Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Il terrorista Salah va trasferito in Francia: massima sicurezza e segretezza per la traduzione

Polizia Penitenziaria - Il terrorista Salah va trasferito in Francia: massima sicurezza e segretezza per la traduzione


Notizia del 04/04/2016 - ESTERO
Letto (816 volte)
 Stampa questo articolo


Adesso che il Belgio ha detto di sì all'estradizione in Francia, comincia il difficile. Salah Abdeslam, unico jihadista delle stragi di Parigi ancora in vita, torna sul luogo dei delitti. Dovrà percorrere 300 chilometri, comparire davanti alla giustizia ed essere poi blindato in un carcere di massima sicurezza, in isolamento.

Gli interrogativi su questo trasferimento ad altissimo rischio cominciano a rincorrersi. Il viaggio avverrà nei prossimi 10 giorni, secondo quanto annunciato dal ministero della Giustizia, che sta già organizzando in ogni particolare la delicatissima operazione. Da Bruges, dove è in carcere, il terrorista dovrà raggiungere palazzo di Giustizia a Parigi, quindi una prigione di massima sicurezza non lontano dalla capitale.

Si parla di Nanterre e di Fleury-Merogis. La data e l'ora del trasferimento del detenuto più sorvegliato d'Europa, nonché il mezzo di trasporto che sarà utilizzato, sono segreti e tali rimarranno fino all'ultimo istante. Ogni rischio di evasione, o di attacco da parte di possibili complici sul percorso da Bruges a Parigi dovrà essere ipotizzato ed evitato. A sorvegliare l'operazione saranno le teste di cuoio del RAID e del GIGN. I dirigenti di questi reparti avrebbero già dato parere sfavorevole a un viaggio in furgone blindato, considerando troppo lungo il percorso stradale di oltre 300 chilometri. Aereo o elicottero sono i mezzi che probabilmente saranno preferiti, in quanto consentono di limitare al massimo i rischi di attacco o di evasione.

Resterebbe da "bonificare" da ogni eventuale rischio di agguato la ventina di chilometri che separano il carcere dove si trova Salah dall'aeroporto di Bruges. La base aerea militare di Villacoublay, vicino a Versailles, sarebbe ideale per evitare ogni rischio all'arrivo a destinazione. Resta poi da individuare il carcere che ospiterà Salah Abdeslam.

La scelta è fra quelli di massima sicurezza che offrono celle in settori isolati dagli altri detenuti. Da escludere le prigioni con forte presenza di terroristi islamici, per evitare qualsiasi impatto emotivo dell'arrivo dell'ingombrante ospite sulla popolazione carceraria presente.

Ansa

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Forze Armate: NoiPA è diventato un problema?

5 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

6 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

7 NoiPa: Forze Armate in rivolta. E spunta una petizione on line

8 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

9 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

10 M5S chiede intervento Ministro Giustizia: Parlamentari raccolgono allarme agenti Polizia Penitenziaria


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Quanto il temporeggiatore arretra ...

3 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

4 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

5 La lingua segreta dei tatuaggi sulla persona detenuta

6 L’indennità per la “presenza esterna”: a chi si e a chi no

7 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

8 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

9 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”

10 Esecuzione penale:come comportarsi quando si opera nei confronti di un minore