Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Minorile del Pratello, l'ex direttrice Ziccone: era la Polizia Penitenziaria che doveva denunciare

Polizia Penitenziaria - Minorile del Pratello, l'ex direttrice Ziccone: era la Polizia Penitenziaria che doveva denunciare


Notizia del 06/08/2012 - BOLOGNA
Letto (2857 volte)
 Stampa questo articolo


“Nulla è rimasto nel mio cassetto quando dirigevo il carcere”. Paola Ziccone, la ex direttrice dell’istituto minorile del Pratello a Bologna sintetizza così la sua reazione. Le è appena stato notificato un avviso di fine indagine per il reato di omessa denuncia per 35 vicende di soprusi, violenze e danneggiamenti da parte dei giovani detenuti. Ma adesso passa al contrattacco e a ilfattoquotidiano.it racconta la sua versione. “Io le varie segnalazioni le ho fatte all’autorità competente, il magistrato di sorveglianza, dove vanno a finire tutti i verbali dei consigli di disciplina”.
 
Per Paola Ziccone il dovere di denunciare quelle vicende spettava alla Polizia Penitenziaria e al suo capo, Aurelio Morgillo, anch’egli indagato per lo stesso reato di omessa denuncia. “È la Polizia Penitenziaria che deve fare denuncia di reato, anche perché all’interno dell’istituto sono anche polizia giudiziaria. Addirittura – spiega Ziccone – nei moduli con cui la polizia fa denuncia alla Procura non c’è neppure lo spazio per una firma del direttore”.
 
Poi l’ex direttrice lancia una frecciata all’altro indagato, Aurelio Morgillo, capo degli agenti: “Come mai questi episodi partono solo da quando arriva Morgillo a inizio 2010? Come mai prima, quando io ero direttrice, non succedeva e l’ultima ispezione del 2008 segnalava una gestione corretta?”.
 
Infine la ex direttrice ricorda che “il procuratore per i minori Ugo Pastore sollevò la questione con gli agenti nel marzo 2011 e scrisse a Morgillo spiegandogli che a lui non arrivavano le denunce della Polizia Penitenziaria”.
 
Ora Ziccone, che si dice anche sorpresa per l’iscrizione a registro degli indagati di quasi tutto il personale in carica in quei mesi, “anche di una dottoressa che era nell’istituto per una sostituzione”, aspetta di capire come muoversi e se presentarsi di fronte al sostituto procuratore Antonello Gustapane per essere sentita per la prima volta . “Devo scegliere ancora il legale”.
 
Tuttavia il Sappe, sindacato di Polizia Penitenziaria, in un comunicato difende i 24 agenti indagati, più il capo, Morgillo. Per loro era sostanzialmente Ziccone che doveva denunciare. “Gli agenti hanno riferito ai vertici della struttura gli illeciti e già questo basterebbe a scagionarli”.
 
Sono diversi i punti che ancora rimangono oscuri in questa vicenda. Uno riguarda il caso diviolenza sessuale ai danni di un ragazzino da parte di due altri detenuti avvenuto il 6 settembre 2011 (quando già la Ziccone era stata rimossa). Per aver omesso la denuncia di questo fatto è finito tra gli indagati il solo ispettore Morgillo e nessun altro: né educatori, né altri agenti, né il nuovo direttore entrato in carica al posto della Ziccone. Negli altri casi precedenti di “disordini” nel carcere, vengono invece accusati di omissione agenti, educatori e la stessa direttrice Ziccone.
 
Il perché di questa differenza potrebbe ritrovarsi nell’esistenza di un’altra inchiesta parallela, aperta (e non ancora chiusa) sempre dalla procura ordinaria di Bologna, più incentrata sulla vicenda dellostupro e dei mesi successivi alla rimozione della Ziccone.
 
STATISTICHE CARCERI REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Statistiche carceri Regione Emilia-Romagna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 Poliziotto penitenziario blocca rapinatore: aveva appena rubato uno zainetto ad un vigilantes

3 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

4 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

5 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

6 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

7 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

8 Tenta di evadere dall''ospedale: detenuto ricoverato strattona gli Agenti e si da alla fuga

9 Due detenuti non rientrano dai permessi nel carcere minorile di Torino

10 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Michele Gaglione: Agente di Polizia Penitenziaria, ucciso dalla camorra il 7 agosto 1992

2 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

3 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

4 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

5 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

6 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

9 Come ci è stato scippato l’Ente Orfani trasformato in Ente di Assistenza di tutti, gestito da pochi

10 L’estate del detenuto