Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Meccanico e calciatore professionista ma venivano pagati anche come poliziotti penitenziari: "solo la punta dell’’iceberg" rivelano gli investigatori

Polizia Penitenziaria - Meccanico e calciatore professionista ma venivano pagati anche come poliziotti penitenziari:


Notizia del 30/04/2015 - PADOVA
Letto (6155 volte)
 Stampa questo articolo


A Ruvo di Puglia, nel quartiere popolare dove vive e lavora, è Mimmo il meccanico. A Padova, fra i raggi del supercarcere Due Palazzi, è invece la guardia D., agente di Polizia Penitenziaria colpito da lombosciatalgia dal luglio dello scorso anno. Tre settimane fa i carabinieri in borghese l’hanno trovato chino sotto un’Opel Zafira, intento a riparare lo sterzo della macchina. Le mani nere, il cric, la tuta da meccanico. Quando gli investigatori sono entrati nella sua officina fingendosi clienti, Mimmo ha grugnito come fa chi è impegnato in uno sforzo. «Inequivocabile la sua attività», hanno sottoscritto. Come confermano i vicini di casa: «Mimmo è l’unico meccanico della zona». A Ruvo di Puglia nessuno sa infatti che è un agente in servizio a Padova, stipendiato e malato.

Il calciatore

Così va a Ruvo. Ma lo stesso succede in un paesino del Padovano, dove un’altra guardia carceraria del Due Palazzi si è messa in malattia per gli stessi problemi alle gambe. Anche lui a casa da mesi. Nel corso dei quali gli inquirenti, alle prese con la desolante realtà del supercarcere, hanno trovato il modo di sorridere. É successo quando l’hanno visto su un campo di calcio. Scattava, correva, ripartiva, tirava. Non era una partita fra scapoli e ammogliati. No, campionato di Promozione. Allenamenti, partita domenicale, agonismo. Una cosa seria, insomma, seppure dilettantistica.

Gli indagati

Ma Mimmo e il collega non sono gli unici casi di falsi malati del penitenziario di massima sicurezza veneto. Il pm Sergio Dini, che sulla vicenda ha aperto un’inchiesta, al momento ne ha iscritti dodici e nello stesso fascicolo ha infilato anche i nomi di cinque medici. Sono i dottori compiacenti, che hanno certificato l’«epidemia» del Due Palazzi. Gli inquirenti hanno fatto due conti: dal 2012 le guardie indagate hanno fatto mediamente 70 giorni all’anno di assenza per patologie fantasma. Centinaia i certificati sequestrati, distribuiti nel corso dell’anno con una densità particolare su alcune date: 8 e 23 dicembre, periodo Pasquale, intorno di Ferragosto. Molto gettonati anche i sabati e i lunedì. «Chiaro, il ponte è sacro», ironizza l’investigatore. «Stiamo parlando della punta di un iceberg. Questo è certamente un fenomeno molto diffuso e non solo nel carcere di Padova... e poi si lamentano perché ci sono pochi agenti rispetto ai detenuti».

Il trasferito

Caso estremo è quello di un agente trasferito a Tolmezzo, verso il confine di Nord Est. Una scelta che il soggetto in questione non ha gradito. Al punto che nel carcere del piccolo centro della provincia di Udine la guardia non è si mai vista. Il suo medico gli ha coperto l’intero periodo con una serie di certificati rinnovati puntualmente ad ogni scadenza. Talvolta non serviva nemmeno andare in ambulatorio. Tutto al telefono, intercettato. «Buongiorno dottore, sono scoperto per due giorni, può farmi fa un certificato?». «Cosa metto?». «Lombosciatalgia».

corriere.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE VENETO
Statistiche carceri Regione Veneto







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Assunzioni in Polizia Penitenziaria, Orlando: per il 2017 altri 305 Agenti assunti in aggiunta a quelli già previsti

2 In fuga ed è pericoloso: arrestato dopo sparatoria con la Polizia di Stato, piantonato in ospedale riesce a fuggire

3 Detenuto evade da ospedale: arrestato dopo qualche ora

4 Poliziotto penitenziario blocca rapinatore: aveva appena rubato uno zainetto ad un vigilantes

5 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

6 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

7 Baby boss nelle carceri minorili: M5S conto i 25enni nelle carceri minorili

8 Detenuto frattura un dito ad Ispettore di Polizia Penitenziaria di Imperia: non voleva rientrare dalle celle aperte

9 Il Gip archivia le accuse contro gli Agenti penitenziari di Trento: non ci furono maltrattamenti nei confronti dei detenuti

10 Isola di Santo Stefano: inaugurata elisuperfice per iniziare il restauro del carcere


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Michele Gaglione: Agente di Polizia Penitenziaria, ucciso dalla camorra il 7 agosto 1992

2 In memoria dell''Appuntato del Corpo degli Agenti di Custodia Nerio Fischione, ucciso a Brescia durante tentativo di evasione nel 1974

3 Stabilimento balneare di Roma-Maccarese: quando la Polizia Penitenziaria è ospite (indesiderato) a casa sua.

4 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

5 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

6 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle “veline”.

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

9 Come ci è stato scippato l’Ente Orfani trasformato in Ente di Assistenza di tutti, gestito da pochi

10 Carceri al collasso. La soluzione? Uova, uova di quaglia per tutti