Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Incendio a Regina Coeli: foto dove è scoppiato, matricola sospesa

Polizia Penitenziaria - Incendio a Regina Coeli: foto dove è scoppiato, matricola sospesa


Notizia del 10/06/2014 - ROMA
Letto (1921 volte)
 Stampa questo articolo


Il fumo ha invaso le strade attorno a Regina Coeli, accompagnato da un forte odore di bruciato che si è rapidamente propagato nei vicoli attorno al carcere, fino all’Orto botanico. A bruciare il cortile dell’istituto penitenziario dove erano ammassati materassi, cassette di legno e altri oggetti: un incendio che è aumentato d’intensità con il passare dei minuti, al punto che il fumo ha annerito la facciata interna del carcere fino al tetto.

Un pomeriggio di apprensione quello di domenica non solo per i detenuti - su quell’angolo di cortile si affacciano alcune celle - ma anche per gli agenti della Polizia Penitenziaria e per il personale impegnato nell’assistenza dei reclusi che sono subito intervenuti per evitare che la situazione degenerasse.

Incendio carcere Regina Coeli
Foto Corriere.it

L’allarme è scattato poco prima delle 16 quando anche dall’esterno del carcere, da via della Lungara e dal lungotevere, passanti e automobilisti si sono accorti che a Regina Coeli stava accadendo qualcosa.

Contemporaneamente i vigili del fuoco hanno ricevuto le richieste d’intervento da parte del carcere: due squadre sono partite da via Genova per raggiungere Regina Coeli. Intanto per precauzione venivano fatti allontanare tutti dai locali che si affacciavano dal luogo dell’incendio dove il calore stava diventando insopportabile.

Uno dei mezzi dei pompieri è stato fatto entrare dalla porta carraia mentre altri veicoli di soccorso, compresa un’ambulanza, sono rimasti fuori, su vicolo di San Francesco di Sales, pronti a intervenire in caso di necessità. I vigili del fuoco hanno spento l’incendio in pochi minuti, ma il calore aveva già danneggiato l’impianto elettrico. Disagi si sono avuti nel pomeriggio per la registrazione di alcuni arrestati all’ufficio matricola, dove non si potevano accendere i computer, e per questo motivo è stato deciso il loro trasferimento a Rebibbia.

A Regina Coeli, invece, non ci sarebbero stati nè feriti nè intossicati dal fumo. La polizia ha organizzato un servizio di vigilanza rafforzata all’esterno del carcere che è proseguito fino a quando la situazione è tornata alla normalità. Non è chiaro cosa abbia innescato le fiamme. Non si esclude una causa accidentale, come un mozzicone di sigaretta finito sui materassi, ma non vengono tralasciate altre ipotesi.

corriere.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Licenziata Agente di Polizia Penitenziaria: scarso rendimento

2 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

3 Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana

4 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

5 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

8 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Nella conferenza del Bicentenario nessun riferimento agli Agenti di Custodia

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

5 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

6 Nella conferenza del Bicentenario censurata la lettera di auguri del Garante alla Polizia Penitenziaria

7 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

8 Riordino carriere: risultati di un sondaggio rivolto al personale

9 Riordino: chi non vuole i vice questori della Polizia Penitenziaria?

10 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?