Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Patteggiano gli hacker che si sono introdotti nel sito web del SAPPE, dei Carabinieri e varie banche

Polizia Penitenziaria - Patteggiano gli hacker che si sono introdotti nel sito web del SAPPE, dei Carabinieri e varie banche


Notizia del 05/03/2016 - ROMA
Letto (1509 volte)
 Stampa questo articolo


Sono riusciti a violare i siti dei carabinieri, della polizia e di alcune banche, del SAPPE, ma anche quelli di esponenti politici di primo piano come Massimo D’Alema. Per questo il gup Donatella Pavone ha disposto due rinvii a giudizio e ha dato il via libera a sei patteggiamenti per otto hacker di Anonymous Italia, che tra il 2011 e il 2012, nel quadro di un’associazione a delinquere, si sarebbero resi responsabili di reati come l’accesso abusivo a sistemi informatici, il loro danneggiamento, la detenzione e la diffusione illecita di codici di accesso, l’interruzione di comunicazioni.

La morte di Calipari

L’esponente principale del gruppo è considerato Gianluca Preite, che sarà processato con Jacopo Rossi a partire dal 14 settembre. Preite, ingegnere informatico di 37 anni, è finito sul registro degli indagati a Roma anche per calunnia e simulazione di reato avendo raccontato ai pm titolari dell’inchiesta sulla morte di Nicola Calipari, ucciso a Baghdad dal fuoco amico dei militari Usa il 4 marzo del 2005, di aver intercettato, tramite web, una telefonata nella quale una voce italiana ordinava di sparare sulla Toyota che stava trasportando l’inviata del Manifesto Giuliana Sgrena all’aeroporto di Baghdad.

Le pene

I sei esponenti di Anonymous che hanno patteggiato dovranno invece scontare pene comprese tra i cinque mesi e un anno e otto mesi di reclusione. Tra gli accessi abusivi contestati, anche quelli nei confronti della società Vitrociset, dell’Enav, del sindacato autonomo di Polizia Penitenziaria, di una Capitaneria di porto e della Luiss.

roma.corriere.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Droga in carcere: poliziotto incastrato da una microspia nei gradi

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

7 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

8 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

9 Perseguitava ex capo scorta di Alfano. Poliziotto penitenziario condannato a 3 anni di reclusione

10 Carceri: “E’ sempre più emergenza aggressioni”


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Raffaele Cinotti: in memoria del Vice Brigadiere degli Agenti di Custodia, ucciso a Roma il 7 aprile del 1981

5 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

6 Sempre un passo indietro... perchè la Polizia Penitenziaria non sta al livello degli altri

7 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

8 Le garanzie costituzionali per le perquisizioni personali

9 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

10 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico