Novembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2017  
  Archivio riviste    
Pena aumentata in appello per ex cappellano di San Vittore condannato per abusi sessuali sui detenuti

Polizia Penitenziaria - Pena aumentata in appello per ex cappellano di San Vittore condannato per abusi sessuali sui detenuti


Notizia del 22/07/2015 - MILANO
Letto (1189 volte)
 Stampa questo articolo


L'ex cappellano di San Vittore, don Alberto Barin, è stato condannato in appello a cinque anni e quattro mesi di carcere per presunti abusi sessuali su alcuni detenuti, a cui chiedeva "favori intimi" in cambio di beni di piccolo valore come qualche sigaretta. Ora sono state pubblicate le motivazioni della sentenza. Per i giudici, la condotta del sacerdote è ancora più grave e riprovevole proprio per la posizione di cappellano del penitenziario, "incarico di pubblico servizio". E a causa del suo comportamento è derivato "discredito" al carcere di San Vittore.“

Per i giudici, "l'intera esistenza del religioso è stata dedicata a irrisolte pulsioni sessuali", tanto da orientare il suo ufficio di sacerdote in carcere al "soddisfacimento della libido". Di qui gli "sfregamenti, toccamenti e baci in bocca" oggetto dell'inchiesta. Il sacerdote, 53 anni, era stato arrestato il 20 novembre 2012 per episodi che partivano dal 2008. In primo grado era stato condannato a quattro anni di reclusione. In appello la pena è aumentata sia per il riconoscimento dell'aggravante di abuso di autorità, sia per l'inclusione di episodi di violenza e abusi per i quali Barin era stato assolto.“

milanotoday.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Incidente stradale a Sassari, muore Agente di Polizia Penitenziaria in servizio nel carcere di Bancali

2 Detenuto infilza due Poliziotti penitenziari con un tubo divelto dal bagno: colpiti alla schiena e al braccio

3 Il video di Michele Zagaria in carcere al 41-bis registrato durante il colloquio con le donne arrestate oggi

4 Collaboratore di giustizia rivela: in carcere ho scalato la gerarchia della ''ndrangheta e sono diventato padrino

5 Riforma Madia, drastico taglio del personale di Polizia Penitenziaria in Lombardia

6 Pasquale Zagaria durante i colloqui in carcere: figli minorenni per veicolare i messaggi da inviare al clan dei Casalesi

7 Trovati due telefoni cellulari nel carcere di Milano Bollate

8 Detenuti o in misura alternativa al lavoro nei Tribunali. Sappe: non sarebbe meglio impiegarli in altri lavori?

9 Arrestata la moglie di Salvino Madonia: teneva i contatti con i 41-bis per riorganizzare cosa nostra

10 Scuola superiore dell''amministrazione penitenziaria di Roma intitolata alla memoria di Piersanti Mattarella


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Assistente Capo della Polizia Penitenziaria si è suicidato con la pistola d''ordinanza nel carcere di Tolmezzo

2 L''unica speranza del Corpo: l''unificazione con la Polizia di Stato

3 Finalmente il DAP ammette la propria inettitudine. " ... siamo sterili, fini a noi stessi e senza obiettivi.”

4 DIA e NIC della Polizia Penitenziaria smantellano struttura del casalesi utilizzata per recapitare lo stipendio ai detenuti

5 In corso operazione del NIC della Polizia Penitenziaria: arrestate le mogli dei fratelli del capoclan dei Casalesi Michele Zagaria

6 Istituire un Dipartimento Esecuzione Penale e, se serve, diventare Polizia di Stato

7 Polizia Penitenziaria arresta islamico in carcere il giorno della sua scarcerazione: algerino istigava altri detenuti al jihad nel penitenziario di Nuoro

8 Ho visto cose che voi umani …

9 L’isola di Pianosa: detenuti nel mare protetto

10 Decreto Legislativo n.81/2008: Priorità all''ordine e alla disciplina ma senza tralasciare la sicurezza del posto di lavoro