Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
La Kostner si discolpa: "Usata da Alex, un bravo attore"

Polizia Penitenziaria - La Kostner si discolpa:


Notizia del 06/05/2015 - PARMA
Letto (1650 volte)
 Stampa questo articolo


Il sottochiesa della Certosa di Parma — potrebbe non essere quella del celebre romanzo di Stendhal — è un gioiello. Adibito ad auditorium, contrariamente alla chiesa stessa chiusa dai giorni del terremoto,viene aperto su richiesta anche alla domenica mattina presto. Soprattutto se la richiesta proviene da Carolina Kostner: qui ha sede la scuola di formazione della «sua» Polizia Penitenziaria, le Fiamme Azzurre.

L’ex iridata, che sabato in città ha partecipato a un’iniziativa benefica, oltre al sottochiesa, ha chiesto di poter aprire il proprio cuore. In attesa che il Tas, probabilmente nella seconda metà di giugno, decida del suo futuro sportivo.

Il paradosso è che adesso quasi rischia uno stop più lungo di quello di Schwazer...
"Questo mi farebbe molto male. Mi farebbe sentire tanto sola. Sarebbe inaccettabile. Non ho rubato, non sono una criminale. Poi, anche se un po’ fatico a pensarlo e a dirlo, ritengo che a tutti debba essere concessa una seconda possibilità".

Come giudica gli attuali propositi di Alex?
"Non li giudico. Spero abbia imparato la lezione, che prenda ogni occasione gli dovesse capitare con assoluta responsabilità".

Carolina, come vive questo tormentato momento?
"Rispetto il lavoro del Coni e mi assumo le mie responsabilità, ma mi domando se il prezzo che sto pagando, un anno e quattro mesi di squalifica, sia giusto. Non è un parere personale: la sentenza, che è pubblica, scritta nero su bianco, conferma che non sapevo che Alex si dopasse e che non ho commesso alcun dolo".

La gente si domanda come poteva non sapere...
"Avevo piena fiducia in lui, lo amavo, mai avrei pensato che mi avrebbe usata, per certi fini poi. Mai avrei immaginato stesse facendo quel che stava facendo: conosceva bene la mia opinione in materia. E’ stato un bravo attore".

Resta che la famosa mattina di Oberstdorf lo ha coperto...
"Dicono che l’ho favorito. Ma come avrei potuto, se ero all’oscuro di cosa stesse facendo? In più, parlando di quei 10” in cui mi sono trovata in un guado, sono stata io, col mio telefono, ad agevolare il contatto tra il commissario antidoping e Alex. E il reato relativo non è un omesso controllo, ma una temporanea mancanza di reperibilità".

E l’Epo nel frigorifero?
"Qualsiasi persona ha in casa dei farmaci, è una cosa normale: gli atleti hanno magnesio o vitamina C, mia mamma il Polase. Una scatoletta in più o in meno non mi ha creato dubbi".

Nemmeno sospetti?
"Non sono una donna gelosa: non andrò mai a curiosare nel cellulare del mio ragazzo. Se c’è un rapporto vero, il rapporto per me è di fiducia. E poi io e Alex, anche a causa delle nostre attività, se non in rari periodi, non abbiamo mai convissuto. Lui non ha mai lasciato la valigia a casa mia. Agiva di nascosto: diversamente avrebbe perso tutta la mia stima, come uomo e come atleta".

gazzetta.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Statistiche carceri Regione Emilia-Romagna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Licenziata Agente di Polizia Penitenziaria: scarso rendimento

2 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

3 Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana

4 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

5 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

8 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Nella conferenza del Bicentenario nessun riferimento agli Agenti di Custodia

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

5 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

6 Nella conferenza del Bicentenario censurata la lettera di auguri del Garante alla Polizia Penitenziaria

7 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

8 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

9 Riordino carriere: risultati di un sondaggio rivolto al personale

10 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?