Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Ispettore di Polizia Penitenziaria gli impedisce di far entrare in carcere materiali vietati: il figlio del detenuto gli si scaglia contro

Polizia Penitenziaria - Ispettore di Polizia Penitenziaria gli impedisce di far entrare in carcere materiali vietati: il figlio del detenuto gli si scaglia contro


Notizia del 15/10/2016 - RIETI
Letto (4030 volte)
 Stampa questo articolo


Si era presentato in carcere, a Rieti, per sostenere un colloquio con il padre detenuto, ma aveva con sé un pacco con alcuni oggetti non consentiti. Al rifiuto del personale di Polizia Penitenziaria di poterli far entrare, ha aggredito e picchiato un Ispettore di servizio.

E’ accaduto questa mattina nel carcere di Rieti e la notizia arriva dal Sindacato autonomo Polizia Penitenziaria Sappe. «Scena di una violenza inaudita e di una gravità eccezionale», commenta Maurizio Somma, segretario nazionale Sappe per il Lazio. «Al collega, che è in ospedale, va la nostra solidarietà ma questo grave episodio aiuta a capire a qual livelli di impunità taluni pensano di essere arrivati. L’Ispettore ha fatto il suo dovere, ha cioè impedito l’ingresso in carcere di oggetti non consentiti, e il figlio del detenuto, che aveva portato il pacco con quegli oggetti, ha pensato bene di colpirlo e ferirlo con violenza anziché rispettare le leggi e i regolamenti. Assurdo. Ora mi auguro che la risposta della legge sia adeguata e che si è reso protagonista di questa folle violenza sia punito come merita».

Donato Capece, segretario generale del Sappe, aggiunge: «Sono stati momenti di grande tensione, gestiti con grande coraggio e professionalità dai poliziotti penitenziari. Quanto accaduto nel carcere di Rieti evidenzia come le tensioni e le criticità nel sistema dell’esecuzione della pena in Italia sono costanti. Particolarmente allarmante la situazione è per la Polizia Penitenziaria, che paga pesantemente  in termini di stress e operatività questi gravi e continui episodi critici. Basti pensare, restando nella realtà penitenziaria del Lazio, che le donne e gli uomini dei reparti di Polizia Penitenziaria in servizio nella Regione hanno fronteggiato nel primo semestre 2016 ben 356 atti di autolesionismo, hanno salvato la vita a 48 detenuti che hanno tentato il suicidio, sono stati coinvolti in 325 colluttazioni e 28 ferimenti. Dati che testimoniano l’alta tensione che permane nelle carceri regionali», conclude Capece, leader nazionale del primo sindacato della Polizia Penitenziaria.

ilmessaggero.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

3 Forze Armate: NoiPA è diventato un problema?

4 La foto del Detenuto Evaso dall''Ospedale di Sanremo. Intanto il Sappe chiede le dimissioni del direttore

5 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

6 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

7 NoiPa: Forze Armate in rivolta. E spunta una petizione on line

8 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

9 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

10 M5S chiede intervento Ministro Giustizia: Parlamentari raccolgono allarme agenti Polizia Penitenziaria


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Quanto il temporeggiatore arretra ...

3 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

4 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

5 La lingua segreta dei tatuaggi sulla persona detenuta

6 L’indennità per la “presenza esterna”: a chi si e a chi no

7 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

8 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

9 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”

10 Esecuzione penale:come comportarsi quando si opera nei confronti di un minore