Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Maltempo:detenuti di Rebibbia e Sulmona spalano la neve per liberare le strade

Notizia del 10/02/2012 - ROMA

Maltempo:detenuti di Rebibbia e Sulmona spalano la neve per liberare le strade

letto 1538 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

Detenuti in prima linea nel fronteggiare l'emergenza maltempo, vanghe e pale alla mano per liberare le strade dalla neve. Accade a Roma e Sulmona dove, in affiancamento a personale dell'Ama, i detenuti stanno pulendo le strade della Capitale adiacenti il Campidoglio, mentre a Sulmona sono impiegati nelle vie cittadine.

"Peccato - sottolinea tuttavia Donato Capece, segretario generale del Sindacato autonomo polizia penitenziaria (Sappe) - che la percentuale di ristretti coinvolti, 6 a Roma e 10 a Sulmona, e' assolutamente minimale rispetto ai detenuti presenti in carcere." Il Sappe ritiene infatti "si debba investire di piu' per impiegare i detenuti, piu' in generale, in iniziative di recupero del patrimonio ambientale e in attivita' lavorative durante la detenzione, specie potenziando i Reparti di Polizia Penitenziaria che sono carenti di agenti. Il lavoro rappresenta certamente il primo e piu' importante elemento del trattamento ed incide anche sulla sicurezza.

In Germania, ad esempio - sottolinea il sindacato - tutte le strutture penitenziarie tedesche hanno un bilancio in attivo proprio grazie al fatto che la maggioranza dei detenuti lavorano e che, quindi, non starebbero in cella ad oziare tutto il giorno, facendo anche venir meno le situazioni critiche che si registrano ogni giorno nei penitenziari''. "I detenuti hanno prodotto danni alla societa' con i loro crimini e reati? Bene - sottolinea Capece - la ripaghino concretamente, imparando anche un mestiere che potrebbe essere loro utile una volta tornati in liberta'".

Adnkronos

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Poliziotto penitenziario blocca rapinatore: aveva appena rubato uno zainetto ad un vigilantes

2 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

3 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

4 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

5 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

6 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

7 Tenta di evadere dall''ospedale: detenuto ricoverato strattona gli Agenti e si da alla fuga

8 Due detenuti non rientrano dai permessi nel carcere minorile di Torino

9 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

10 Como, il restyling del carcere austriaco abbandonato dopo il trasloco al Bassone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Michele Gaglione: Agente di Polizia Penitenziaria, ucciso dalla camorra il 7 agosto 1992

2 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

3 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

4 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

5 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

6 Noi, vittime della Torreggiani

7 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

8 Come ci è stato scippato l’Ente Orfani trasformato in Ente di Assistenza di tutti, gestito da pochi

9 L’estate del detenuto

10 Evasioni ... troppo facile scaricare sempre la colpa su di noi!