Ottobre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Ottobre 2017  
  Archivio riviste    
Nuovo caso di Tubercolosi al carcere di Genova Marassi

Polizia Penitenziaria - Nuovo caso di Tubercolosi al carcere di Genova Marassi


Notizia del 24/08/2012 - GENOVA
Letto (1976 volte)
 Stampa questo articolo


E' di nuovo allarme tubercolosi al carcere di Marassi. Un detenuto è, infatti, risultato positivo alla Tbc e sono subito scattate le misure d'emergenza per evitare qualsiasi rischio di contagio. L'uomo è ora ricoverato nel centro clinico dell'istituto "che è a tutti gli effetti un ospedale regionale  -  come ricorda il direttore del carcere Salvatore Mazzeo  -  e quindi il paziente è seguito nel migliore dei modi e sono state prese tutte le misure di profilassi necessarie ".

Il caso, però ripropone come, già era avvenuto proprio un anno fa e sempre nel periodo estivo, il problema del sovraffollamento degli istituti di pena. Problematiche che coinvolgono sia i detenuti che gli agenti della Polizia Penitenziaria, i quali spesso hanno chiesto interventi risolutivi attraverso le loro organizzazioni sindacali.

Quest'ultimo episodio è stato scoperto due giorni fa. Il malato affetto da tubercolosi polmonare è un genovese di 44 anni con numerosi precedenti per i cosiddetti reati contro il patrimonio (furti) e con problemi di tossicodipendenza. In carcere in questo periodo si trova anche suo fratello.

Arrestato per un furto è entrato nelle Case Rosse di Marassi il 2 di agosto. Negli ultimi giorni aveva detto di non sentirsi bene ed era stato trasferito in infermeria. Sono stati subito effettuati alcuni esami ed è emersa la sospetta Tbc. "Il detenuto  -  spiega ancora il direttore Mazzeo  -  è stato trasferito in isolamento 

 

del centro clinico. Al paziente come a tutto il personale che entra in contatto con lui sono state consegnate mascherine per evitare rischi di trasmissione del contagio".

Al momento non sembra che possano esservi stati rischi di contagio e quindi non sarebbero scattati né esami di controllo per altri detenuti e personale del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria, e tantomeno una terapia farmacologica. Il caso viene comunque seguito ed è stata richiesta particolare attenzione all'interno del carcere per individuare fin dall'inizio eventuali situazioni sospette.

La vicenda non sembra al momento creare le preoccupazioni e le polemiche verificatesi nel luglio del 2011 quando, in Questura, dopo che si era scoperto che era affetto da tubercolosi un profugo che era rimasto a lungo nei locali per sbrigare le pratiche di regolarizzazione, era stata decisa la temporanea chiusura dell'Ufficio Stranieri. In realtà nessun agente o impiegato civile era stato contagiato ma il caso aveva suscitato scalpore e poche settimane dopo di nuovo la Tbc era stata diagnosticata ad un detenuto del carcere.

La tubercolosi non è comunque una patologia così rara all'interno di Marassi come delle altre carceri. Il sovraffollamento e l'alta percentuale di detenuti con problemi di tossicodipendenza quando non di vera e propria sieropositività, hanno reso di fatto piuttosto comuni sia l'Aids che altre malattie come l'epatite o, appunto, la tubercolosi.

Patologie che creano ulteriori problemi di invivibilità all'interno di istituti dove il sovraffollamento della popolazione carceraria è cronico così come sono risicati gli organici e i fondi a disposizione della Polizia Penitenziaria.

STATISTICHE CARCERI REGIONE LIGURIA
Statistiche carceri Regione Liguria







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Dimezzata la Banda musicale della Polizia Penitenziaria: lo prevederebbe decreto collegato alla manovra finanziaria

2 Il boss Michele Zagaria simula suicidio durante videoconferenza: ecco il filmato del TG2

3 Arrestati due Poliziotti penitenziari alla Dozza e altri due indagati: detenuti del carcere di Bologna controllati dalla ''ndrangheta e dai casalesi

4 Roberto Spada trasferito nel carcere di Tolmezzo in alta sicurezza: per il DAP è un detenuto ad elevata pericolosità

5 Gravissime affermazioni di Consolo sulla lotta alla mafia: Movimento 5 Stelle contro lo smantellamento di fatto del GOM e del 41-bis

6 La fidanzata: porti la divisa in modo indegno. Poliziotto penitenziario consegnava telefoni e droga in carcere a Bologna

7 E'' morto il mafioso Salvatore Riina

8 Detenuti navigavano su internet con la connessione del Comune: sessanta Agenti di Polizia Penitenziaria hanno setacciato l''istituto di Airola

9 Arrestato Poliziotto penitenziario del carcere minorile del Beccaria: spacciava droga e affittava cellulari ai detenuti

10 Bambino neonato utilizzato durante i colloqui in carcere per consegnare droga e telefonino al padre detenuto


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il fallimento dell''amministrazione penitenziaria che si vuol far pagare alla Polizia Penitenziaria

2 Le grandi manovre per depotenziare la Polizia Penitenziaria: un gioco a somma zero che porterà alla sconfitta di tutti

3 Congedo programmato e malattia

4 Impedire l’accesso e l’utilizzo dei telefonini in carcere è possibile. Perché il DAP non agisce?

5 Cari provveditori: la matematica non è un opinione

6 Cacciati dalla sede centrale torneranno a lavorare in periferia, ma nel frattempo ...

7 Concorso vice ispettori di Polizia Penitenziaria. Interrogazione parlamentare sui ritardi del DAP

8 La legge è uguale per tutti ma per qualcuno è un po’ più uguale

9 Interpellanza parlamentare M5S: chi sta smantellando il 41-bis e perché?

10 I richiami e le ipocrisie dell’Europa sulle carceri italiane