Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Lo stipendio dei mafiosi in carcere? Intercettazioni confermano che arrivano ancora dalle estorsioni

Polizia Penitenziaria - Lo stipendio dei mafiosi in carcere? Intercettazioni confermano che arrivano ancora dalle estorsioni


Notizia del 02/02/2018 - PALERMO
Letto (1455 volte)
 Stampa questo articolo


Se un boss finisce in carcere spetta ai mafiosi in libertà farsi carico delle necessità delle famiglie dei detenuti. Sono le intercettazioni a confermare che a Bagheria la regola di Cosa nostra veniva rispettata alla lettera. Nel febbraio 2015 le cimici registrano la conversazione nella sala colloqui del carcere Ucciardone fra Paolo e Rosaria Liga. Sono entrambi finiti in cella nel blitz dei carabinieri di martedì scorso.

Il fratello invita la sorella a mettersi in contatto con Carmelo D'Amico, uomo d'onore della famiglia di Bagheria, arrestato lo scorso ottobre dopo essere stato condannato in promo grado a dieci anni. È quest'ultimo a doversi fare carico di tutte le necessità economiche di Pino Scaduto, zio dei Liga e anziano capomafia di Bagheria, a lungo detenuto e di nuovo arrestato nei mesi scorsi.

“... gli dici che parla con Carmelo D'Amico - spiega Paolo Liga - piglia e ce li fai leggere”. Si riferisce ai “vaglia che gli ha fatto la mamma”. La madre dei Liga, sorella del capomafia, ha fatto avere dei soldi al fratello e adesso aspetta il “rimborso”. Presto ci saranno altre altre spese da sostenere visto che la donna ha in programma di partire per un colloquio con Scaduto: “... e quando ci vuole andare... dallo zio Pino quando ci vuole andare?”. Rosaria Liga risponde: “A marzo... per ora là c'è la neve...”.

Nei giorni successivi è Riccardo De Lisi, pure lui arrestato nel recente blitz, a contattare D'Amico: “Buongiorno Riccardo... sei sempre nel mio cuore, ma tu mi hai abbandonato...”. Risposta: “... non dire fesserie... io non abbandono a nessuno...”.

Scaduto non è il solo mafioso a godere della mutua di Cosa Nostra. Stessa cosa avviene per le famiglie dei Liga, di Leonardo e Nicolò Greco, e di Nicolò Eucaluiptus, nomi storici del mandamento mafioso. Ne discutono in macchina Pasquale Di Salvo, ex autista di Giovanni Falcone e oggi pentito, e Andrea Militello, arrestati ormai da tempo. Di Salvo: “A Nicola, a Nardo, a Nicola Eucaliptus, a Nicola il Greco, a Pinuzzu... ho mandato a tutti cinquecento euro io... ai palermitani a quelli di Ciminna”. I soldi da dove arrivano? Pochi dubbi: dalle estorsioni.

STATISTICHE CARCERI REGIONE SICILIA
Statistiche carceri Regione Sicilia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria: accorpamento nella Polizia di Stato o nei Carabinieri?

2 Polizia Penitenziaria: accorpamento non si farà, ecco perchè

3 Il boss e il pentito si incrociano in aereo: la Polizia Penitenziaria evita alo scontro fisico tra i due

4 Corte Cassazione: Sciopero della fame detenuti è un''azione dimostrativa di scontro e di ostilità verso le istituzioni

5 Rapporto Ragioneria Generale dello Stato: dipendenti statali meno 7,2 per cento. Polizia Penitenziaria meno trentacinque per cento!

6 Ancora due Agenti penitenziari aggrediti da detenuto nel carcere di Rebibbia

7 Riforma ordinamento penitenziaria: anche l''Associazione Nazionale Funzionari del Trattamento contro i progetti del Governo

8 Comunicato DAP: la solidarietà a Luca Traini in carcere è una notizia priva di fondamento

9 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

10 Il carcere è troppo duro per Michele Zagaria: il suo avvocato dice che il 41-bis lo deprime


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il nuovo ruolo degli Ispettori con carriera a sviluppo direttivo

2 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

3 La riforma dell’ordinamento penitenziario: osservazioni e considerazioni

4 Ma chi siamo?

5 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

6 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo

7 Nuova circolare Dap per uso dei social: regole deontologiche, immagine e decoro. (o nascondere degrado, incuria e abbandono?)

8 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

9 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

10 Il piano del Governo per svuotare le carceri: benefici anche per reati gravi e senza il parere della Direzione Nazionale Antimafia