Maresciallo Maggiore degli Agenti di Custodia ucciso dalle BR a Milano il 20 aprile 1978

7 Riordino: una proposta per le nuove insegne di qualifica della Polizia Penitenziaria

8 Riordino delle carriere. Analisi della situazione dei Sovrintendenti

9 Riordino delle carriere: arriva l’ok anche del Consiglio di Stato

10 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946