Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Mio padre comandava dal carcere: parla la figlia del boss Galatolo al processo

Polizia Penitenziaria - Mio padre comandava dal carcere: parla la figlia del boss Galatolo al processo


Notizia del 13/02/2014 - PALERMO
Letto (2235 volte)
 Stampa questo articolo


"Mio padre comandava dal carcere. Attraverso segni convenzionali ci diceva cosa dovevamo fare". Lo ha detto Giovanna Galatolo, neocollaboratrice di giustizia e figlia del boss Enzo, condannato per l'omicidio del generale Carlo Alberto dalla Chiesa e coinvolto nell'inchiesta sul fallito attentato dell'Addaura a Giovanni Falcone.

"Mio padre impartiva le sue direttive durante i colloqui - ha raccontato la figlia, sentita nel processo all'ex deputato Franco Mineo e ad Angelo Galatolo - Faceva pure telefonate dal carcere per parlare con i suoi familiari. Vivevano tutti nello stesso palazzo, quindi bastava parlasse con uno che parlava con tutti".

"Ho passato soldi di mio padre a Gaetano Galatolo e a suo figlio Angelo - ha detto - Questi soldi erano in parte di mio padre e in parte della famiglia mafiosa. Sia Gaetano che Angelo Galatolo tenevano rapporti con mio padre Enzo fino all'anno scorso". Il pm Piero Padova ha fatto alla collaboratrice domande anche sugli affari del clan, capace di investire fiumi di denaro.

La Direzione investigativa antimafia, nei mesi scorsi, su richiesta della Procura di Palermo ha disposto il sequestro preventivo di alcuni locali di proprietà di Mineo, che ospitano attività commerciali: si tratta del bar Nuova Esedra, di una merceria e del negozio di abbigliamento Vegard. Tutti gli immobili si trovano nel quartiere dell'Acquasanta, a Palermo, quello da cui proviene il politico che ha respinto sempre ogni accusa. "Il bar Esedra, che prima si chiamava Snoopy, era gestito da mio zio Giuseppe - ha raccontato la pentita - So che è rimasto nell'orbita di Cosa nostra anche dopo la sua cessione. So che mio cugino Angelo di Gaetano aveva interessi in questo bar. So che il negozio Vegard era di interesse di mio cugino Angelo". "Il bar Esedra è sempre stato della famiglia Galatolo - ha puntualizzato - Se è stato venduto, è stato ceduto a prestanome".

"Non voglio più stare nella mafia, perché ci dovrei stare? Solo perché mio padre è mafioso? No, non ci sto. Non voglio stare nell'ambito criminale. Né voglio trattare con persone indegne. Adesso che collaboro mi vogliono fare passare per prostituta. Io voglio dedicarmi solo a mia figlia". Giovanna Galatolo, figlia del boss dell'Acquasanta, Enzo, ha deciso di collaborare con la giustizia e volta le spalle alla sua famiglia. Le dichiarazioni della donna, che vuota il sacco per garantire un futuro migliore alla figlia minorenne, entrano per la prima volta in un processo.

Si tratta di quello che vede imputati Angelo Galatolo e Franco Mineo, ex deputato regionale di Grande Sud, accusato di intestazione fittizia di beni aggravata, peculato, malversazione ed usura. Mineo, secondo i pm avrebbe fatto da prestanome a Galatolo, esponente dell'omonima famiglia mafiosa dell'Acquasanta, al quale avrebbe versato gli affitti riscossi in alcuni locali commerciali. "Per gestire le attività della famiglia spesso si ricorre a prestanome", ha detto. "Mi ricordo - ha puntualizzato di un certo Mineo, un sindacalista, amico di Angelo Galatolo, il figlio di Gaetano".

Nel primo interrogatorio, a ottobre, la collaboratrice non aveva riconosciuto in foto Franco Mineo. "Ho visto passeggiare due volte Angelo con questo signore - ha spiegato - me lo sono ricordato dopo. So che sono ottimo amici, si sono messi insieme come società, come prestanome. Mi è stato chiesto pure di votare per Mineo, prima da Giovanni Galatolo, fratello di Angelo, poi anche Stefano Galatolo lo chiese a mio marito".

ANSA

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE SICILIA
Statistiche carceri Regione Sicilia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere

5 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini

10 Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

2 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

5 Rosario Di Bella, Sovrintendente Capo della Polizia Penitenziaria è deceduto. Lavorava nel carcere di Imperia

6 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

7 Focus su: batteri, virus e malattie infettive nella carceri. Poliziotti e detenuti a rischio contagio

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP

10 Qualcuno ci aiuti a fermare la strage!