Maggio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2018  
  Archivio riviste    
Omicida evaso da ospedale di Lecce: il DAP avvia indagine interna per accertare i motivi della visita medica

Polizia Penitenziaria - Omicida evaso da ospedale di Lecce: il DAP avvia indagine interna per accertare i motivi della visita medica


Notizia del 06/11/2015 - LECCE
Letto (2190 volte)
 Stampa questo articolo


Il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria ha avviato un’indagine amministrativa sull'episodio: rra gli elementi che il Dap deve acquisire, uno riguarda la tipologia della visita che il detenuto doveva effettuare e cioè se si trattasse di una visita programmata o d’urgenza, le due tipologie previste dall’ordinamento penitenziario per le quali i detenuti possono essere condotti in ospedale. La valutazione sull'urgenza è affidata al medico. Un altro elemento è legato al numero di uomini di scorta. In questo caso – a quanto risulta – oltre ai due agenti che accompagnavano il detenuto, era presente l’autista e normalmente la presenza di tre unità risulta regolare per la scorta di soggetti che non siano detenuti in particolari regimi di sicurezza, come il 41bis.

L’indagine dovrà poi fare luce sulla dinamica, visto che a un agente è stata sottratta l’arma d’ordinanza con la quale, poi, il detenuto evaso ha sparato.

Perrone, vicino alla Sacra Corona unita, è ritenuto un duro: un anno uccise per uno sguardo e una parola di troppo. Il 28 marzo del 2014, aveva deciso di lavare l'offesa che riteneva di aver subito uccidendo nei pressi di un bar, a Trepuzzi, il 45enne di etnia rom Fatmir Makovich e ferendo gravemente suo figlio sedicenne. L’omicida venne preso qualche giorno dopo. Sei anni prima di quel giorno aveva finito di scontare una condanna a 18 anni di reclusione perchè coinvolto nelle attività mafiose della Sacra corona unita.

manduriaoggi.it

FOTO DELL'ERGASTOLANO OMICIDA, IN FUGA E ARMATO

Fabio Perrone: omicida evaso e armato

Fabi oPerrone: evaso dall'ospedale di Lecce Ferendo un Poliziotto Penitenziario

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Supermercato in caserma, i Carabinieri ne Aprono uno per tutti i Militari di Firenze

2 Non gradisce la sistemazione in cella, detenuto aggredisce agente della Penitenziaria

3 Noipa: nel cedolino di giugno al via gli incrementi stipendiali. Tutte le date degli accrediti

4 Carceri:Ariano Irpino,sequestrato agente

5 Carceri, SAPPE a Bonafede: “Ecco la situazione degli agenti penitenziari

6 Disordini Ariano Irpino: Bonafede, a chi lavora in carcere il sostegno concreto dello Stato

7 Accoltellamento a Trezzano, un poliziotto penitenziario salva la vita all’anziana aggredita

8 Grand Hotel Poggioreale, cellulari e 100mila euro: la “stanza” d’oro di Genny ‘a carogna

9 Rivolta in carcere ad Ariano Irpino, feriti due agenti della penitenziaria

10 Ariano Irpino:Si sono offerti in ostaggio per salvare i loro colleghi


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Salvate il Gruppo Operativo Mobile (e gli altri servizi della Polizia Penitenziaria)

2 Carceri: procuratore aggiunto Potenza Basentini verso guida Dap

3 Col Ministro Bonafede avrà finalmente fine il paradosso dei direttori che esercitano funzioni di polizia, tolte alla Polizia Penitenziaria?

4 Ma col Ministro Orlando c’era un progetto, a tavolino, per depotenziare la Polizia Penitenziaria?

5 Alcune considerazioni sull’esonero, per motivi sanitari, da alcuni posti di servizio

6 Tempo di bilanci per il Ministero della Giustizia

7 In sezione comme a la guerre

8 Il Dap si riorganizza ... ma si dimentica sempre dell''Appuntato Caputo

9 Firenze Sollicciano: bubbole, fandonie e fanfaluche

10 La favoletta dell’autoconsegna di Siracusa e le fake news di certe paginette facebook