Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Napolitano: avrei firmato 10 volte l'amnistia, Tamburino: amnistia inutile

Polizia Penitenziaria - Napolitano: avrei firmato 10 volte l'amnistia, Tamburino: amnistia inutile


Notizia del 07/02/2013 - MILANO
Letto (1866 volte)
 Stampa questo articolo


Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha detto - al termine di una visita nel carcere di San Vittore - che se veramente gli "fosse toccato mettere una firma" su un provvedimento di amnistia l'avrebbe messa "non una ma dieci volte, ma la cosa alla quale non mi posso arrendere è che o si fa l'amnistia o non si fa nulla. ù

Bisogna fare tutto quello che è possibile tenendo fermo questo obiettivo e cercando di avere consensi in Parlamento altrimenti non passa". Il capo dello Stato ha osservato, infatti, che non si tratta di un provvedimento come la grazia che dipende solo dalla sua volontà. "Ci sono problemi che si sono bloccati per una mancanza di consensi in Parlamento. Qui occorre modificare la legislazione penale e la politica penitenziaria, tutte e due le cose". Napolitano ha assicurato che il suo impegno sui temi della legalità, quando tornerà in Parlamento da senatore a vita, continuerà "nei limiti delle mie modeste forze finché avrò un po' di energia".

Riguardo all'amnistia, il Capo del Dap Giovanni Tamburino ha precisato che ''da un punto di vista strettamente tecnico devo dire che con il sovraffollamento c'entra ben poco. Se mai si dovrebbe pensare a un indulto perche' l'amnistia serve per l'attivita' giudiziaria nel senso che elimina i fascicoli o comunque riduce grandemente l'attivita' giudiziaria, perche' per una serie di reati il giudice si limita a constatare che sono estinti dall'amnistia ma non serve per i detenuti, per i condannati. Per loro non avrebbe alcun effetto''. Allora ''potrebbe esserci un indulto come nel 2006 -ha proseguito Tamburino- pero' questa misura, usata spesso nella storia d'Italia, si e' dimostrata sempre inefficace. A mio parere bisognerebbe pensare ad una misura strutturale da inserire nel sistema penitenziario.

E' una cosa sulla quale rifletto da tempo: abbiamo nel sistema giudiziario una norma che consente di superare una serie di disposizioni quando occorre tutelare la societa' da pericoli, da minacce interne al sistema oppure quando c'e' il rischio di collegamenti con il mondo criminale. Sono convinto che ci dovrebbe essere una norma analoga che di fronte a situazioni intollerabili di sovraffollamento consenta di intervenire sulla durata della pena accorciandola, non in modo indiscriminato, ma a seconda anche dei meriti e dell'impegno che il detenuto dimostra verso il recupero''.

Adnkronos

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

9 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali

10 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

8 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

9 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però

10 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario