Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Ladri di biciclette, arrestati dagli agenti polizia penitenziaria.

Notizia del 19/07/2011 - PALERMO

Ladri di biciclette, arrestati dagli agenti polizia penitenziaria.

letto 2624 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

Nel pomeriggio di sabato i Carabinieri della Stazione di Palermo Falde hanno tratto in arresto due uomini per con l’accusa di furto aggravato in concorso. Sono stati due agenti della Polizia Penitenziaria, ad aver notato in via XX Settembre all’altezza del civico 61 due uomini successivamente identificati in CASA’ Carmelo, nato a Varese classe 1970, residente a Palermo in via Titina De Filippo e MUSSO Daniele, pregiudicato palermitano classe 1968, domiciliato in via Domenico Cimarosa, fermi in una Fiat Punto con fare sospetto contattando il 112 che inviava immediatamente sul posto una pattuglia dell’Arma. Dopo pochi secondi il MUSSO, sceso dalla macchina con in mano una cesoia di grosse dimensioni, si avvicinava ad una bicicletta incatenata ad un tubo del gas e tranciato con la cesoia un anello della catena, riponeva l’attrezzo passandola al conducente dell’autovettura e quindi saliva in sella per portare via la bici. Vista la scena, gli operanti decidevano di intervenire e bloccare l’uomo in sella alla bici, quest’ultimo confermava che la bicicletta non era la sua e che in realtà la stava rubando. Nel frattempo il conducente della Fiat Punto (di cui era stata annotata la targa), si allontanava velocemente facendo perdere le proprie tracce impedendo la sua identificazione.

Il proprietario della bicicletta rintracciato dai Carabinieri è risultato essere un 35enne originario dello Sri Lanka e Palermo impiegato in un esercizio commerciale poco distante che dopo aver sporto denuncia presso il Comando Stazione, ed aver riconosciuta come sua la bicicletta, ne rientrava in possesso. Successivamente tramite accertamento presso la banca dati sull’identità dell’intestatario della targa dell’autovettura è stato identificato il CASA’ Carmelo che giunto in caserma veniva riconosciuto dagli operanti quale l’uomo alla guida della Punto che si era dato poco prima alla fuga. Tale circostanza veniva anche confermata dai due e il CASA’ riferiva inoltre di essersi disfatto della cesoia gettandola in via Del Fante ed indicandone il luogo dove veniva rinvenuta dai Carabinieri occultata all’interno di un cespuglio, e successivamente sequestrata. Entrambi i soggetti sono stati tratti in arresto e trattenuti in attesa del rito direttissimo presso il Tribunale di Palermo a seguito del quale dopo la convalida dell’arresto sono stati rimessi in libertà in attesa del processo.

STATISTICHE CARCERI REGIONE SICILIA
Statistiche carceri Regione Sicilia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria: accorpamento non si farà, ecco perchè

2 Il boss e il pentito si incrociano in aereo: la Polizia Penitenziaria evita alo scontro fisico tra i due

3 Riforma ordinamento penitenziaria: anche l''Associazione Nazionale Funzionari del Trattamento contro i progetti del Governo

4 Mauro Palma garante dei detenuti: approvate la riforma Orlando così com''è, senza accogliere le indicazioni della Direzione Antimafia

5 Ancora due Agenti penitenziari aggrediti da detenuto nel carcere di Rebibbia

6 Comunicato DAP: la solidarietà a Luca Traini in carcere è una notizia priva di fondamento

7 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

8 Il carcere è troppo duro per Michele Zagaria: il suo avvocato dice che il 41-bis lo deprime

9 Droga nelle parti intime per il compagno detenuto: scoperta ed arrestata dalla polizia

10 Carceri, la riforma rischia di slittare a dopo il voto. Troppe pene alternative


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il piano del Governo per svuotare le carceri: benefici anche per reati gravi e senza il parere della Direzione Nazionale Antimafia

2 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

3 Ma chi siamo?

4 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo

5 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

6 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

7 Nuova circolare Dap per uso dei social: regole deontologiche, immagine e decoro. (o nascondere degrado, incuria e abbandono?)

8 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

9 Il Castello è una macchina che funziona alla perfezione: se non fosse per quei granelli di sabbia

10 Decreto Legislativo n.81/2008: aspetti giuridici delle norme tecniche