Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Ospitò Fabio Perrone durante la latitanza: patteggia tre anni e mezzo di carcere

Polizia Penitenziaria - Ospitò Fabio Perrone durante la latitanza: patteggia tre anni e mezzo di carcere


Notizia del 17/06/2016 - LECCE
Letto (1298 volte)
 Stampa questo articolo


Ha patteggiato una condanna a tre anni e mezzo Stefano Renna, il 33enne di Trepuzzi (titolare del Bar8), noto alle cronache per aver fornito aiuto e ospitalità a Fabio Perrone, il latitante fermato 63 giorni dopo la sua evasione dall’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. I due furono arrestati all’alba del 9 gennaio scorso nel blitz condotto dalla polizia e dalla penitenziaria. La sentenza è stata emessa dal gup Michele Toriello.

Renna, assistito dall’avvocato Luigi Rella, risponde di favoreggiamento e della detenzione di armi e munizionamento. Il 33enne, dopo aver trascorso quasi sei mesi in carcere, si trova ora ai domiciliari. Renna ha sempre dichiarato di aver agito in una situazione di oggettivo pericolo, in cui chiunque si sarebbe sentito intimorito, vista la fama e i precedenti di Perrone. Il 33ennne avrebbe agito per paura, vista la pericolosità e lo spessore criminale di Perrone.

In sede di udienza di convalida il gip ha evidenziato come il 33enne abbia mostrato indifferenza nell’ospitare un soggetto estremamente pericoloso, protagonista di un’evasione violenta, e in possesso di armi. Per il giudice Renna aveva ipotizzato un comportamento dettato dall’osservanza “di logiche e dinamiche criminali, da approfondire, riconducibili all’appartenenza o vicinanza, a contesti associativi ben strutturati e pienamente operanti”. 

lecceprima.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

3 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

4 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

5 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

6 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

7 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi

8 Tenta di evadere dall''ospedale: detenuto ricoverato strattona gli Agenti e si da alla fuga

9 Boss mafiosi in carcere, Cassazione: va motivata meglio la negazione al differimento di pena per motivi di salute

10 Como, il restyling del carcere austriaco abbandonato dopo il trasloco al Bassone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

2 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

3 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

4 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

5 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

6 Noi, vittime della Torreggiani

7 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

8 L’estate del detenuto

9 Evasioni ... troppo facile scaricare sempre la colpa su di noi!

10 Le verminose camarille