Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Omicidi della Fratellanza Ariana: nata come gruppo per la supremazia bianca in carcere

Polizia Penitenziaria - Omicidi della Fratellanza Ariana: nata come gruppo per la supremazia bianca in carcere


Notizia del 02/04/2013 - ESTERO
Letto (9604 volte)
 Stampa questo articolo


Omicidi "eccellenti" negli USA: i responsabili sarebbero della "fratellanza Ariana" nata in carcere negli anni '60 per conquistare la supremazia nelle carceri americane.

Quattro omicidi che intimoriscono gli Stati Uniti. Omicidi che costringono l'America a guardare al passato, a guardare dietro le sbarre. Perché è lì che nasce la forza della Fratellanza Ariana, il gruppo che sarebbe responsabile della morte del viceprocuratore distrettuale di Kaufman (Texas), Mark Hesse, ucciso alla fine di gennaio in un parcheggio, del responsabile delle carceri del Colorado, Tom Clemens, ucciso due settimane fa sulla porta della propria abitazione. E ora del procuratore di Kaufman, Mike McLelland, ucciso in casa - lo scorso weekend - insieme alla moglie Cynthia. Le fonti ufficiali non hanno rilasciato ancora dichiarazione, ma i media statunitensi sono concordi nel legare gli omicidi alla Aryan Brotherhood.

Nata nel 1964 a San Quintino per proteggere i carcerati bianchi dalle due gang predominanti, la Black Gorilla Family e la Mexican Mafia, l'organizzazione - conosciuta anche come The Brand, AB e One-Two - ora può contare su più di 4.000 membri, secondo il Washington Post - per altre fonti i componenti sarebbero anche più di ventimila - fuori e dentro le prigioni, dove sarebbe responsabile del 18% degli omicidi commessi. Per entrare nell'organizzazione, bisogna uccidere un detenuto di colore o latinoamericano; per uscirne, invece, l'unica via è la morte, tanto che il suo motto è Blood In/Blood Out (sangue per entrare/sangue per uscire). "Credono ancora di combattere la guerra civile" e si ispirano al nazismo, come ribadito anche da un ex detenuto (di colore), che ha raccontato in forma anonima la sua esperienza a contatto con i membri della gang sul Daily Beast.

Dopo l'uccisione del primo procuratore, l'allarme era già aumentato. Mike McLelland era stato duro nel condannare l'uccisione del collega indicando per primo la Fratellanza Ariana come possibile responsabile: "Sono la feccia dell'umanità e non ci fermeremo finché non li avremo catturati". Dopo il suo assassinio, la sorveglianza è stata naturalmente alzata ai massimi livelli. La guerra contro le autorità sarebbe nata dall'arresto, in ottobre, di quattro capi dell'organizzazione, per reati che vanno dall'omicidio al traffico di droga, e da quello di un'altra trentina di membri. Perché la Fratellanza Ariana è nata come gruppo per la supremazia bianca in carcere, ma ha trovato sbocchi al di fuori delle prigioni nella criminalità organizzata.

http://america24.com

Il Direttore esecutivo delle carceri del Colorado (USA) assassinato davanti la sua abitazione

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Droga in carcere: poliziotto incastrato da una microspia nei gradi

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

7 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

8 Perseguitava ex capo scorta di Alfano. Poliziotto penitenziario condannato a 3 anni di reclusione

9 La frutta non ci piace». Scattano violenza e intimidazioni da parte dei detenuti al 41 bis

10 Gratteri: “Campi di lavoro per i mafiosi se vogliono mangiare”


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Raffaele Cinotti: in memoria del Vice Brigadiere degli Agenti di Custodia, ucciso a Roma il 7 aprile del 1981

5 Le caserme (quasi) gratis della Polizia Penitenziaria

6 Sempre un passo indietro... perchè la Polizia Penitenziaria non sta al livello degli altri

7 Le garanzie costituzionali per le perquisizioni personali

8 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

9 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

10 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico