Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
La nuova camorra si è riorganizzata nel carcere di L''Aquila: le rivelazioni del pentito Lo Russo

Polizia Penitenziaria - La nuova camorra si è riorganizzata nel carcere di L''Aquila: le rivelazioni del pentito Lo Russo


Notizia del 04/10/2016 - L'AQUILA
Letto (5287 volte)
 Stampa questo articolo


A parlare e svelare la novità che sta sconvolgendo Napoli, rivelando anche gli interessi dei clan della camorra, è stato il boss Mario Lo Russo, oggi collaboratore di giustizia unitamente ai fratelli Salvatore e Carlo. Il clan dei "Capitoni di Miano", camorristi dalla nascita e padroni di quartieri come Miano, Piscinola, Marianella e Chiaiano già dagli anni '80, ora stanno parlando e le loro dichiarazioni stanno facendo emergere importanti novità sulla nuova mappa della camorra di Napoli. Soldi sporchi, tanta droga, molte armi e centinaia di morti: queste sono le risposte che dovranno dare e che stanno mettendo nero su bianco i pentiti dei Lo Russo.

La nuova mappa della camorra parte da Miano

La novità svelata da Lo Russo riguarderebbe una ricomposizione dell'alleanza di Secondigliano. Secondo quanto riferito dal pentito, all'interno del carcere de L'Aquila ci sarebbe stato un vero e proprio summit tra i vertici delle cosche. Quale posto migliore di un penitenziario per parlare indisturbati? Mario Lo Russo avrebbe parlato anche del sistema carcerario italiano, affermando che per i boss della camorra e non solo, è possibile incontrarsi e parlare indisturbati anche di argomenti che non sono affatto legali. E proprio dal carcere de L'Aquila sarebbe stato siglato nuovamente un accordo tra i clan per una nuova alleanza di Secondigliano.

La nuova faccia della camorra che esclude i Lo Russo

Negli Anni '80, alcuni clan camorristici quali i Mallardo, i Licciardi, i Contini e proprio i Lo Russo (ora pentiti), fondarono l'alleanza di Secondigliano al fine di sconfiggere il clan Misso unitamente ad altre famiglie fedeli ad esso. Nonostante ilregime di 41bis, in carcere le celle dei boss sarebbero state vicine e, di conseguenza, avrebbero potuto parlare e organizzarsi tranquillamente.

Inoltre, le famiglie che avrebbero ricomposto l'alleanza di Secondigliano, sarebbero tra le più potenti di Napoli, in grado di contare non solo su un legame malavitoso, ma anche su quello familiare, perché imparentate fra loro. Mario Lo Russo, da pentito, durante un interrogatorio avrebbe confermato il rinnovo dell'accordo che, stavolta, dovrebbe fare a meno della vecchia famiglia di Miano, ormai pentita.

it.blastingnews.com

STATISTICHE CARCERI REGIONE ABRUZZO
Statistiche carceri Regione Abruzzo







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

5 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere

8 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

9 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

10 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

2 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

6 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

7 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

8 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP

9 Qualcuno ci aiuti a fermare la strage!

10 Dal servizio di sentinella al sistema di videosorveglianza. Ma la tecnologia, da sola, non basta