Ottobre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Ottobre 2017  
  Archivio riviste    
Nel carcere di Bolzano detenuti sempre più violenti ed insofferenti: Polizia Penitenziaria al limite

Polizia Penitenziaria - Nel carcere di Bolzano detenuti sempre più violenti ed insofferenti: Polizia Penitenziaria al limite


Notizia del 09/05/2016 - BOLZANO
Letto (2672 volte)
 Stampa questo articolo


La situazione all'interno del carcere di Bolzano è sempre più tesa. Tra gli agenti della Polizia Penitenziaria, alle prese con turni sempre più pesanti e a rischio, si teme una rivolta. L'affollamento è sempre elevato e ben oltre i limiti previsti per una struttura vecchia e non più all'altezza delle esigenze. I detenuti, in larga parte stranieri, si rivelano ogni giorno di più insofferenti e violenti. Negli ultimi giorni per due volte in poche ore si è reso necessario l'intervento degli equipaggi del 118.

L'altra notte un detenuto indiano è stato aggredito verso le 2 da un paio di magrebini con cui si trovava in cella. Lo hanno massacrato di botte ed è stato ricoverato all'ospedale di Bolzano con la mandibola fratturata. L'uomo è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico con applicazione di una placca al titanio. Ma gli episodi di violenza tra detenuti si susseguono. L'altro pomeriggio sono venuti alle mani due magrebini uno dei quali è stato colpito con violenza al capo utilizzando come arma una vecchia caffettiera.

Secondo la denuncia che giunge dagli agenti della Polizia Penitenziaria, i litigi si verificano con estrema facilità anche per motivi molto futili e spesso gli agenti si trovano a dover affrontare in maniera inadeguata situazioni ad alto rischio. Basti pensare che per diverse ore durante la giornata spesso c'è un solo agente di Polizia Penitenziaria in servizio per ogni sezione. Un agente posto a controllare sino a 50 o 60 detenuti.

Le intimidazioni dei carcerati più violenti e problematici non mancano. "Può accadere anche di essere accerchiati da decine di detenuti che si pongono in posizione di sfida. L'unica possibilità che abbiamo - racconta un agente - è chiedere l'intervento via radio di qualche collega. Ma la situazione è sempre tesa anche perché i carcerati sono esasperati da condizioni di convivenza all'interno delle celle sempre più problematiche". Insomma, lo spazio è poco. In quasi tutte le celle non è possibile rispettare le disposizioni europee sugli spazi minimi (tre metri) che devono essere garantiti ad ogni detenuto. E così si è pensato di risolvere parzialmente il problema lasciando le celle aperte per dieci ore al giorno permettendo ai detenuti di muoversi in tutta la sezione.

Ma sono però aumentati i problemi di controllo in quanto attualmente nel carcere di via Dante vi sono 108 detenuti a fronte di una capienza massima che non dovrebbe superare le 90 unità. Nonostante ciò pare che il carcere di Bolzano sia considerato una preziosa valvola di sfogo per risolvere situazioni problematiche di altre carceri del nord Italia. E così sono sempre più frequente i trasferimenti improvvisi di detenuti da Verona, Torino, Venezia e anche Trento.

Alto Adige

STATISTICHE CARCERI REGIONE TRENTINO-ALTO ADIGE
Statistiche carceri Regione Trentino-Alto Adige







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Dimezzata la Banda musicale della Polizia Penitenziaria: lo prevederebbe decreto collegato alla manovra finanziaria

2 Il boss Michele Zagaria simula suicidio durante videoconferenza: ecco il filmato del TG2

3 Arrestati due Poliziotti penitenziari alla Dozza e altri due indagati: detenuti del carcere di Bologna controllati dalla ''ndrangheta e dai casalesi

4 Roberto Spada trasferito nel carcere di Tolmezzo in alta sicurezza: per il DAP è un detenuto ad elevata pericolosità

5 Gravissime affermazioni di Consolo sulla lotta alla mafia: Movimento 5 Stelle contro lo smantellamento di fatto del GOM e del 41-bis

6 E'' morto il mafioso Salvatore Riina

7 Detenuti navigavano su internet con la connessione del Comune: sessanta Agenti di Polizia Penitenziaria hanno setacciato l''istituto di Airola

8 Detenuto tunisino accusa dieci Agenti penitenziari di lesioni a San Vittore. E'' in carcere per tentato omicidio e accusò altri Agenti di Velletri

9 Arrestato Poliziotto penitenziario del carcere minorile del Beccaria: spacciava droga e affittava cellulari ai detenuti

10 Salvatore Riina in coma da giorni: è in fin di vita, ricoverato in ospedale a Parma


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Esuberi personale di Polizia Penitenziaria, dubbi sulla gestione del DAP. Interrogazione parlamentare di Maurizio Gasparri

2 Carceri, mille leggi per un solo risultato: torna il sovraffollamento

3 Il fallimento dell''amministrazione penitenziaria che si vuol far pagare alla Polizia Penitenziaria

4 Le grandi manovre per depotenziare la Polizia Penitenziaria: un gioco a somma zero che porterà alla sconfitta di tutti

5 Cari provveditori: la matematica non è un opinione

6 E'' meglio scegliere a chi dare la colpa che cercare le cause del disastro penitenziario

7 Impedire l’accesso e l’utilizzo dei telefonini in carcere è possibile. Perché il DAP non agisce?

8 Concorso vice ispettori di Polizia Penitenziaria. Interrogazione parlamentare sui ritardi del DAP

9 La legge è uguale per tutti ma per qualcuno è un po’ più uguale

10 Interpellanza parlamentare M5S: chi sta smantellando il 41-bis e perché?