Giugno 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Giugno 2016  
  Archivio riviste    
Numerosi Poliziotti penitenziari e funzionari uccisi in un carcere del Messico durante un tentativo di evasione

Polizia Penitenziaria - Numerosi Poliziotti penitenziari e funzionari uccisi in un carcere del Messico durante un tentativo di evasione


Notizia del 12/02/2016 - ESTERO
Letto (555 volte)
 Stampa questo articolo



Alla vigilia della visita di Papa Francesco, una rivolta in carcere sconvolge il Messico. Un gruppo di detenuti ha appiccato un incendio per distrarre le guardie e favorire un tentativo di fuga e nella prigione di Topo Chico, a Monterrey, nello stato di Nuevo León, è stata carneficina. Il quotidiano Reforma on-lineparla di “50 morti e 70 feriti”, mentre secondo El Universal “ci sono più di 40 vittime e almeno 50 feriti”.

Le autorità, che per il momento non hanno dato conferme sul numero delle vittime, parlano di un tentativo di ammutinamento e della conseguente reazione della Polizia Penitenziaria. Tra i morti figurano reclusi, guardie e funzionari, precisano le fonti. Dall’esterno del carcere, dove sono giunti numerosi familiari dei reclusi, si vedono chiaramente colonne di fumo che si alzano dalla struttura.

Secondo le prime ricostruzioni i rivoltosi, appartenenti al gruppo criminale Los Zetas, hanno preso il controllo di un’area del carcere provocando un incendio, mentre dall’esterno si sono verificate delle esplosioni. La rivolta è iniziata all’alba nella più antica prigione dello Stato e tre ore dopo le autorità hanno cercato di sedarla con un ingente dispiegamento di forse di polizia, inclusi membri dell’esercito e della guardia civile di Monterrey. Secondo alcuni testimoni, dall’esterno del carcere si sentivano esplosioni e grida mentre le forze di sicurezza circondavano la zona.In quella che è l’unica informazione ufficiale resa nota finora si sottolinea che “la situazione è sotto controllo dalle ore 01,30″. I media locali confermano che alcuni detenuti sono riusciti a fuggire, ma anche in questo caso non è ancora noto il numero.

In mattinata a Roma il segretario di Stato vaticano, Pietro Parolin, aveva parlato del viaggio del pontefice: “La presenza del Papa in Messico”, ha detto Parolin intervistato dal Centro Televisivo Vaticano,  vuole essere “un aiuto per riscoprire e vivere, nella vita quotidiana, l’annuncio e la testimonianza della misericordia”. La Chiesa è chiamata a “denunciare il male che è presente, alzare la voce contro tutti quei fenomeni negativi, a partire dalla corruzione, dal narcotraffico, dalla violenza, dalla criminalità, che impediscono al Paese di procedere speditamente sulla via del progresso materiale e spirituale”.

Bergoglio sarà in Messico tra venerdì e il 18 febbraio prossimi. Nel corso del pellegrinaggio, sul tema “Missionario della misericordia e della pace”, il Pontefice, tra l’altro, pregherà nella Basilica di Guadalupe, incontrerà le comunità indigene del Chiapas, visiterà un penitenziario e celebrerà la messa a Ciudad Juarez.

ilfattoquotidiano.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria


Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria nel mirino dell''ISIS: la conferma in una circolare del DAP

2 Carcere di Modena: 130 Poliziotti penitenziari presentano domanda di distacco per protestare contro Direttore e Comandante

3 Concorso truccato in Esercito: primi arresti, indagato Generale in pensione

4 Poliziotto penitenziario condannato a 7 mesi di reclusione per suicidio di un detenuto: omicidio colposo e abuso di autorità

5 Scarcerati oggi 5 presunti terroristi: per la Dda si addestravano e reclutavano, per la Cassazione il fatto non sussiste

6 Chiude il carcere di Empoli per diventare REMS: la conferma in una circolare del DAP

7 Blitz antidroga a Tor Bella Monaca e ai detenuti viene abbassata la paga in carcere

8 Alfonso Sabella: al G8 di Genova emersa componente fascista della Polizia, si cercava il morto tra i poliziotti

9 Il ministro Orlando inaugura nuovo padiglione da 200 posti nel carcere di Vicenza

10 Presunti pestaggi nel carcere di Parma: il Gip archivia il caso di Rachid Assarag


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 La campagna contro il 41 bis: prossima mossa sciogliere il GOM?

2 Abbiamo trovato un Giudice a Berlino? Pietro Buffa boccia le promozioni del corridoio magico

3 Il Dap prossimo venturo. Rivoluzione d’autunno: probabile avvicendamento di tutti i vertici dell’amministrazione penitenziaria

4 Aveva ragione Gratteri, il Dap va abolito

5 C’è una campagna contro il 41bis o una manovra contro il GOM?

6 La sorveglianza a vista in carcere: la criticità di un servizio che non può ricadere sulla Polizia Penitenziaria

7 Intervista integrale a Don Nando, per molti anni cappellano del carcere di Pianosa - di Ennio Coccia

8 Tecnologia Beacon anche nelle carceri: scenari e potenzialità del nuovo sistema di comunicazione dati di prossimità

9 Grazie alle indagini della Polizia Penitenziaria di Torino, coordinate dal NIC, torna in carcere “il rapinatore gentiluomo”, Andrea Petrillo, evaso l’anno scorso da Ivrea.

10 L’art.79 dell’Ordinamento Penitenziario: una disposizione transitoria di oltre 40 anni