Novembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2017  
  Archivio riviste    
Parla il Direttore del carcere di Torino: ecco perché ho revocato l'ingresso alla educatrice

Polizia Penitenziaria - Parla il Direttore del carcere di Torino: ecco perché ho revocato l'ingresso alla educatrice


Notizia del 21/10/2015 - TORINO
Letto (4010 volte)
 Stampa questo articolo


Il direttore della Casa circondariale di Torino ha deciso la revoca dell'accesso per Angela Giordano: "Mai metterei bavagli ma qui ogni giorno entrano 300 esterni: non possiamo permetterci condotte ambigue". Non sono un illiberale e non mi va di passare per tale. Questo è un carcere, ma non mettiamo nessun bavaglio alla libertà di opinione, abbiamo anche un giornale fatto dai detenuti dove possono scrivere quel che vogliono".

Domenico Minervini, direttore della Casa circondariale di Torino, che ha deciso la revoca dell'accesso per Angela Giordano è molto irritato per il clamore che ha suscitato la sua scelta: "La scelta è stata fatta su circostanze precise. La vicinanza ai movimenti antagonisti è un problema per un operatore che lavora qui".

I No Tav non possono lavorare nel carcere che dirige?

"È un po' irritante questo vittimismo. Qui ci sono colleghi valsusini non sono d'accordo con la Tav e non c'è alcun problema. Ma mostrare una vicinanza come quella dell'educatrice è sbagliato per chi lavora qui. Baciare e abbracciare persone che partecipano a uno dei presidi dai quali in passato sono state lanciate bombe contro il carcere crea problemi".

Anche condividere le opinioni politiche di alcuni reclusi?

"La vicinanza a detenuti è diversa dal rapporto professionale quotidiano. Chi entra qui può portare informazioni, o oggetti non consentiti, a qualche detenuto e una vicinanza come quella che la signora ha manifestato fa venire dubbi. Ho saputo dell'ammonizione per la maglietta No Tav dai suoi superiori quando ho revocato il permesso. Se tiene così tanto al suo lavoro non capisco perché non abbia mutato il suo comportamento quando è stata avvertita".

Pensate che possa essersi messa in contatto con detenuti diversi da quelli che conosceva professionalmente, come i No Tav arrestati?

"No, ma tenere determinate condotte incrina il rapporto di fiducia, necessario in un carcere come questo dove entrano più di 300 esterni al giorno. Negli anni scorsi ci sono stati problemi sull'introduzione di cellulari e stupefacenti. Di solito li lanciano in involucri, ad aprile abbiamo arrestato molte persone per questo, abbiamo trovato 22 telefonini. Sono pagato per garantire la sicurezza e l'ordine qui dentro, e questo faccio".

C'è la possibilità che lei incontri la signora e riveda il provvedimento?

"Non ho alcun problema a parlare con la signora, ma sia chiaro che ho rispettato la procedura prevista. Per i volontari c'è un protocollo che prevede una contestazione e la conciliazione con possibilità di reingresso, ma in un caso come questo avevo la facoltà di disporre la revoca e l'ho esercitata perché sono pagato per garantire la sicurezza del carcere".

La Repubblica

Educatrice simpatizzante dei no tav "licenziata" dal DAP per motivi di sicurezza

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE PIEMONTE
Statistiche carceri Regione Piemonte







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Incidente stradale a Sassari, muore Agente di Polizia Penitenziaria in servizio nel carcere di Bancali

2 Detenuto infilza due Poliziotti penitenziari con un tubo divelto dal bagno: colpiti alla schiena e al braccio

3 Si costituisce nel carcere di Bollate, Giuseppe Morabito: era ricercato per traffico internazionale di droga

4 Collaboratore di giustizia rivela: in carcere ho scalato la gerarchia della ''ndrangheta e sono diventato padrino

5 E'' deceduto il detenuto ferito con cinque colpi di pistola all''uscita del carcere di Secondigliano

6 Riforma Madia, drastico taglio del personale di Polizia Penitenziaria in Lombardia

7 Trovati due telefoni cellulari nel carcere di Milano Bollate

8 Detenuti o in misura alternativa al lavoro nei Tribunali. Sappe: non sarebbe meglio impiegarli in altri lavori?

9 Arrestata la moglie di Salvino Madonia: teneva i contatti con i 41-bis per riorganizzare cosa nostra

10 Scuola superiore dell''amministrazione penitenziaria di Roma intitolata alla memoria di Piersanti Mattarella


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Assistente Capo della Polizia Penitenziaria si è suicidato con la pistola d''ordinanza nel carcere di Tolmezzo

2 L''unica speranza del Corpo: l''unificazione con la Polizia di Stato

3 Finalmente il DAP ammette la propria inettitudine. " ... siamo sterili, fini a noi stessi e senza obiettivi.”

4 Istituire un Dipartimento Esecuzione Penale e, se serve, diventare Polizia di Stato

5 Gianfranco De Gesu e Anna Internicola, marito e moglie ai vertici del Provveditorato Sicilia: interrogazione parlamentare Onorevole Polverini

6 Polizia Penitenziaria arresta islamico in carcere il giorno della sua scarcerazione: algerino istigava altri detenuti al jihad nel penitenziario di Nuoro

7 In corso operazione del NIC della Polizia Penitenziaria: arrestate le mogli dei fratelli del capoclan dei Casalesi Michele Zagaria

8 Ho visto cose che voi umani …

9 Decreto Legislativo n.81/2008: Priorità all''ordine e alla disciplina ma senza tralasciare la sicurezza del posto di lavoro

10 Chi non riesce a contraddire il ragionamento, aggredisce il ragionatore