Dicembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2017  
  Archivio riviste    
Napoli: detenuti picchiati a Poggioreale, chiusa l''inchiesta 22 agenti indagati

Polizia Penitenziaria - Napoli: detenuti picchiati a Poggioreale, chiusa l''inchiesta 22 agenti indagati


Notizia del 15/08/2016 - NAPOLI
Letto (2410 volte)
 Stampa questo articolo


La Procura chiude con 23 indagati l'inchiesta aperta su presunti maltrattamenti ai danni di detenuti nel carcere di Poggioreale. I pm Giuseppina Loreto e Valeria Rametta hanno firmato nei giorni scorsi gli "avvisi" che hanno raggiunto 22 agenti di Polizia Penitenziaria e un medico. I fatti si riferiscono al periodo compreso fra la fine del 2012 e i primi mesi del 2014. All'attenzione dei magistrati sono finiti i racconti di sei reclusi, che hanno riferito di aver subito misure vessatorie e in alcuni casi anche schiaffi o botte inferte addirittura "con un bastone" da parte del personale. Agli atti anche il racconto di due detenuti che hanno sostenuto di essere stati condotti con la forza, attraversando un intero reparto, in una stanza vuota e priva di arredi denominata "cella zero". Un altro recluso ha affermato di essere stato picchiato mentre rientrava in cella poco dopo un'udienza di consiglio di disciplina e di essere stato anche scaraventato giù dalla sedia a rotelle che utilizzava per problemi di salute. Un altro testimone, affetto da epilessia, ha detto di essere stato chiuso nelle docce, percosso e poi costretto a sottoscrivere una dichiarazione nella quale attestava di essersi procurato accidentalmente la ferita all'arcata sopraccigliare.
I reati ipotizzati a vario titolo dalla Procura vanno dal sequestro di persona per i fatti della cosiddetta "cella zero" all'abuso di autorità, maltrattamenti, lesioni, violenza privata. La parola passa ora alla difesa che ha venti giorni di tempo dalla notifica degli "avvisi" per proporre supplementi d'indagine, chiedere interrogatori o depositate memorie. Gli avvocati degli indagati sono fiduciosi di poter replicare alle contestazioni e di riuscire a provare l'assoluta infondatezza delle accuse perché da loro considerate non credibili, prive di riscontri o smentite da dati obiettivi, ad esempio attraverso l'esibizione della documentazione relativa ai turni di presenza, da cui emergerebbe che alcuni indagati non erano neppure in servizio quando si sarebbero verificati gli episodi. La parola tornerà poi ai pm che dovranno decidere se e per quali indagati chiedere poi il rinvio a giudizio.

 

fonte: La Repubblica


 

STATISTICHE CARCERI REGIONE CAMPANIA
Statistiche carceri Regione Campania







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Si è tolto la vita impiccandosi il Poliziotto penitenziario accusato dalla figlia di averla violentata

2 Forze dell’Ordine, arriva il Taser. Ecco il modello scelto per la sperimentazione

3 Colloqui disinvolti nel carcere di Padova: ai boss veniva consentito anche di incontrare persone sotto inchiesta del proprio clan

4 Pagarono 50 euro al medico per falsi certificati: licenziati due Poliziotti penitenziari già sospesi

5 Arrestato ex Agente penitenziario dai Carabinieri: in casa teneva pistole, munizioni e paletta della Polizia Penitenziaria

6 Migliorano le condizioni degli allievi a Cairo Montenotte. Il sindaco: bollite l''acqua

7 Protesta nazionale dei Poliziotti penitenziari francesi: aggressioni continue, poco interesse da parte del Governo

8 Enrico Sbriglia: a Padova ci sono scandali perché qui si indaga. Nelle altre carceri c''è omertà e copertura

9 Movimento cinque stelle: il decreto di riforma dell''ordinamento penitenziario serve a smantellare il 4-bis, un regalo ai detenuti pericolosi

10 Ergastolano ordinava estorsioni e pestaggi dal carcere di Bologna: utilizzava il telefono del compagno di cella che era in semilibertà


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 La resa e lo scioglimento della Polizia Penitenziaria: una scelta che avrà pesanti ricadute per lo Stato

2 Amministrazione di cartone o cartoni animati dell’Ammistrazione?

3 Visite medico-fiscali: il Re, il Giullare e i cetrioli che volano

4 Dopo dieci anni di blocco contrattuale, un rinnovo da sfigati ... un misero caffè al giorno

5 Se San Basilide volesse farci una grazia, accetteremmo volentieri il passaggio agli Interni

6 In ricordo del Sovrintendente Capo Italo Giovanni Corleone

7 Giuseppe Lorusso, Agente del Corpo degli Agenti di Custodia, ucciso dai terroristi di Prima Linea il 19 gennaio 1979 a Torino

8 Una riforma necessaria: dalla sentenza Torreggiani ad oggi

9 Lotta alle mafie: le parole di chi non ha omesso il carcere e la Polizia Penitenziaria

10 Il servizio di tutoring e la beneficienza all''amministrazione