Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Lanciò sangue infetto da HIV ai Poliziotti penitenziari: inizia il processo al detenuto transessuale

Polizia Penitenziaria - Lanciò sangue infetto da HIV ai Poliziotti penitenziari: inizia il processo al detenuto transessuale


Notizia del 29/05/2016 - BELLUNO
Letto (1212 volte)
 Stampa questo articolo


Sangue infetto sugli agenti. Un brasiliano di 34 anni era detenuto nella sezione transessuali del carcere di Baldenich. I ragazzi della Polizia Penitenziaria dovevano usare particolari cautele nei suoi confronti, perché sieropositivo. In un giorno di primavera, questo sudamericano era più agitato di altre volte. Addirittura intrattabile. Voleva qualcosa che non poteva assolutamente ricevere e, dalle iniziali insistenze, è passato a qualcosa di molto più pericoloso. Sia per se stesso che per coloro che dovevano occuparsi di lui, durante il loro normale turno di lavoro.

Ha impugnato una lametta da barba e si è tagliato le vene di un polso. Non era un tentativo di togliersi la vita, ma di minacciare chi gli negava quello che riteneva fosse un suo preciso diritto. Sono cinque gli agenti, che non avevano accettato di fare qualcosa contrario ai loro doveri di servizio e così si sono visti investire da schizzi di sangue infetto. Soprattutto al viso, la zona meno protetta dalla divisa del loro corpo.

Alla fine riusciranno a immobilizzare il detenuto e a portarlo in infermeria, per fargli medicare il polso sanguinante, prima di riportarlo nella sua cella.

Dovranno fare tutta una serie di esami medici, compreso naturalmente il test dell’Hiv, per verificare di non essere stati contagiati dal sangue. Da quanto si sa, il pericolo c’è effettivamente stato, ma per fortuna non si è concretizzato. Il brasiliano è stato denunciato per violenza o minaccia a pubblico ufficiale e ha dovuto affidarsi all’avvocato Tiziani, che lo difenderà nel processo penale, che comincerà lunedì prossimo, davanti al giudice Coniglio. Le parti offese sono i cinque agenti della Polizia Penitenziaria, che non si sono costituiti parte civile, in maniera da ottenere un risarcimento danni, ma saranno sicuramente sentiti, in maniera da ricostruire la vicenda.

Saranno proprio loro a dire che cosa volesse il detenuto, perché gliel’abbiano negato, malgrado insistesse e i motivi di una sua reazione tanto improvvisa quanto inaspettata, oltre che molto pericolosa.

corrierealpi

Detenuto con HIV si ferisce con una lametta e getta sangue addosso agli Agenti Penitenziari che non gli davano una sigaretta

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE VENETO
Statistiche carceri Regione Veneto







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

3 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

4 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

5 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

6 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

7 Tentativo di rivolta dei detenuti magrebini nel carcere di Prato: bloccato accesso alla terza sezione con brande

8 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi

9 Tenta di evadere dall''ospedale: detenuto ricoverato strattona gli Agenti e si da alla fuga

10 Poliziotto penitenziario aggredito con bastoni da detenuto nel carcere di Napoli Secondigliano


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Antonio Muredda, Agente di Custodia ucciso il 22 agosto 1983

2 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

3 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

4 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

5 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

6 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

9 Le proteste pretestuose

10 Evasioni ... troppo facile scaricare sempre la colpa su di noi!