Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
La Cancellieri sbaglia a rimuovere Mazzeo dal carcere di Marassi, ecco perché

Polizia Penitenziaria - La Cancellieri sbaglia a rimuovere Mazzeo dal carcere di Marassi, ecco perché


Notizia del 23/12/2013 - GENOVA
Letto (2408 volte)
 Stampa questo articolo


Più che "temerarie", come le ha definite il ministro Cancellieri, le dichiarazioni del direttore del carcere Salvatore Mazzeo subito dopo la fuga di Bartolomeo Gagliano sono apparse sgangherate, ma tutt'altro che sufficienti per giustificare la sua rimozione. Lo si può immaginare: nel ciclone che si è scatenato nel giro di poche ore, Mazzeo ha provato a spiegare quel che era successo e sicuramente si è fatto capire male, portando su di sé il peso di una valutazione sbagliata e il timore che l'evaso potesse combinare guai peggiori di quel che poi è accaduto. Non toccava a lui intervenire in prima battuta, avrebbe potuto attendere che giungessero spiegazioni per le vie ufficiali, una nota del ministero, del dipartimento penitenziario, della magistratura di sorveglianza: perché, ricordiamolo, non è il direttore di un carcere a decidere sul permesso a un detenuto. Mazzeo però è fatto così.

Non è un burocrate del tipo "io con I giornalisti e con la gente non ci parlo", sepolto e protetto da carte ammuffite, codicilli e regolamenti. Per quel carcere ha dato l'anima, non ci ha dormito, ha organizzato decine di iniziative, magari in qualche occasione può essere andato sopra le righe per troppo entusiasmo. Però ci ha provato davvero a rendere quella gattabuia ciò che tutti a parole indicano dovrebbe essere: luogo di espiazione, rieducazione, reinserimento. E anche di speranza. Ha sempre avuto un rapporto sciolto con i media, da strappo alle regole, e l'ha sempre fatto chiedendo, come tornaconto, di raccontare quel che di positivo si faceva tra le mura di Marassi. Ben diverso da tanti suoi colleghi imbalsamati e arcigni sulla sedia di un ufficio blindato. Quella mattina ha parlato, ha parlato d'istinto e anche un bel po' turbato, e ha fatto un patatrac. Dichiarazioni "temerarie" le sue?

Dichiarazioni di tale leggerezza da "leggerezza" con cui "gettare allarme sulla popolazione e discredito sulle istituzioni", così come ha affermato la Cancellieri, ridicolizzandolo davanti al Parlamento e al Paese? Dichiarazioni incaute, potremmo al limite classificarle, forse anche inopportune. Incaute e inopportune, nella stessa identica maniera di alcune telefonate partite dal telefono del ministro della Giustizia. Non hanno, le conversazioni del Guardasigilli con i Ligresti, "gettato discredito sulle istituzioni", una volta conosciute? Non hanno portato a un voto di sfiducia respinto solo da alchimie di equilibrismi di un quadro politico complicato? Non hanno lasciato il sapore amaro di un componente dell'esecutivo che fa capolino in una vicenda giudiziaria quando, nel mirino, ci sono persone amiche e potenti?

Mazzeo non ha voluto sabotare il sistema giustizia, ha dato qualche spiegazione squinternata nel momento più caldo di una polemica nazionale. Ha fatto più danno lui, che ci ha messo la faccia? O certe conversazioni partite dal telefono di un Guardasigilli che poi ammette: "Ho commesso forse un'imprudenza"? La differenza sta solo nel fatto che lei, il ministro Cancellieri, pensava non fossero intercettate?

Il Secolo XIX

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LIGURIA
Statistiche carceri Regione Liguria







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Licenziata Agente di Polizia Penitenziaria: scarso rendimento

2 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

3 Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana

4 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

5 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

8 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Nella conferenza del Bicentenario nessun riferimento agli Agenti di Custodia

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

5 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

6 Nella conferenza del Bicentenario censurata la lettera di auguri del Garante alla Polizia Penitenziaria

7 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

8 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

9 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

10 Riordino carriere: risultati di un sondaggio rivolto al personale