Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Intervista a Donato Capece: carceri come polveriere e intanto i colleghi si suicidano

Notizia del 21/02/2012 - ROMA

Intervista a Donato Capece: carceri come polveriere e intanto i colleghi si suicidano

letto 1330 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi
Le carceri italiane stanno diventando una polveriera. Lo ha detto alla "Voce" il segretario generale del Sindacato autonomo di polizia penitenziaria (Sappe).
 
Donato Capece, il 16 febbraio scorso un agente della polizia penitenziaria, in servizio al carcere romano di Rebibbia, si è tolto la vita nella struttura. 
"Noi, come rappresentanti del personale penitenziario, come rappresentanti del Sappe, siamo costernati e fortemente preoccupati per la gravità della situazione. E' inutile non rimarcare questa situazione. Tutti i ritardi sella situazione nelle carceri italiane si ripercuotono anche sugli agenti della polizia penitenziaria. Siamo preoccupati".
 
Cosa pensa del decreto svuota-carceri? 
"A mio avviso, il decreto svuota-carceri non è assolutamente sufficiente. È solo un piccolo segnale, un palliativo di un problema che deve essere affrontato alle radici. I cittadini italiani non hanno ancora compreso le proporzioni di questo problema. In carcere si muore di inedia, di stress, di paura e di abbandono. Questo è il messaggio che vorrei far arrivare alle persone, ai cittadini in genere".
 
I casi di suicidio tra gli agenti penitenziari stanno a  testimoniare che il carcere è ormai diventato invivibile per tutti? 
"Le rivelo una notizia che è nota a pochi. Il 18 febbraio, due giorni dopo il suicidio dell'agente in servizio a Rebibbia, si è ucciso un altro agente di polizia penitenziaria. Si tratta di un componente della banda musicale della polizia penitenziaria. E' una situazione drammatica. Abbiamo più volte chiesto all'amministrazione penitenziaria di istituire dei punti di ascolto psicologico. Ci vuole una riforma strutturale del sistema carcerario e l'amnistia. Aver mandato gli arrestati nelle camere di sicurezza e aver allungato i termini di carcerazione preventiva da 12 a 18 mesi non ha risolto nulla. A parte i radicali, il mondo politico non vuole impegnarsi in questa battaglia. Le carceri sono ormai una polveriera".
 
Il garante dei detenuti del Lazio Angiolo Marroni ha manifestato la solidarietà ai sindacati per questi due suicidi? 
"No, non lo abbiamo sentito. Mi auguro che sia più presente negli istituti penitenziari del Lazio e che sia più vicino alla polizia penitenziaria".
 
Non ha fatto nessuno comunicato per manifestare la sua solidarietà su questi suicidi? 
"No, ha fatto un comunicato quando si è verificato un suicidio tra i detenuti. In quella circostanza ha fatto la sua performance. Vorrei capire quali sono le sue iniziative sui detenuti nel Lazio".
 
Non trova assurdo che Marroni abbia fatto un comunicato solo per felicitarsi per la vittoria al festival di Berlino dei fratelli Taviani, ambientato a Rebibbia? 
"Il garante dei detenuti del Lazio è arrivato al capolinea. Farebbe meglio a fare il critico cinematografico". 
 
la Voce Repubblicana
STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

3 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

4 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

5 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

6 Tentativo di rivolta dei detenuti magrebini nel carcere di Prato: bloccato accesso alla terza sezione con brande

7 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

8 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi

9 Poliziotto penitenziario aggredito con bastoni da detenuto nel carcere di Napoli Secondigliano

10 Tenta di evadere dall''ospedale: detenuto ricoverato strattona gli Agenti e si da alla fuga


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Antonio Muredda, Agente di Custodia ucciso il 22 agosto 1983

2 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

3 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

4 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

5 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

6 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

9 Le proteste pretestuose

10 Evasioni ... troppo facile scaricare sempre la colpa su di noi!