Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Omicida evaso da ospedale di Lecce: il DAP avvia indagine interna per accertare i motivi della visita medica

Polizia Penitenziaria - Omicida evaso da ospedale di Lecce: il DAP avvia indagine interna per accertare i motivi della visita medica


Notizia del 06/11/2015 - LECCE
Letto (2147 volte)
 Stampa questo articolo


Il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria ha avviato un’indagine amministrativa sull'episodio: rra gli elementi che il Dap deve acquisire, uno riguarda la tipologia della visita che il detenuto doveva effettuare e cioè se si trattasse di una visita programmata o d’urgenza, le due tipologie previste dall’ordinamento penitenziario per le quali i detenuti possono essere condotti in ospedale. La valutazione sull'urgenza è affidata al medico. Un altro elemento è legato al numero di uomini di scorta. In questo caso – a quanto risulta – oltre ai due agenti che accompagnavano il detenuto, era presente l’autista e normalmente la presenza di tre unità risulta regolare per la scorta di soggetti che non siano detenuti in particolari regimi di sicurezza, come il 41bis.

L’indagine dovrà poi fare luce sulla dinamica, visto che a un agente è stata sottratta l’arma d’ordinanza con la quale, poi, il detenuto evaso ha sparato.

Perrone, vicino alla Sacra Corona unita, è ritenuto un duro: un anno uccise per uno sguardo e una parola di troppo. Il 28 marzo del 2014, aveva deciso di lavare l'offesa che riteneva di aver subito uccidendo nei pressi di un bar, a Trepuzzi, il 45enne di etnia rom Fatmir Makovich e ferendo gravemente suo figlio sedicenne. L’omicida venne preso qualche giorno dopo. Sei anni prima di quel giorno aveva finito di scontare una condanna a 18 anni di reclusione perchè coinvolto nelle attività mafiose della Sacra corona unita.

manduriaoggi.it

FOTO DELL'ERGASTOLANO OMICIDA, IN FUGA E ARMATO

Fabio Perrone: omicida evaso e armato

Fabi oPerrone: evaso dall'ospedale di Lecce Ferendo un Poliziotto Penitenziario

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Forze Armate: NoiPA è diventato un problema?

5 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

6 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

7 NoiPa: Forze Armate in rivolta. E spunta una petizione on line

8 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

9 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

10 La foto del Detenuto Evaso dall''Ospedale di Sanremo. Intanto il Sappe chiede le dimissioni del direttore


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Quanto il temporeggiatore arretra ...

3 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

4 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

5 La lingua segreta dei tatuaggi sulla persona detenuta

6 L’indennità per la “presenza esterna”: a chi si e a chi no

7 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

8 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

9 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”

10 Esecuzione penale:come comportarsi quando si opera nei confronti di un minore