Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
No alla legge italiana che esclude la lavoratrice in maternità dal corso di formazione

Polizia Penitenziaria - No alla legge italiana che esclude la lavoratrice in maternità dal corso di formazione


Notizia del 07/03/2014 - ROMA
Letto (1193 volte)
 Stampa questo articolo


La sig.ra XX supera il concorso del 2009 per la nomina a vice commissario della Polizia Penitenziaria e il 5 dicembre 2011 viene ammessa a partecipare al corso di formazione teorico-pratico di 12 mesi, con inizio fissato per il successivo 28 dicembre, ma il 7 dicembre 2011 la sig.ra XX partorisce, venendo così posta in congedo obbligatorio di maternità per tre mesi.
A gennaio 2012, però, l’Amministrazione penitenziaria le comunica che, in applicazione dell’art. 10, comma 2, del D.Lgs. n. 146/2000, dopo i primi 30 giorni del congedo di maternità, verrà dimessa dal corso, con perdita della retribuzione, precisando che sarebbe stata ammessa di pieno diritto a frequentare il corso successivamente organizzato. La sig.ra XX ha così promosso due ricorsi al TAR Lazio, il quale, a sua volta, ha chiesto alla Corte di Giustizia di esaminare la questione alla luce dell’interpretazione della direttiva 2006/54 sulla parità di trattamento fra uomini e donne.
Gli eurogiudici hanno bocciato la disposizione perché contraria al diritto dell’Ue, in quanto impedisce alla lavoratrice di beneficiare, come i suoi colleghi, di un miglioramento delle condizioni di lavoro: essi hanno avuto la possibilità di seguire il corso per intero e di accedere, prima di lei, al superiore livello di carriera di vice commissario, percependo al contempo la retribuzione corrispondente. Tale esclusione automatica non è conforme al principio di proporzionalità, e peraltro le autorità competenti non sono obbligate a organizzare il corso a scadenze predeterminate.
Per ovviare a ciò le autorità nazionali potrebbero predisporre, per colei che rientra dalla maternità, corsi paralleli di recupero equivalenti, in modo tale che questa possa essere ammessa in tempo utile all’esame e accedere il prima possibile a un livello superiore di carriera. La direttiva 2006/54 ha effetto diretto e il TAR Lazio potrà disapplicare all’occorrenza, di propria iniziativa, qualsiasi disposizione nazionale contraria.
Corte di Giustizia dellUe, sentenza del 6 marzo 2014 (C‑59512)

ipsoa 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Licenziata Agente di Polizia Penitenziaria: scarso rendimento

2 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

3 Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana

4 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

5 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

8 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Nella conferenza del Bicentenario nessun riferimento agli Agenti di Custodia

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

5 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

6 Nella conferenza del Bicentenario censurata la lettera di auguri del Garante alla Polizia Penitenziaria

7 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

8 Riordino carriere: risultati di un sondaggio rivolto al personale

9 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

10 Riordino: chi non vuole i vice questori della Polizia Penitenziaria?