Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Impressioni positive del Ministro dalla visita a Poggioreale: Alfonso Papa "affermazioni disgustose"

Polizia Penitenziaria - Impressioni positive del Ministro dalla visita a Poggioreale: Alfonso Papa


Notizia del 23/07/2012 - NAPOLI
Letto (2148 volte)
 Stampa questo articolo


PAOLA SEVERINO
Quello che si trascina il carcere napoletano di Poggioreale "e' un mito da correggere nell'immaginario collettivo". Cosi' il ministro della Giustizia Paola Severino, che ha visitato questa mattina la struttura penitenziaria di Napoli e che ai cronisti ha ricordato le impressioni raccolte in occasione della sua ultima visita risalente alla fine degli anni '90. "Ero avvocato penalista e l'impressione che ebbi visitando Poggioreale fu di angoscia. Ricordo il sovraffollamento e il raccapricciante vociare dei detenuti ammassati nell'unico cortile nel quale tutti trascorrevano la cosiddetta ora d'aria".
 
Oggi il ministro ha trovato un carcere nel quale "la ristrutturazione di alcune aree e di molti padiglioni e' completa. Anche la divisione dei cortili a disposizione dei detenuti e' un'idea importante, cosi' come la cura e la pulizia". Severino, contrariamente a quanto programmato, ha voluto visitare anche i padiglioni 'Napoli' e 'Roma', quelli "indicati come gironi infernali" riconoscendo "una situazione di difficolta' manutentiva e di profondo disagio, anche se le celle sono ariose e pulite. Credevo di trovare una situazione peggiore".
 
"Vorrei che venisse testimoniato - ha aggiunto - l'impegno profuso nonostante i pochi mezzi a disposizione". Il ministro ha promesso di lavorare sulla possibilita' che "gli incontri dei detenuti con le proprie famiglie non siano un momento di disperazione" riportando quanto le ha riferito un detenuto: "I primi denari saranno spesi affinche' i bambini che entrano in carcere non abbiano la percezione delle sbarre, a volte basta un po' di colore sui muri e qualche giocattolo".
 
ALFONSO PAPA
 
"Sono profondamente e dolorosamente disgustato dalle parole della Ministra, che forse ha giudicato lo stato del carcere partenopeo prendendo come pietra di paragone un lager nazista". E' quanto afferma, in una nota, il deputato del Pdl Alfonso Papa, che nella casa circondariale partenopea ha trascorso 101 giorni da detenuto e che si è recato in visita ispettiva lo scorso 20 luglio. "A Poggioreale il sovraffollamento è esplosivo - evidenzia Papa - parliamo di 2600 detenuti dove potrebbero starne 1350.
 
Nel corso dell'ultima visita insieme al collega Renato Farina ci siamo intrattenuti a parlare con diversi detenuti - continua il deputato - i quali, nonostante la presenza della Polizia Penitenziaria, hanno denunciato le condizioni detentive inumane e gli abusi all'ordine del giorno". "E' un carcere dove le ore d'aria al giorno sono soltanto due, la metà di quanto è di solito previsto negli istituti penitenziari.
 
Ci sono celle dove i detenuti di notte fanno i turni per raccogliere l'acqua che esce dalle condutture. I bagni si trovano nello spazio comune alla cucina". "Il cibo è di qualità scadente e i detenuti sono costretti a comprare ogni cosa di tasca loro e a caro prezzo - continua Papa - Ci sono detenuti che non riescono a telefonare alle loro famiglie, stranieri che non hanno mai visto l'avvocato d'ufficio. Nelle camere d'attesa per i colloqui una volta, da detenuto, ho contato 60 persone in meno di venti metri quadrati. D'estate poi le temperature rendono la sopravvivenza in cella intollerabile. Ci sono così tanti letti che non c'é lo spazio minimo per muoversi".
 
"Che cosa ha visitato la Ministra Severino? - aggiunge Papa - me lo chiedo perché non voglio pensare che dopo aver visto Poggioreale possa aver pronunciato quelle parole. La Ministra dice che si tratterebbe di un mito negativo da combattere. Intanto la stampa estera, come emerge dall'Osservatorio sulle carceri italiane nei mass media stranieri che abbiamo presentato la scorsa settimana insieme a Klaus Davi, annovera Poggioreale come il peggior carcere italiano. Probabilmente è una percezione distorta comune, dei detenuti e dei giornalisti. La Severino invece c'ha visto giusto", conclude il deputato del Pdl.
 
adnokronos - campania notizie
STATISTICHE CARCERI REGIONE CAMPANIA
Statistiche carceri Regione Campania







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere

2 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

3 Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri

4 Detenuti di Poggioreale rifiutano le celle aperte: vissute come una minaccia alla propria incolumità

5 Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata

6 Bonus 80 euro: quando e come saranno stanziati dopo ennesimo slittamento

7 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

8 Poliziotti e detenuti ripareranno insieme le auto della Polizia Penitenziaria

9 E'' stato ritrovato il Poliziotto penitenziario scomparso venerdì

10 Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Circolare del GOM: togliete le foto da Facebook, è in atto una schedatura dei Poliziotti

2 Le foto dei tre detenuti evasi dal carcere di Firenze Sollicciano

3 Giuseppe Simeone, sostituto commissario al Dap, 59 anni, stroncato da un infarto

4 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

5 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

6 Diventa anche tu Capo del DAP!

7 Clamorosa evasione dall''istituto … dal carcere ... insomma quello lì, come si chiama?

8 C’era una volta la sentinella

9 Orlando e Consolo: pubblicate i dati reali del sovraffollamento

10 Italicum, Porcellum, Mattarellum e Consultellum