Dicembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2017  
  Archivio riviste    
Medico accusato di falsa perizia a detenuto: ma il Tribunale del riesame lo scagiona

Polizia Penitenziaria - Medico accusato di falsa perizia a detenuto: ma il Tribunale del riesame lo scagiona


Notizia del 10/05/2013 - ROMA
Letto (1802 volte)
 Stampa questo articolo


Era finito agli arresti con l'accusa di aver redatto una falsa perizia medica per evitare il carcere a un boss, ma proprio grazie alla sua diagnosi il detenuto è stato curato ed ha evitato la morte. E' la vicenda che vede come protagonista il cardiologo Alfonso Sestito, originario della Calabria ma residente a Roma, dove esercita la professione.

Sestito è indagato nell'ambito di un'inchiesta della procura di Roma, che nei mesi scorsi ha portato all'arresto di otto tra medici ed avvocati che, attraverso false perizie, avrebbero procurato sconti di pene a criminali e ricoveri in strutture ospedaliere ai detenuti. Il professionista ha sempre respinto gli addebiti, sostenendo di aver redatto la sua perizia "secondo scienza e coscienza", e lo stesso giudice delle indagini preliminari che ne ha disposto gli arresti domiciliari li ha revocati dopo tre giorni, prevedendo l'obbligo di dimora. Misura cautelare che è stata poi cancellata dal tribunale del riesame, che nei giorni scorsi ha rimesso Sestito in libertà.

Oggi i legali del medico - che auspicano il riconoscimento della "totale innocenza" del loro assistito - sottolineano quella che, a loro avviso, è una situazione paradossale: Sestito è finito agli arresti per una presunta falsa perizia che invece non solo era vera, ma ha salvato la vita al detenuto che è accusato di aver favorito. A questi, infatti, è stata diagnosticata "una rara forma di ischemia miocardica , uno stato pre-infartuale, che è stato confermato dalla clinica dove é stato ricoverato ed ha eseguito la coronografia". Si tratta, sempre ad avviso dei difensori del medico, di una "rara ma grave" patologia, "che se non riconosciuta e curata adeguatamente, può evolvere nel medio termine verso l'infarto e portare quindi a morte improvvisa nel 10% dei casi". Invece, "la pronta e puntuale diagnosi ha salvato la vita al detenuto".

Certificati medici falsi per far uscire di galera boss mafiosi: arresti nella Capitale

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Si è tolto la vita impiccandosi il Poliziotto penitenziario accusato dalla figlia di averla violentata

2 Forze dell’Ordine, arriva il Taser. Ecco il modello scelto per la sperimentazione

3 Colloqui disinvolti nel carcere di Padova: ai boss veniva consentito anche di incontrare persone sotto inchiesta del proprio clan

4 Pagarono 50 euro al medico per falsi certificati: licenziati due Poliziotti penitenziari già sospesi

5 Arrestato ex Agente penitenziario dai Carabinieri: in casa teneva pistole, munizioni e paletta della Polizia Penitenziaria

6 Migliorano le condizioni degli allievi a Cairo Montenotte. Il sindaco: bollite l''acqua

7 Protesta nazionale dei Poliziotti penitenziari francesi: aggressioni continue, poco interesse da parte del Governo

8 Enrico Sbriglia: a Padova ci sono scandali perché qui si indaga. Nelle altre carceri c''è omertà e copertura

9 Movimento cinque stelle: il decreto di riforma dell''ordinamento penitenziario serve a smantellare il 4-bis, un regalo ai detenuti pericolosi

10 Ergastolano ordinava estorsioni e pestaggi dal carcere di Bologna: utilizzava il telefono del compagno di cella che era in semilibertà


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 La resa e lo scioglimento della Polizia Penitenziaria: una scelta che avrà pesanti ricadute per lo Stato

2 Visite medico-fiscali: il Re, il Giullare e i cetrioli che volano

3 Dopo dieci anni di blocco contrattuale, un rinnovo da sfigati ... un misero caffè al giorno

4 Se San Basilide volesse farci una grazia, accetteremmo volentieri il passaggio agli Interni

5 In ricordo del Sovrintendente Capo Italo Giovanni Corleone

6 Giuseppe Lorusso, Agente del Corpo degli Agenti di Custodia, ucciso dai terroristi di Prima Linea il 19 gennaio 1979 a Torino

7 Una riforma necessaria: dalla sentenza Torreggiani ad oggi

8 Lotta alle mafie: le parole di chi non ha omesso il carcere e la Polizia Penitenziaria

9 Il servizio di tutoring e la beneficienza all''amministrazione

10 Il martirio di Germana Stefanini