Aprile 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Aprile 2018  
  Archivio riviste    
Il Sappe solllecita il Governo per la nomina del nuovo Capo DAP

Polizia Penitenziaria - Il Sappe solllecita il Governo per la nomina del nuovo Capo DAP


Notizia del 14/08/2014 - ROMA
Letto (1855 volte)
 Stampa questo articolo


"La nomina del Capo del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria slitta probabilmente al Consiglio dei Ministri di fine agosto ma i problemi penitenziari permangono, come conferma il suicidio di un detenuto ieri a Trieste.

Mi auguro che il Ministro della Giustizia Orlando scelga per la guida del Dap una persona concreta e realista, che si renda conto come non possa essere la vigilanza dinamica la soluzione all'invivibilità della vita nelle celle (e quindi al miglioramento delle condizioni di lavoro delle donne e degli uomini della Polizia Penitenziaria) ma si debba lavorare per introdurre l'obbligatorietà del lavoro dei reclusi".

È quanto dichiara Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe, il primo e più rappresentativo dei Baschi Azzurri.

Capece sottolinea che "i quasi 10mila detenuti in meno in un anno (erano 64.873 il 31 luglio 2013, sono ora 54.414) sono indubbiamente il frutto delle molte leggi chiamate "svuota carceri" entrate in vigore negli ultimi anni. Ma il merito per essere riusciti a distribuire i detenuti d'Italia in modo da allocarli nelle camere detentive, con almeno tre metri quadrati di spazio vivibile per ciascuna persona detenuta, va attribuito solo alle donne a agli uomini della Polizia Penitenziaria che, negli ultimi mesi, sono stati chiamati dal Dap a sopperire alle gravi lacune di capacità gestionali dei nostri Dirigenti dell'amministrazione penitenziaria.

In tutti questi anni il Dap non è stato in grado di mettere in piedi un sistema informativo che consentisse di avere l'esatto monitoraggio di ogni singola cella degli Istituti penitenziari della Repubblica. Né la Direzione Generale dei detenuti e trattamento, né la Sala Situazioni, né l'Ufficio per lo sviluppo e la gestione del Sistema informativo automatizzato, avevano fino ad ora chiara la situazione di quante e quali fossero le camere detentive a disposizione dell'Amministrazione penitenziaria. La responsabilità di questa grave lacuna di informazione e gestione, va ascritta principalmente a tutti i Capi del Dap che si sono succeduti, soprattutto agli ultimi a cui, come Sappe, abbiamo sempre richiesto e sollecitato di intervenire nei settori delle Comunicazioni e delle tecnologie dell'informatica. Ed è quel che chiederemo anche al nuovo Capo Dipartimento che il Ministro della Giustizia Orlando vorrà nominare".

Capece torna a sollecitare riforme strutturali per il sistema penitenziario del Paese e sottolinea che "se si rimuovessero gli "sbarramenti" che impediscono l'accesso alle misure alternative al carcere e si incentivassero gli interventi per il reinserimento sociale; se si usasse sempre come "extrema ratio" la custodia cautelare (visto che quasi metà della popolazione penitenziaria è costituito da persone in attesa di giudizio); se si procedesse a "bonificare" l'ordinamento penitenziario dagli automatismi preclusivi e si desse maggiore margine di manovra alla magistratura di sorveglianza, le presenze stabili di detenuti all'interno delle carceri potrebbero scendere dalle 5mila alle 10mila unità nel giro di un anno.

E si avrebbe un calo del flusso annuale di detenuti stimabile tra le 15mila e le 20mila unità, con un consistente aumento delle misure alternative alla detenzione in oltre 10mila casi in un anno. O prevedendo l'espulsione per gli stranieri detenuti in Italia che devono scontare meno di tre anni di carcere. Queste sono le vere riforme strutturali sull'esecuzione della pena che servono: lavoro in carcere per i detenuti, espulsioni degli stranieri, detenzione in comunità per i tossicodipendenti ed alcoldipendenti che hanno commesso reato in relazione al loro stato di dipendenza".

ANSA

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Nuovi sconti per gli appartenenti alle Forze Armate e agli operatori della Giustizia L''iniziativa rivolta a 500 mila persone consente di risparmiare fino a tremila euro l''anno

2 Sospeso lo stipendio a Sissy Trovato. La rabbia del padre: Le istituzioni l’hanno lasciata sola

3 Stipendi comparto Difesa e Forze dell''Ordine, arretrati a maggio, ecco le cifre

4 Forze Armate e di Polizia: ecco cosa prevede il contratto di Governo Lega-M5S

5 Riforma Carceri: Orlando getta la spugna

6 Detenuto scatenato a Santa Bona: feriti cinque agenti di Polizia Penitenziaria

7 I Carabinieri Nas alla Dozza. Mensa della penitenziaria nel mirino

8 Altra incredibile follia della Amministrazione: camorrista ergastolano in cattedra alla scuola di Polizia Penitenziaria di Cairo.

9 Direttore del Carcere di Bergamo Porcino va in pensione:I miei 40 anni con i detenuti

10 Alfonso Sabella: Ho pensato al suicidio. Condannato a morte dallo Stato


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Rocco D''Amato, ucciso nella Casa Circondariale di Bologna da un detenuto il 13 maggio 1983

2 Fermate il mal di vivere dei poliziotti penitenziari!

3 La festa per ricordare che cos’era la Festa del Corpo. Santa Rita della Rosa nel Pugno al posto di San Basilide?

4 Ma la mobilità dei direttori quando la fanno?

5 Poliziotto penitenziario condannato a tre anni di reclusione per stalking: minacciava un collega, la moglie e i figli

6 La perquisizione straordinaria

7 Operazione Nucleo Cinofili a Regina Coeli: rinvenimento droga e arresto

8 Il Ministro Orlando dice che la situazione delle carceri è sotto controllo. Non ha dati aggiornati o non vuole spaventare gli italiani?

9 Sorveglianza dinamica …. quando al Dap si rifanno il maquillage senza trucco e parrucco

10 Sindacalismo e Agenti di Custodia. Un’occasione per conoscere la nostra storia (*)