Maggio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2017  
  Archivio riviste    
Ispettrice di Polizia Penitenziaria, indagata per molestie e minacce aggravate

Polizia Penitenziaria - Ispettrice di Polizia Penitenziaria, indagata per molestie e minacce aggravate


Notizia del 05/02/2013 - VENEZIA
Letto (4135 volte)
 Stampa questo articolo


Una poliziotta penitenziaria, nel carcere femminile della Giudecca, è indagata per minaccia aggravata e molestie telefoniche. I fatti si riferiscono al 2011. In questo anno, l'indagata ha ripetutamente minacciato alcuni dipendenti del corpo penitenziario, tanto da costringerli a firmare un esposto contro l'ispettrice. (ndr)

Minaccia aggravata e molestie telefoniche. C’era stata una vera e propria guerra nel 2011 tra le due ispettrici della Polizia penitenziaria in servizio nel carcere femminile della Giudecca, una guerra che aveva coinvolto anche altre dipendenti del corpo tanto che in otto avevano firmato un esposto al Provveditorato regionale per il Veneto contro l’ispettrice comandante, che ora si trova anche indagata per quei due reati.

A condurre le indagini è il pubblico ministero di Venezia Massimo Michelozzi, che ha disposto anche il sequestro della scheda telefonica Sim del cellulare dell’ispettrice capo per appurare se le telefonate alla collega siano davvero partite dal suo apparecchio.
Nell’esposto firmato da otto agenti, tra cui la vice del capo, si sostiene che la responsabile avrebbe tenuto atteggiamenti vessatori verso il personale. Non solo, la vice comandante ha denunciato anche di aver ricevuto pesanti minacce e numerose telefonate al suo cellulare.

I carabinieri della Polizia giudiziaria avrebbero stabilito, grazie alla scheda sequestrata, l’esistenza delle telefonate dal cellulare dell’una, l’indagata, a quella dell’altra, la parte offesa. Queste le date: il 21 dicembre 2011 e il 22 gennaio dell’anno immediatamente successivo.

L’avvocato romano Ernesto Trimarco, difensore dell’indagata, ha presentato ricorso al Tribunale di Venezia del riesame per riavere la scheda telefonica, ma i giudici veneziani hanno respinto la richiesta. Nelle motivazioni scrivono che “il sospetto che sia stato commesso il reato è sussistente e a questo non osta la comprovata reciproca ostilità da tempo caratterizzante i rapporti tra le due ispettrici”.

In realtà, inizialmente le due ispettrici andavano d’amore e d’accordo tanto da aver avuto anche una relazione, rapporto poi di cui era venuto a conoscenza il marito di una delle due che aveva chiesto l’intervento del cappellano del carcere. Poi, però, con l’arrivo di una nuovo comandante il loro rapporto si era guastato. Comunque, il Provveditorato, in seguito all’arrivo dell’esposto e ad una veloce istruttoria, aveva disposto il trasferimento “per incompatibilità ambientale” delle protagoniste della vicenda e non solo delle due ispettrici. L’avvocato Trimarco, però, ha presentato ricorso al Tar e l’ha anche vinto, ottenendo il rientro di una delle due. Mentre l’altra è andata in pensione, ma resta in piedi l’indagine penale.
 

STATISTICHE CARCERI REGIONE VENETO
Statistiche carceri Regione Veneto







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Riparte il Concorso Allievi Agenti di Polizia Penitenziaria 100 donne e 300 uomini

2 Si incendia furgone della Polizia Penitenziaria: salvi ma intossicati gli Agenti e il detenuto

3 DAP avvia procedimento disciplinare ai sindacalisti che contestarono il sistema premiale che ha permesso la liberazione anticipata dell''omicida Igor il russo

4 Detenuto cerca di accoltellare Poliziotto penitenziario nel carcere di Novara: Agente schiva il colpo ma rimane ferito al braccio

5 Ruba il borsello ad un poliziotto penitenziario in pizzeria, lo nasconde in auto e poi torna a mangiare. Scoperto e arrestato

6 Detenuti magrebini in sorveglianza dinamica aggrediscono con lamette gli Agenti penitenziari nel carcere di Padova

7 Bombe molotov contro le auto della Polizia Penitenziaria: gravissimo atto intimidatorio nel carcere di Pisa

8 Condanna definitiva per due ex Poliziotti penitenziari: facevano pervenire lettere e cellulari ai detenuti camorristi

9 Perquisizione nel carcere di Rimini: 5 telefonini, 3 grammi di hashish, 2 coltelli rudimentali, una chiavetta USB

10 Era considerato un detenuto modello il rapinatore ucciso a Pisa: sparò anche ai Carabinieri ad altezza uomo


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 C’erano una volta due reparti speciali chiamati GOM e NIC …

2 Ci ha lasciati Veronica Bizzi, educatrice in servizio presso la Casa Circondariale di Trapani

3 Dimissioni dei comandanti di GOM e NIC? … Cosa sta succedendo al DAP?

4 Con la riforma della giustizia la Polizia Penitenziaria espleterà i controlli anche sul territorio per legge

5 Il Dap prossimo venturo. Arriva un nuovo vice capo Dap, avvicendamento di tre Provveditori e movimenti per una cinquantina di dirigenti penitenziari con incarico superiore

6 Dipendenti statali: attenzione alle assenze per malattie, fissato il tetto massimo

7 Forze di Polizia e Forze Armate: uso consapevole dei social network. Guarda il Video con i consigli utili

8 Ormai è un Bollettino di Guerra … San Basilide salvaci tu

9 Commissione Antimafia: relazione del Presidente Rosy Bindi sullo stato di salute di Salvatore Riina

10 Lotta al terrorismo: maggior contributo della Polizia Penitenziaria e partecipazione ai Comitati provinciali ordine e sicurezza