Novembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2017  
  Archivio riviste    
Il primario del pronto soccorso di Trento querelato dal Sappe: ha accusato di maltrattamenti i Poliziotti penitenziari

Polizia Penitenziaria - Il primario del pronto soccorso di Trento querelato dal Sappe: ha accusato di maltrattamenti i Poliziotti penitenziari


Notizia del 05/05/2016 - TRENTO
Letto (2266 volte)
 Stampa questo articolo


I Sindacati della Polizia Penitenziaria hanno presentato una querela in procura contro le parole dette dal primario del pronto soccorso in commissione. Il verbale della prima commissione del consiglio provinciale diventa parte integrante di un esposto firmato da una rappresentanza degli agenti della Polizia Penitenziaria in servizio al carcere di Spini.

Verbale che "racconta" la seduta durante la quale è stato ascoltato il dottor Claudio Ramponi che, oltre a dirigere il pronto soccorso del Santa Chiara, è responsabile dell’assistenza sanitaria in carcere. In quel contesto, rispondendo a delle domande avrebbe rilevato (così si legge) l’esistenza di "problemi relazionali fra detenuti e agenti da cui sono maltrattati, ma anche faide tra detenuti". Una frase che ha gelato il sangue di molti agenti che lavorano a Spini e che ha spinto i rappresentanti sindacali a cercare di capire come sono andate le cose.

"Vogliamo che emerga la verità - spiega Massimiliano Rosa segretario provinciale del Sappe - perché le parole del dottore sono molto pesanti. Le accuse che muove oltre che essere offensive e diffamatorie della nostra professione, sono del tutto prive di fondamento e calunniose". Parla di sdegno il segretario del Sinappe, Andrea Mazzarese. "Sono - scrive in un comunicato - racconti fantasiosi, che danno in pasto all’opinione pubblica la visione totalmente distorta di onesti poliziotti trasformati in carnefici che invece proprio nel corso dell’ultimo anno hanno subito in più circostanze veramente molte aggressioni verbali e fisiche. Colleghi presi a sputi, a morsi o a pugni che sono dovuti ricorrere alle cure del pronto soccorso, sempre regolarmente denunciate in procura. Non ci risultano invece denunce da parte dei detenuti".

Questa la situazione che ora è diventata anche un esposto "trasversale" presentato ieri mattina in procura e che, spiega Rosa, "serve per fare chiarezza su quanto detto e su quanto invece succede all’interno della struttura di Spini". Rosa che ha anche scritto al provveditore dell’amministrazione penitenziaria al quale viene chiesto di valutare l’opportunità - vista la situazione che si è creata - della presenza del dottore all’interno del carcere.

"Puntare il dito - prosegue Rosa nel suo comunicato - contro operatori che lavorano 24 ore su 24 nelle sezioni detentive, a costante contatto con persone private della propria libertà personale e con tutte le loro problematiche, personali, cliniche e psicologiche è davvero di cattivo gusto e diffamatorio". "Ricordo - sottolinea Mazzarese - che da 6 mesi i detenuti sono passati dai 240 previsti

a 350 con enorme difficoltà di gestione. La direzione, i poliziotti penitenziari e tutti i civili che lavorano a vario titolo in istituto hanno fatto e fanno ancor oggi l’impossibile per ovviare a questi problemi, e a loro va riconosciuto questo sacrificio".

STATISTICHE CARCERI REGIONE TRENTINO-ALTO ADIGE
Statistiche carceri Regione Trentino-Alto Adige







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Incidente stradale a Sassari, muore Agente di Polizia Penitenziaria in servizio nel carcere di Bancali

2 Detenuto infilza due Poliziotti penitenziari con un tubo divelto dal bagno: colpiti alla schiena e al braccio

3 Il video di Michele Zagaria in carcere al 41-bis registrato durante il colloquio con le donne arrestate oggi

4 Collaboratore di giustizia rivela: in carcere ho scalato la gerarchia della ''ndrangheta e sono diventato padrino

5 Pasquale Zagaria durante i colloqui in carcere: figli minorenni per veicolare i messaggi da inviare al clan dei Casalesi

6 Riforma Madia, drastico taglio del personale di Polizia Penitenziaria in Lombardia

7 Trovati due telefoni cellulari nel carcere di Milano Bollate

8 Detenuti o in misura alternativa al lavoro nei Tribunali. Sappe: non sarebbe meglio impiegarli in altri lavori?

9 Arrestata la moglie di Salvino Madonia: teneva i contatti con i 41-bis per riorganizzare cosa nostra

10 Scuola superiore dell''amministrazione penitenziaria di Roma intitolata alla memoria di Piersanti Mattarella


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Assistente Capo della Polizia Penitenziaria si è suicidato con la pistola d''ordinanza nel carcere di Tolmezzo

2 L''unica speranza del Corpo: l''unificazione con la Polizia di Stato

3 Finalmente il DAP ammette la propria inettitudine. " ... siamo sterili, fini a noi stessi e senza obiettivi.”

4 DIA e NIC della Polizia Penitenziaria smantellano struttura del casalesi utilizzata per recapitare lo stipendio ai detenuti

5 In corso operazione del NIC della Polizia Penitenziaria: arrestate le mogli dei fratelli del capoclan dei Casalesi Michele Zagaria

6 Istituire un Dipartimento Esecuzione Penale e, se serve, diventare Polizia di Stato

7 Polizia Penitenziaria arresta islamico in carcere il giorno della sua scarcerazione: algerino istigava altri detenuti al jihad nel penitenziario di Nuoro

8 Ho visto cose che voi umani …

9 L’isola di Pianosa: detenuti nel mare protetto

10 Decreto Legislativo n.81/2008: Priorità all''ordine e alla disciplina ma senza tralasciare la sicurezza del posto di lavoro