Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Minorile del Pratello, l'ex direttrice Ziccone: era la Polizia Penitenziaria che doveva denunciare

Polizia Penitenziaria - Minorile del Pratello, l'ex direttrice Ziccone: era la Polizia Penitenziaria che doveva denunciare


Notizia del 06/08/2012 - BOLOGNA
Letto (2960 volte)
 Stampa questo articolo


“Nulla è rimasto nel mio cassetto quando dirigevo il carcere”. Paola Ziccone, la ex direttrice dell’istituto minorile del Pratello a Bologna sintetizza così la sua reazione. Le è appena stato notificato un avviso di fine indagine per il reato di omessa denuncia per 35 vicende di soprusi, violenze e danneggiamenti da parte dei giovani detenuti. Ma adesso passa al contrattacco e a ilfattoquotidiano.it racconta la sua versione. “Io le varie segnalazioni le ho fatte all’autorità competente, il magistrato di sorveglianza, dove vanno a finire tutti i verbali dei consigli di disciplina”.
 
Per Paola Ziccone il dovere di denunciare quelle vicende spettava alla Polizia Penitenziaria e al suo capo, Aurelio Morgillo, anch’egli indagato per lo stesso reato di omessa denuncia. “È la Polizia Penitenziaria che deve fare denuncia di reato, anche perché all’interno dell’istituto sono anche polizia giudiziaria. Addirittura – spiega Ziccone – nei moduli con cui la polizia fa denuncia alla Procura non c’è neppure lo spazio per una firma del direttore”.
 
Poi l’ex direttrice lancia una frecciata all’altro indagato, Aurelio Morgillo, capo degli agenti: “Come mai questi episodi partono solo da quando arriva Morgillo a inizio 2010? Come mai prima, quando io ero direttrice, non succedeva e l’ultima ispezione del 2008 segnalava una gestione corretta?”.
 
Infine la ex direttrice ricorda che “il procuratore per i minori Ugo Pastore sollevò la questione con gli agenti nel marzo 2011 e scrisse a Morgillo spiegandogli che a lui non arrivavano le denunce della Polizia Penitenziaria”.
 
Ora Ziccone, che si dice anche sorpresa per l’iscrizione a registro degli indagati di quasi tutto il personale in carica in quei mesi, “anche di una dottoressa che era nell’istituto per una sostituzione”, aspetta di capire come muoversi e se presentarsi di fronte al sostituto procuratore Antonello Gustapane per essere sentita per la prima volta . “Devo scegliere ancora il legale”.
 
Tuttavia il Sappe, sindacato di Polizia Penitenziaria, in un comunicato difende i 24 agenti indagati, più il capo, Morgillo. Per loro era sostanzialmente Ziccone che doveva denunciare. “Gli agenti hanno riferito ai vertici della struttura gli illeciti e già questo basterebbe a scagionarli”.
 
Sono diversi i punti che ancora rimangono oscuri in questa vicenda. Uno riguarda il caso diviolenza sessuale ai danni di un ragazzino da parte di due altri detenuti avvenuto il 6 settembre 2011 (quando già la Ziccone era stata rimossa). Per aver omesso la denuncia di questo fatto è finito tra gli indagati il solo ispettore Morgillo e nessun altro: né educatori, né altri agenti, né il nuovo direttore entrato in carica al posto della Ziccone. Negli altri casi precedenti di “disordini” nel carcere, vengono invece accusati di omissione agenti, educatori e la stessa direttrice Ziccone.
 
Il perché di questa differenza potrebbe ritrovarsi nell’esistenza di un’altra inchiesta parallela, aperta (e non ancora chiusa) sempre dalla procura ordinaria di Bologna, più incentrata sulla vicenda dellostupro e dei mesi successivi alla rimozione della Ziccone.
 
STATISTICHE CARCERI REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Statistiche carceri Regione Emilia-Romagna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria: accorpamento nella Polizia di Stato o nei Carabinieri?

2 Polizia Penitenziaria: accorpamento non si farà, ecco perchè

3 Il boss e il pentito si incrociano in aereo: la Polizia Penitenziaria evita alo scontro fisico tra i due

4 Ancora due Agenti penitenziari aggrediti da detenuto nel carcere di Rebibbia

5 Riforma ordinamento penitenziaria: anche l''Associazione Nazionale Funzionari del Trattamento contro i progetti del Governo

6 Comunicato DAP: la solidarietà a Luca Traini in carcere è una notizia priva di fondamento

7 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

8 Il carcere è troppo duro per Michele Zagaria: il suo avvocato dice che il 41-bis lo deprime

9 Droga nelle parti intime per il compagno detenuto: scoperta ed arrestata dalla polizia

10 Carceri, la riforma rischia di slittare a dopo il voto. Troppe pene alternative


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il nuovo ruolo degli Ispettori con carriera a sviluppo direttivo

2 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

3 Il piano del Governo per svuotare le carceri: benefici anche per reati gravi e senza il parere della Direzione Nazionale Antimafia

4 Ma chi siamo?

5 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo

6 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

7 Nuova circolare Dap per uso dei social: regole deontologiche, immagine e decoro. (o nascondere degrado, incuria e abbandono?)

8 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

9 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

10 Il Castello è una macchina che funziona alla perfezione: se non fosse per quei granelli di sabbia