Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
L'ergastolano evaso dal Pagliarelli: in due trasferte la possibile chiave della fuga

Polizia Penitenziaria - L'ergastolano evaso dal Pagliarelli: in due trasferte la possibile chiave della fuga


Notizia del 17/05/2014 - PALERMO
Letto (2408 volte)
 Stampa questo articolo


Due trasferte per assistere alle udienze dei processi in cui era imputato. Due trasferte su cui si concentrano le indagini sulla fuga di Valentin Frrokaj, l'albanese evaso il 7 maggio scorso dal carcere Pagliarelli di Palermo. Di lui non c'è più traccia.

Gli investigatori stanno passando al setaccio la vita carceraria di Valentin, ergastolano con un passato da mercenario nella guerra in Kosovo, e hanno scoperto due parentesi dentro le quali potrebbe nascondersi la chiave della fuga. La prima trasferta a Milano, nel carcere di Opera, dal 7 al 24 gennaio scorso. La seconda, molto più breve, dal 5 al 7 marzo a Ferrara. A Palermo Frrokaj, da agosto scorso al giorno della fuga, non ha avuto colloqui con i parenti. Dai quali ha ricevuto un paio di vaglia da cento euro ciascuno. Cifre con le quali è escluso che abbia potuto “comprare” il favore di qualcuno. Le indagini coordinate dai pubblici ministeri Caterina Malagoli e Daniele Paci avrebbero fatto finora emergere un quadro di inefficienze piuttosto che di complicità. Falle nel sistema di sorveglianza. A Pagliarelli ci sono in servizio 696 agenti di Polizia Penitenziaria, a fronte dei 765 previsti dalla pianta organica. Dei 696 circa duecento sono impegnati quasi quotidianamente nella traduzione e nel piantonamento dei detenuti durante gli spostamenti per assistere alle udienze. Spetta al personale di Pagliarelli sobbarcarsi anche l'onore dei trasferimenti da e per le carceri Ucciardone e Cavallacci di Termini Imerese.

Di certo Frookaj, ha approfittato del vuoto, colposo o meno, nei controlli. La sua fuga sarebbe stata messa in atto in circa 15 minuti. Pochi, pochissimi se si considera che ha scavalcato due muri e due cancellate. Lo ha fatto servendosi di una corda fatta con federe e lenzuola e di un gancio realizzato con una sbarra di ferro, recuperata chissà dove. Frrokaj è un tipo atletico che in cella trascorreva parecchio tempo ad allenarsi.

Sicuramente aveva studiato ogni movimento attorno a sé. Nel frattempo si era comportato in maniera impeccabile tanto da meritarsi un regime detentivo meno rigido del 14 bis a cui era sottoposto fino a poco tempo prima della fuga. Il primo risultato era stato il passeggio in un locale all'aperto e senza copertura. La vecchia ala in cui aveva trascorso per mesi l'ora d'aria, invece, era una gabbia. Se dentro il penitenziario Frrokaj potrebbe avere fatto tutto da solo, non è escluso che all'esterno qualcuno lo abbia aiutato. Ecco perché ci si concentra anche sulle due trasferte a Milano e Ferrara. E lì che avrebbe potuto imbastire i contatti decisivi per mettere su la rete di protezione? Spetta agli inquirenti trovare le risposte.

livesicilia 

STATISTICHE CARCERI REGIONE SICILIA
Statistiche carceri Regione Sicilia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Consiglio dei Ministri: Santi consolo NON confermato nel ruolo di Capo DAP?

5 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

6 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

7 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

8 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

9 Evasione da Sollicciano: probabile rimozione Direttore e Comandante, ma il Sappe chiama in causa il DAP e Gennaro Migliore

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

4 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

5 Riordino vuol dire mettere ordine

6 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

7 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

8 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

9 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

10 Cos''è e come funziona la Banca dati nazionale del Dna