Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Intervista a Corrado Santantonio: io, agente penitenziario, non ho picchiato nessuno

Polizia Penitenziaria - Intervista a Corrado Santantonio: io, agente penitenziario, non ho picchiato nessuno


Notizia del 07/06/2013 - ROMA
Letto (3226 volte)
 Stampa questo articolo


L’angoscia di questi tre anni non la scioglie neppure dopo l’assoluzione. E ora si sfoga Corrado Santantonio, uno degli agenti della penitenziaria finito sotto processo per il “pestaggio” di Stefano Cucchi, difeso dall’avvocato Corrado Oliviero. Ieri è stato assolto ma la sua vita - dice - è stata distrutta. E non basta il verdetto della Corte d’assise a restituirgli serenità. È soddisfatto? “Non sono contento. Se è questa la domanda. Io e la mia famiglia siamo solo sollevati da un’angoscia terribile, da un attacco mediatico che non auguro neppure al mio peggior nemico. Perché nessuno di voi giornalisti si è mai preoccupato di sentire la nostra voce.
Noi, gli agenti della penitenziaria, siamo persone perbene. Faccio da 35 anni questo lavoro. Ho avuto anche un’onorificenza dal presidente della Repubblica e non mi sono mai sognato di picchiare nessuno. Ho sempre aiutato le persone più deboli di me e sono stato indicato da voi come un delinquente”. Lei è uno degli agenti che ha portato Cucchi al processo, no?
“Ogni anno da piazzale Clodio passano migliaia di detenuti. Cucchi io neppure me lo ricordo, non era neanche sotto la mia custodia. Se fosse successo a un detenuto sarebbe stato di mia competenza, ma gli arrestati, che devono essere processati per direttissima sono sotto la custodia di carabinieri e polizia, di quelli che li arrestano. Leggetevi le perizie. È morto per malnutrizione, così dicono gli esperti, e da noi non ha subito nulla, perché nelle celle di piazzale Clodio vengono trattati tutti come dei signori, non c’è mai stato un caso così eclatante. Credo che qualcuno abbia speculato su questa morte”.
Il carabiniere che aveva arrestato Cucchi ha dichiarato che stava bene, cosa è successo dopo? “Io non lo so. Ma non è vero che stava bene, i segni sono le conseguenze della morte. Andrebbero letti bene gli atti del processo. Comunque quello che posso dichiarare è che nelle celle del Tribunale una cosa del genere non è mai accaduta e voi ci avete rovinato la vita”. Si aspettava l’assoluzione? “Ci speravo, certo, ci ho pensato in tutti questi anni. Cercavo di immaginare come sarebbe andata a finire. Ma ero quasi sicuro, perché passa il tempo ma alla fine la giustizia prevale. La verità viene a galla sempre”.

www.radicali.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere

5 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

6 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

7 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

8 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini

9 Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni

10 Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

2 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

3 Rosario Di Bella, Sovrintendente Capo della Polizia Penitenziaria è deceduto. Lavorava nel carcere di Imperia

4 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

5 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

6 Focus su: batteri, virus e malattie infettive nella carceri. Poliziotti e detenuti a rischio contagio

7 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Qualcuno ci aiuti a fermare la strage!

10 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP