Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Mobili distrutti e water divelti: caos al Beccaria

Polizia Penitenziaria - Mobili distrutti e water divelti: caos al Beccaria


Notizia del 12/02/2018 - MILANO
Letto (564 volte)
 Stampa questo articolo


Spiega Alfonso Greco, segretario regionale del Sappe: «La situazione al Beccaria resta allarmante. Cosa è cambiato al Beccaria con il passaggio al nuovo padiglione? Ben poco. Il Sappe deve infatti denunciare l'ennesimo evento di disordine all'interno dell'istituto».

Nella mattinata di sabato la Polizia Penitenziaria aveva trovato alcune dosi di droga al campo. Nel pomeriggio due detenuti hanno chiesto di partecipare all'attività di rugby, ma non erano nell'elenco e non sono potuti scendere: volevano recuperare la sostanza illecita. Dopo il rifiuto hanno cominciato a creare disordine e hanno trovato l'appoggio di altri detenuti. Una volta isolati, i due hanno continuato a minacciare gli agenti. Hanno distrutto alcuni mobili e staccato da terra un water. Per recuperare la situazione, sono intervenuti alcuni poliziotti fuori servizio. Uno di loro è rimasto ferito e ha sette giorni di prognosi. Uno dei due detenuti aveva aggredito un altro agente solo cinque giorni fa. «Erano giorni - continua il sindacato - che la Polizia Penitenziaria dichiarava a direzione e comandante che si stava perdendo il controllo». Il Sappe «chiede provvedimenti urgenti per questi due ristretti e per quelli che li hanno appoggiati nel creare disordini». Il segretario generale del sindacato, Donato Capece, denuncia: «La situazione, al Beccaria e nelle carceri della Lombardia, è sempre più tesa ed allarmante, nella indifferenza generale». Questi nel 2017 gli «eventi critici» nelle carceri della regione: 1.523 atti di autolesionismo, 137 tentati suicidi, 1.014 colluttazioni e 148 ferimenti. I suicidi sono stati 9 mentre i detenuti deceduti per cause naturali sono stati 7. Sono state infine 14 le evasioni da penitenziari lombardi da permesso premio e lavoro all'esterno. Per il primo sindacato della Polizia Penitenziaria, «lasciare le celle aperte più di 8 ore al giorno senza far fare nulla ai detenuti lavorare, studiare, essere impegnati in una qualsiasi attività è controproducente perché li lascia nell'apatia. Non riconoscerlo vuol dire essere demagoghi e ipocriti».

La proposta: «Sospendere la vigilanza dinamica. Sono infatti state smantellate le politiche di sicurezza delle carceri preferendo una vigilanza dinamica e il regime penitenziario aperto, con detenuti fuori dalle celle per almeno 8 ore al giorno con controlli sporadici e occasionali. E con detenuti di 25 anni che incomprensibilmente continuano a stare ristretti in carceri minorili».

 

fonte: ilgiornale.it

 

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria: accorpamento nella Polizia di Stato o nei Carabinieri?

2 Polizia Penitenziaria: accorpamento non si farà, ecco perchè

3 Il boss e il pentito si incrociano in aereo: la Polizia Penitenziaria evita alo scontro fisico tra i due

4 Corte Cassazione: Sciopero della fame detenuti è un''azione dimostrativa di scontro e di ostilità verso le istituzioni

5 Rapporto Ragioneria Generale dello Stato: dipendenti statali meno 7,2 per cento. Polizia Penitenziaria meno trentacinque per cento!

6 Ancora due Agenti penitenziari aggrediti da detenuto nel carcere di Rebibbia

7 Riforma ordinamento penitenziaria: anche l''Associazione Nazionale Funzionari del Trattamento contro i progetti del Governo

8 Comunicato DAP: la solidarietà a Luca Traini in carcere è una notizia priva di fondamento

9 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

10 Il carcere è troppo duro per Michele Zagaria: il suo avvocato dice che il 41-bis lo deprime


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il nuovo ruolo degli Ispettori con carriera a sviluppo direttivo

2 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

3 La riforma dell’ordinamento penitenziario: osservazioni e considerazioni

4 Ma chi siamo?

5 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

6 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo

7 Nuova circolare Dap per uso dei social: regole deontologiche, immagine e decoro. (o nascondere degrado, incuria e abbandono?)

8 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

9 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

10 Il piano del Governo per svuotare le carceri: benefici anche per reati gravi e senza il parere della Direzione Nazionale Antimafia