Dicembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2017  
  Archivio riviste    
Lanciò sangue infetto da HIV ai Poliziotti penitenziari: inizia il processo al detenuto transessuale

Polizia Penitenziaria - Lanciò sangue infetto da HIV ai Poliziotti penitenziari: inizia il processo al detenuto transessuale


Notizia del 29/05/2016 - BELLUNO
Letto (1331 volte)
 Stampa questo articolo


Sangue infetto sugli agenti. Un brasiliano di 34 anni era detenuto nella sezione transessuali del carcere di Baldenich. I ragazzi della Polizia Penitenziaria dovevano usare particolari cautele nei suoi confronti, perché sieropositivo. In un giorno di primavera, questo sudamericano era più agitato di altre volte. Addirittura intrattabile. Voleva qualcosa che non poteva assolutamente ricevere e, dalle iniziali insistenze, è passato a qualcosa di molto più pericoloso. Sia per se stesso che per coloro che dovevano occuparsi di lui, durante il loro normale turno di lavoro.

Ha impugnato una lametta da barba e si è tagliato le vene di un polso. Non era un tentativo di togliersi la vita, ma di minacciare chi gli negava quello che riteneva fosse un suo preciso diritto. Sono cinque gli agenti, che non avevano accettato di fare qualcosa contrario ai loro doveri di servizio e così si sono visti investire da schizzi di sangue infetto. Soprattutto al viso, la zona meno protetta dalla divisa del loro corpo.

Alla fine riusciranno a immobilizzare il detenuto e a portarlo in infermeria, per fargli medicare il polso sanguinante, prima di riportarlo nella sua cella.

Dovranno fare tutta una serie di esami medici, compreso naturalmente il test dell’Hiv, per verificare di non essere stati contagiati dal sangue. Da quanto si sa, il pericolo c’è effettivamente stato, ma per fortuna non si è concretizzato. Il brasiliano è stato denunciato per violenza o minaccia a pubblico ufficiale e ha dovuto affidarsi all’avvocato Tiziani, che lo difenderà nel processo penale, che comincerà lunedì prossimo, davanti al giudice Coniglio. Le parti offese sono i cinque agenti della Polizia Penitenziaria, che non si sono costituiti parte civile, in maniera da ottenere un risarcimento danni, ma saranno sicuramente sentiti, in maniera da ricostruire la vicenda.

Saranno proprio loro a dire che cosa volesse il detenuto, perché gliel’abbiano negato, malgrado insistesse e i motivi di una sua reazione tanto improvvisa quanto inaspettata, oltre che molto pericolosa.

corrierealpi

Detenuto con HIV si ferisce con una lametta e getta sangue addosso agli Agenti Penitenziari che non gli davano una sigaretta

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE VENETO
Statistiche carceri Regione Veneto







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Forze dell’Ordine, arriva il Taser. Ecco il modello scelto per la sperimentazione

2 Colloqui disinvolti nel carcere di Padova: ai boss veniva consentito anche di incontrare persone sotto inchiesta del proprio clan

3 Pagarono 50 euro al medico per falsi certificati: licenziati due Poliziotti penitenziari già sospesi

4 Migliorano le condizioni degli allievi a Cairo Montenotte. Il sindaco: bollite l''acqua

5 Arrestato ex Agente penitenziario dai Carabinieri: in casa teneva pistole, munizioni e paletta della Polizia Penitenziaria

6 Protesta nazionale dei Poliziotti penitenziari francesi: aggressioni continue, poco interesse da parte del Governo

7 Enrico Sbriglia: a Padova ci sono scandali perché qui si indaga. Nelle altre carceri c''è omertà e copertura

8 Ergastolano ordinava estorsioni e pestaggi dal carcere di Bologna: utilizzava il telefono del compagno di cella che era in semilibertà

9 Boss mafiosi nella stessa cella e a colloqui con le loro famiglie nello stesso momento: così impartivano ordini dal carcere di Padova

10 Carcere di Salerno: detenuti si lanciano olio bollente, Agente ferito con arma da taglio, telefonino e chiavetta usb


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 La resa e lo scioglimento della Polizia Penitenziaria: una scelta che avrà pesanti ricadute per lo Stato

2 Amministrazione di cartone o cartoni animati dell’Ammistrazione?

3 Visite medico-fiscali: il Re, il Giullare e i cetrioli che volano

4 Se San Basilide volesse farci una grazia, accetteremmo volentieri il passaggio agli Interni

5 In ricordo del Sovrintendente Capo Italo Giovanni Corleone

6 In ricordo dell’assistente capo Salvatore De Luca

7 Gli ex-terroristi salgono in cattedra nelle carceri, nel tentativo di mettere il bavaglio ai poliziotti che protestano

8 Una riforma necessaria: dalla sentenza Torreggiani ad oggi

9 Giuseppe Lorusso, Agente del Corpo degli Agenti di Custodia, ucciso dai terroristi di Prima Linea il 19 gennaio 1979 a Torino

10 Videoconferenze tra DAP e periferia: ogni tanto una buona notizia