Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Ministro Cancellieri difenda l'onorabilità della Polizia Penitenziaria: appello del Sappe

Polizia Penitenziaria - Ministro Cancellieri difenda l'onorabilità della Polizia Penitenziaria: appello del Sappe


Notizia del 08/08/2013 - ROMA
Letto (2116 volte)
 Stampa questo articolo


''Mi appello al Ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri perche' tuteli e difenda l'onorabilita' del Corpo di Polizia Penitenziaria ed in particolare del Reparto in servizio nel carcere di Parma. Non e' possibile assistere, leggere e ascoltare periodicamente dichiarazioni francamente inaccettabili di violenze in carcere in danno di detenuti". Lo afferma Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe.

"Il Sappe non accetta che - senza alcuna prova - al nostro delicato e duro lavoro si associno parole come violenza, indifferenza e cinismo, persino di tortura. Noi, che rappresentiamo il primo e piu' rappresentativo Sindacato della Polizia Penitenziaria, siamo i primi a chiedere che il carcere sia una casa di vetro, perche' non abbiamo nulla da nascondere. Non l'avevamo con le presunte torture a Bernardo Provenzano, non l'abbiamo oggi con le altrettanto fantasiose violenze contro il detenuto barese Antonio Battista", prosegue Capece,. ''Chiediamo al ministro della Giustizia Cancellieri di prendere immediata posizione su questo grave fatto -aggiunge Capece- Lei o uno dei due sottosegretari alla Giustizia, che peraltro ad oggi non e' ben chiaro quale delega abbiano in materia di Polizia Penitenziaria. Dai vertici del Dap non ci aspettiamo nulla, ma dall'autorita' politica si'".

"I poliziotti e le poliziotte penitenziari italiani hanno salvato negli ultimi vent'anni decine di migliaia di vite umane in carcere -rivendica Capece- intervenendo tempestivamente e salvando la vita a chi ha tentato di suicidarsi (impiccandosi alle sbarre della finestra, inalando gas da bombolette di butano che si continuano a far detenere nonostante la loro pericolosita', avvelenandosi con farmaci, droghe o detersivi, soffocandosi con un sacco infilato in testa) e impedendo che atti di autolesionismo potessero degenerare ed ulteriori avere gravi conseguenze". "Altro che torture, a Parma o in qualsiasi altro carcere italiano -rimarca il sindacalista- E' importante per il Paese conoscere il lavoro svolto dai poliziotti penitenziari, e' importante che la Societa' riconosca e sostenga l'attivita' risocializzante della Polizia Penitenziaria e ne comprenda i sacrifici sostenuti per svolgere tale attivita', garantendo al contempo la sicurezza all'interno e all'esterno degli Istituti.

"Il nostro Corpo e' costituito da persone che nonostante l'insostenibile, pericoloso e stressante sovraffollamento credono nel proprio lavoro, che hanno valori radicati e un forte senso d'identita' e d'orgoglio. Persone che lavorano ogni giorno, nel silenzio e tra mille difficolta' ma con professionalita', umanita', competenza e passione nel dramma delle sezioni detentive italiane", conclude Capece.

Adnkronos

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Droga in carcere: poliziotto incastrato da una microspia nei gradi

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

7 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

8 Perseguitava ex capo scorta di Alfano. Poliziotto penitenziario condannato a 3 anni di reclusione

9 La frutta non ci piace». Scattano violenza e intimidazioni da parte dei detenuti al 41 bis

10 Gratteri: “Campi di lavoro per i mafiosi se vogliono mangiare”


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Raffaele Cinotti: in memoria del Vice Brigadiere degli Agenti di Custodia, ucciso a Roma il 7 aprile del 1981

5 Le caserme (quasi) gratis della Polizia Penitenziaria

6 Sempre un passo indietro... perchè la Polizia Penitenziaria non sta al livello degli altri

7 Le garanzie costituzionali per le perquisizioni personali

8 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

9 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

10 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico