Marzo 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2017  
  Archivio riviste    
Ministro Severino: Colloqui in carcere con Provenzano già trasmessi all'autorità giudiziaria

Polizia Penitenziaria - Ministro Severino: Colloqui in carcere con Provenzano già trasmessi all'autorità giudiziaria


Notizia del 10/08/2012 - ROMA
Letto (2057 volte)
 Stampa questo articolo


«Sono state segnalate all'autorità giudiziaria le relazioni di servizio in cui si faceva riferimento a colloqui parlamentari-detenuti in regime di 41 bis». Lo riferisce in una nota il ministero della Giustizia a proposito della vicenda - rivelata dal Corriere della Sera - che ha visto interessati due parlamentari presso istituti penitenziari in cui sono reclusi detenuti in regime di 41 bis. Il ministro Paola Severino «già da giorni ha verificato che le relazioni di servizio nelle quali si segnalavano le peculiarità dei colloqui fossero state trasmesse all'autorità giudiziaria competente, ricevendone conferma».

LA NOTA - Nella nota si aggiunge che quindi, «sempre dallo scorso 3 agosto, il Guardasigilli ha dato disposizione» all'Ufficio di gabinetto del ministero affinchè, attraverso il capo del Dap i direttori degli istituti «fossero sensibilizzati a una puntuale osservanza delle disposizioni previste dall'articolo 67 dell'ordinamento penitenziario che regola le visite dei parlamentari negli istituti penitenziari, sollecitando l'intervento diretto o l'interruzione della conversazione qualora essa travalichi i limiti della visita e si trasformi in colloquio su procedimenti in corso».
 
LE REAZIONI - E l'articolo pubblicato dal Corriere della Sera ha suscitato un vespaio di polemiche, inducendo il ministro a questo chiarimento. «Sconcerta il tour carcerario con incontri con boss di Cosa Nostra da parte di parlamentari di sinistra. C'è un altro capitolo da scoprire dopo quello che investe Scalfaro, Conso e Mancino? Il ministro Severino chiarisca subito cosa è successo», dice il capogruppo del Pdl al Senato Maurizio Gasparri secondo il quale «potremmo essere di fronte ad un abuso delle prerogative parlamentari per finalità misteriose e inquietanti, soprattutto se ricollegate a precedenti vicende del senatore che ha incontrato i boss». E ha rincarato Gaetano Quagliariello, vicecapogruppo vicario del Pdl al Senato: «Sull'uso e abuso dello strumento del pentitismo e sul rischio di inquinamento derivante da operazioni improprie in questi anni abbiamo visto molto, ma evidentemente non avevamo ancora visto tutto. La notizia di un 'tour' nelle carceri italiane in una sorta di colloqui investigativi con boss della criminalità organizzata come Provenzano, Graviano, Bidognetti e Cinà per sollecitarli a diventare collaboratori di giustizia, prospettando anche i vantaggi che la legge attribuisce ai figli dei pentiti, è sconcertante».
 
Corriere.it
STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Concorso per 540 allievi di Polizia Penitenziaria: domanda entro l’8 maggio

2 Il Consiglio di Stato boccia il riordino in due punti: sovrintendenti e Luogotenente senza criterio

3 Due Agenti della Polizia Penitenziaria delle scorte soccorrono una bambina in preda ad una crisi epilettica

4 Fuorni. Bomba in carcere, si indaga. Oggi la protesta dei Poliziotti Penitenziari

5 Prato, agente di Polizia Penitenziaria insegue scippatore e lo fa arrestare

6 Intimidazioni alla Polizia Penitenziaria: forate le ruote delle auto del Corpo a Cagliari

7 Torino, agente penitenziario si porta a casa il rame dei condizionatori

8 Seminfermo di mente e pericoloso omicida fuge da REMS: è il terzo caso in poche settimane

9 Igor il russo, l''ex compagno di cella: E'' diventato Ezechiele dopo la conversione

10 Grappa artigianale preparata dai detenuti nel carcere di Bologna


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Servizio di polizia stradale: la penitenziaria è la più temuta tra le forze dell''ordine!

2 Un anno fa ci lasciava Nicola Caserta

3 Riordino delle carriere: arriva l’ok anche del Consiglio di Stato

4 Riordino delle carriere: buono l’esito delle consultazioni dei sindacati e dei Co.Ce.r. presso le commissioni parlamentari

5 Francesco Di Cataldo: in memoria del Maresciallo Maggiore degli Agenti di Custodia ucciso dalle BR a Milano il 20 aprile 1978

6 Riordino delle carriere. Analisi della situazione dei Sovrintendenti

7 Riordino: una proposta per le nuove insegne di qualifica della Polizia Penitenziaria

8 Accreditati 320 euro di bonus . Ora si attende il Decreto per le funzioni direttive a marescialli e ispettori

9 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

10 Riordino delle carriere: analisi dei contenuti del parere favorevole del Consiglio di Stato