Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Negli ultimi 3 anni 30 suicidi tra gli agenti di Polizia Penitenziaria. Il Sappe: “Colpa dello stress”

Polizia Penitenziaria - Negli ultimi 3 anni 30 suicidi tra gli agenti di Polizia Penitenziaria. Il Sappe: “Colpa dello stress”


Notizia del 15/09/2014 - ROMA
Letto (1878 volte)
 Stampa questo articolo


Trenta agenti di Polizia Penitenziaria si sono suicidati negli ultimi tre anni: otto di loro hanno compiuto il gesto estremo solo nel 2014. A denunciarlo è il Sappe, il sindacato autonomo di Polizia Penitenziaria, secondo cui tra gli agenti i livelli di stress e depressione toccano talvolta livelli altissimi. L’ultimo caso si è verificato giovedì a Saluzzo, in provincia di Cuneo, dove un assistente capo del carcere Morandi si è sparato alla testa con la pistola di ordinanza, una “Beretta automatica 92 Sb” calibro 9. È morto un’ora e mezza dopo il ricovero urgente all’ospedale Santa Croce di Cuneo.

 

Il Sappe: “Poliziotti penitenziari abbandonati dallo stato”

Quest’ultimo suicidio ha riacceso le polemiche sulle condizioni di lavoro degli agenti e sullo stress. A denunciare una situazione in molti casi insostenibile è stato il segretario del Sappe Donato Capece, che parla apertamente di “stato di abbandono in cui è lasciato il corpo di Polizia Penitenziaria”, aggiungendo: “Siamo sotto organico di circa ottomila agenti e se uno sbaglia non glielo perdonano. Eppure riusciamo ancora a salvare la vita a tanti detenuti disperati. Intanto l’amministrazione sta a guardare: nessun punto di ascolto è stato attivato, nessuna azione concreta per aiutare gli agenti”.

 

Ristretti Orizzonti: “necessario “introdurre attività che non siano di pura custodia”

A confermare che i livelli di stress sono elevatissimi e che la prevenzione è possibile è Diego Di Leo, interpellato da Redattore Sociale: “Il burnout è un fenomeno frequente, che sfocia spesso in esaurimento emozionale, perdita di significato del proprio lavoro, disinvestimento. Ma molti interventi preventivi sono possibili: una valutazione attenta degli accadimenti più recenti dovrebbe poter permettere la messa a punto di contromisure per arginare il fenomeno”. Secondo Ornella Favero, direttrice di Ristretti Orizzonti, è necessario “introdurre attività che non siano di pura custodia” al fine di migliorare la qualità del lavoro. Un altro problema sarebbe rappresentato dalla mancata nomina del nuovo capo del Dap, il dipartimento dell’amministrazione penitenziaria: “Non c’è nessuno che si senta responsabile”, afferma Favero.

fanpage

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 Poliziotto penitenziario blocca rapinatore: aveva appena rubato uno zainetto ad un vigilantes

3 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

4 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

5 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

6 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

7 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

8 Tenta di evadere dall''ospedale: detenuto ricoverato strattona gli Agenti e si da alla fuga

9 Due detenuti non rientrano dai permessi nel carcere minorile di Torino

10 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Michele Gaglione: Agente di Polizia Penitenziaria, ucciso dalla camorra il 7 agosto 1992

2 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

3 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

4 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

5 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

6 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

9 Come ci è stato scippato l’Ente Orfani trasformato in Ente di Assistenza di tutti, gestito da pochi

10 L’estate del detenuto