Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
La foto del bambino sanguinante che circola sul web è una bufala

Polizia Penitenziaria - La foto del bambino sanguinante che circola sul web è una bufala


Notizia del 15/11/2012 - ROMA
Letto (1857 volte)
 Stampa questo articolo


Le immagini delle manifestazioni e degli scontri che hanno avuto luogo oggi in tutta Italia fra studenti e agenti di polizia, hanno fatto il giro del web, ma più di tutte, ad indignare l’opinione pubblica è valsa quella di un ragazzino di 10 anni colpito violentemente alla testa presumibilmente da una pietra o da una manganellata nel corso degli scontri avvenuti a Roma, con la ferita sanguinante e il viso imbrattato di rosso fino al collo.

La foto si è diffusa rapidamente su Facebook, portando con sé gli strascichi delle prevedibili polemiche sulla violenza delle forze dell’ordine e gli ordini repressivi cui ubbidiscono. Quella foto non è falsa, il ragazzino è stato davvero colpito durante una manifestazione, tuttavia si tratta pur sempre di una “bufala”. Questo perché quell’immagine non è stata affatto scattata a Roma: a pubblicarla è stato il giornale online Publico.es, che ha riportato le foto delle manifestazioni spagnole. L’episodio è accaduto infatti a Tarragona.

Si tratta comunque di un avvenimento assolutamente condannabile, in qualunque parte del mondo esso sia stato immortalato, tuttavia appare altrettanto stigmatizzabile il fatto che troppe persone si lascino condizionare da immagini e notizie spesso false, tendenziose o equivoche, che circolano liberamente sul web senza alcuna verifica. 

fonte: attualissimo.it
STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Assunzioni in Polizia Penitenziaria, Orlando: per il 2017 altri 305 Agenti assunti in aggiunta a quelli già previsti

2 In fuga ed è pericoloso: arrestato dopo sparatoria con la Polizia di Stato, piantonato in ospedale riesce a fuggire

3 Poliziotto penitenziario blocca rapinatore: aveva appena rubato uno zainetto ad un vigilantes

4 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

5 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

6 Baby boss nelle carceri minorili: M5S conto i 25enni nelle carceri minorili

7 Detenuto frattura un dito ad Ispettore di Polizia Penitenziaria di Imperia: non voleva rientrare dalle celle aperte

8 Il Gip archivia le accuse contro gli Agenti penitenziari di Trento: non ci furono maltrattamenti nei confronti dei detenuti

9 Isola di Santo Stefano: inaugurata elisuperfice per iniziare il restauro del carcere

10 Detenuto evade da permesso premio: in carcere per sequestro di persona, spaccio, furto e rapina, porto abusivo di armi


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Michele Gaglione: Agente di Polizia Penitenziaria, ucciso dalla camorra il 7 agosto 1992

2 In memoria dell''Appuntato del Corpo degli Agenti di Custodia Nerio Fischione, ucciso a Brescia durante tentativo di evasione nel 1974

3 Stabilimento balneare di Roma-Maccarese: quando la Polizia Penitenziaria è ospite (indesiderato) a casa sua.

4 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

5 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle “veline”.

6 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

9 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

10 Come ci è stato scippato l’Ente Orfani trasformato in Ente di Assistenza di tutti, gestito da pochi