Se servirà a fare chiarezza sui fatti, è giusto che Salvatore Parolisi rimanga in carcere. Che il marito di Melania Rea, unico indagato al momento per il suo omicidio, debba ri" />

  Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Omicidio Rea - Il fratello di Salvatore Parolisi lancia un appello " Salvatore Basta omertà"

Notizia del 21/08/2011 - ROMA

Omicidio Rea - Il fratello di Salvatore Parolisi lancia un appello " Salvatore Basta omertà"

letto 1823 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

 Se servirà a fare chiarezza sui fatti, è giusto che Salvatore Parolisi rimanga in carcere. Che il marito di Melania Rea, unico indagato al momento per il suo omicidio, debba rimanere dietro le sbarre non è l’opinione unicamente del giudice che ne ha disposto l’arresto. A pensarla così, stranamente, è proprio il fratello di Salvatore, Rocco  Parolisi. Che, intervistato da Il Corriere della Sera, dice la sua sulla vicenda. Lui è un agente della polizia penitenziaria. Ha dieci anni in più di Salvatore e, nei suoi confronti, si è sempre rivelato come un secondo padre. Non si dà pace. Non capisce. Perché il fratello non si è mai confidato con lui? Perché, in particolare, non gli ha mai raccontato dei suoi problemi con Melania e del tradimento con Ludovica?  Salvatore, continua il fratello, se ha fatto un errore, sicuramente è quello di aver avuto un atteggiamento omertoso. Dopo l’omicidio ha tenuto per sé tutto ciò che sapeva, tacendo, agli inquirenti, la sua relazione con Ludovica, insieme ad altri particolari, il che, agli occhi di tutti, lo ha trasformato in un bugiardo. Resta quindi da vedere cosa avrà da raccontare, domani, al tribunale del riesame dell’Aquila, dove si presenterà per delle dichiarazioni spontanee. Dal carcere di Teramo di Castrogno,  dove è rinchiuso, infatti, ha lavorato per 4 ore con i suoi avvocati, Walter Biscotti e Nicodemo Gentile, alla «corposissima memoria difensiva» di 150 pagine da presentare domani, quando il Tribunale si pronuncerà sulla richiesta di scarcerazione. Sono in molti, tuttavia, a reputare quasi certa una convalida del fermo. Quello che emergerà avrà comunque, con ogni probabilità, un impatto dirompente sul caso. Per la prima volta dall’assassinio della moglie, Parolisi racconterà la sua versione dei fatti ai magistrati, rompendo il silenzio dietro il quale si era, sino ad oggi, trincerato avvalendosi della facoltà di non rispondere. I dettagli delle sue rivelazioni sono, al momento, top secret. Unica cosa certa, come hanno riferito i suoi legali, sarà smontata punto per punto la tesi accusatoria. Gli avvocati hanno spiegato di aver analizzato ogni riga dell’ordinanza, contestandone ogni dettaglio.
 

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

6 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

10 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

3 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

8 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

9 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

10 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario