Settembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Settembre 2017  
  Archivio riviste    
Incendio nello spaccio del carcere di Gorgona: si sospetta doloso per coprire ammanchi dalla cassa

Notizia del 29/03/2012 - LIVORNO

Incendio nello spaccio del carcere di Gorgona: si sospetta doloso per coprire ammanchi dalla cassa

letto 2917 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi
Un incendio nello spaccio della Polizia Penitenziaria della Gorgona che ha subito suscitato dei sospetti. E un ammanco nelle casse che ammonterebbe a decine di migliaia di euro. Ad andare in fumo, all’inizio del mese, - a quanto pare - sono stati documenti e oggetti legati alla cassa dello spaccio. E il dubbio che il rogo non sia stato poi così accidentale s’è subito insinuato nella mente degli agenti della Polizia Penitenziaria, che lavorano sull’isola-carcere e che gestiscono un po’ tutte le attività della Gorgona. Tanto che il giorno dopo l’esplosione dell’incendio, i tecnici dei vigili del fuoco, giunti da Livorno e chiamati dalla stessa Polizia Penitenziaria, hanno effettuato una perizia tecnica per capire cosa fosse successo.
 
Tutto fa pensare che si tratti di un rogo non casuale. Il buco economico ammonterebbe a decine di migliaia di euro e sarebbe stato accumulato nel corso di mesi.
 
Un giallo su cui ora sta indagando la Procura. L’ipotesi degli investigatori è che l’incendio sia di origine dolosa, forse appiccato apposta per coprire l’ammanco economico nelle casse dello spaccio. Il fatto si sarebbe verificato all’interno della stessa Polizia Penitenziaria, che gestisce il negozio, l’unico dell’isola. Una vicenda complessa, su cui vige il massimo riserbo da parte degli inquirenti e dalla stessa struttura carceraria.
 
Il primo allarme alla Gorgona è scattato lo scorso 4 marzo, quando si è verificato l’incendio. Le fiamme sono state sedate dal personale della polizia. Ma qualcosa non tornava. E già il giorno dopo sull’isola sono sbarcati gli esperti dei vigili del fuoco che hanno effettuato un’accurata perizia. I tecnici dei pompieri hanno fatto fotografie e rilievi tecnici, compilando poi una relazione che è stata affidata direttamente alla penitenziaria, che a sua volta ha provveduto ad informare la Procura. L’indagine, tuttora in corso, è condotta da una squadra di polizia giudiziaria di agenti penitenziari, che dipendono dal Prap, Provveditorato regionale dell’amministrazione penitenziaria, che ha sede a Firenze. A coordinare l’inchiesta c’è il pubblico ministero Luca Masini della Procura di Livorno. Sul registro degli indagati ci sarebbero già dei nomi e sotto accusa sarebbero per ora almeno un paio di agenti penitenziari. Ma sono in corso indagini e solo il lavoro della magistratura potrà confermare o smentire le ipotesi di accusa.
 
STATISTICHE CARCERI REGIONE TOSCANA
Statistiche carceri Regione Toscana







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Poliziotto penitenziario ferito alla testa da un detenuto: è in gravi condizioni

2 Quanto guadagna un poliziotto penitenziario?

3 Condannato a tre anni e due mesi ex Agente penitenziario: vendeva droga e telefonini nel carcere di Aosta

4 Ministro Orlando annuncia nuove assunzioni: 48 poliziotti in più nel 2017 e 57 come anticipo 2018

5 Detenuta evade dal cancello principale del carcere di Rebibbia: era appena arrivata

6 Consegnava droga nel carcere di Brescia: arrestato Poliziotto penitenziario ora rinchiuso nel carcere militare

7 Pentito rivela: tutti i detenuti hanno un coltello nel carcere di Reggio Emila

8 DAP autorizza visite dei Radicali in 35 carceri per la prossima settimana

9 Detenuto autorizzato a lavorare all''esterno non rientra in carcere, il Garante: sono sorpresa

10 Invitati per un pranzo con Papa Francesco: due detenuti si danno alla fuga poco prima di arrivare


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Pasquale Di Lorenzo, Sovrintendente di Polizia Penitenziaria ucciso dalla mafia il 13 ottobre 1992

2 Detenuta arriva in carcere ma si nasconde tra la folla ed evade da Rebibbia

3 Dichiarazioni Andrea Orlando: caserme gratuite per la Polizia Penitenziaria e Decreto trasferimenti sedi extra moenia

4 Carceri, SAPPE: “Questo Governo toglie il pacco dono dell’Epifania ai poliziotti penitenziari per pagare l’aumento di stipendio dell’83% ai detenuti che lavorano: vergognoso!”

5 Gennaro De Angelis, Agente di Custodia ucciso dalla camorra il 15 ottobre 1982

6 Decreto Orlando sulla mobilità del personale: ma perchè il Ministro invece di perder tempo coi videomessaggi non istituisce la direzione generale del Corpo?

7 In memoria di Francesco Di Maggio, Magistrato e Vice Capo DAP deceduto il 7 ottobre 1996

8 In memoria di Ignazio De Florio, Agente di Custodia ucciso in un agguato camorristico l''11 ottobre 1983

9 Riordino dei ruoli della Polizia Penitenziaria e dirigenza dei funzionari del Corpo e ispettori-funzionari. Ma i dirigenti penitenziari e gli altri funzionari civili, saranno contenti?

10 Scomparso stamattina a Roma il Professor Lionello Pascone, generale in congedo del Corpo di Polizia Penitenziaria