Maggio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2018  
  Archivio riviste    
Piano carceri, M5S: ci volevano querelare, ora scoprono che avevamo ragione

Polizia Penitenziaria - Piano carceri, M5S: ci volevano querelare, ora scoprono che avevamo ragione


Notizia del 26/06/2014 - ROMA
Letto (1651 volte)
 Stampa questo articolo


Quando il Governo Letta ci ha presentato il primo decreto svuota-carceri avevamo fatto subito presente i problemi della struttura commissariale: ogni volta che ci sono deroghe al codice degli appalti si annidano i germi della corruzione.
Ad agosto 2013 avevamo presentato una proposta di piano carceri che costava la metà rispetto al piano carceri governativo. Ovviamente la maggioranza l'ha bocciato. Abbiamo continuato ad esplicitare, durante tutte le audizioni, i nostri dubbi sull'utilizzo della struttura commissariale, in deroga agli appalti delle carceri.

A gennaio 2014, il capogruppo di commissione Giustizia Andrea Colletti, denunciava direttamente alla Cancellieri (allora Ministro della Giustizia) la delega in bianco ad un Commissario Straordinario per il Piano Carceri, Angelo Sinesio, che poteva agire liberamente e senza adeguata trasparenza, anche tramite la segretazione delle procedure di affidamento. La Cancellieri aveva minacciato la querela per aver messo in dubbio l'affidabilità del Commissario straordinario per il Piano Carceri, che - a suo dire - veniva svolta nel pieno rispetto delle regole ed in modo assolutamente trasparente.

Per dover di cronaca: Sinesio era il vice della Cancellieri prefetto, quando era a Catania. Di poi è stato capo della segreteria tecnica al Viminale quando la Cancellieri era ministro dell'Interno, ed è stato nominato commissario del piano carceri nel dicembre 2012, quando Cancellieri era ministro della Giustizia. Diciamo una collaborazione lunga e proficua tra Cancellieri e Sinesio. Per la Cancellieri, Sinesio era l'uomo giusto per risolvere i problemi della giustizia, da sempre.

Com'è andata a finire? Oggi Angelo Sinesio è indagato dalla Procura di Roma per falso, abuso d'ufficio e diffamazione.

Secondo gli inquirenti avrebbe tenuto nascosti alcuni atti anticipando le gare di appalto, impedendo di fatto ad alcune ditte di prendervi parte. Con Sinesio sono indagati anche una serie di imprenditori e funzionari pubblici. Tra questi Sergio Minotti, 50 anni, direttore dei lavori per il nuovo padiglione del carcere di Voghera, che secondo l'accusa avrebbe agito, in concorso insieme con la funzionaria del Prap (Provveditorato regionale dell'amministrazione penitenziaria), Raffaella Melchionna.

Entrambi sono accusati di corruzione. Secondo l'accusa "per lo svolgimento delle loro funzioni di controllo nell'esecuzione dei lavori, in violazione dei doveri di imparzialità della pubblica amministrazione, gli indagati ricevevano dalla ditta aggiudicataria dei lavori "Devi Impianti", riconducibile a Gino Pino e Davide Pino, utilità consistenti" per attribuire "contratti di forniture alla "Me.Ta Costruzioni", della quale è amministratore e socio unico Marco Melchionna, padre di Raffaella, e responsabile tecnico Antonio Melchionna, fratello della stessa e figlio di Marco Melchionna". La politica dovrebbe contrastare la corruzione, anziché facilitarla. Avevamo fatto notare da subito i problemi, non ci hanno voluto ascoltare. Oggi ne paghiamo tutti le conseguenze.

beppegrillo.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Supermercato in caserma, i Carabinieri ne Aprono uno per tutti i Militari di Firenze

2 Non gradisce la sistemazione in cella, detenuto aggredisce agente della Penitenziaria

3 Caos al carcere di Prato: detenuto picchia agente, fuoco nelle celle

4 Noipa: nel cedolino di giugno al via gli incrementi stipendiali. Tutte le date degli accrediti

5 Carceri:Ariano Irpino,sequestrato agente

6 Carceri, SAPPE a Bonafede: “Ecco la situazione degli agenti penitenziari

7 Disordini Ariano Irpino: Bonafede, a chi lavora in carcere il sostegno concreto dello Stato

8 Accoltellamento a Trezzano, un poliziotto penitenziario salva la vita all’anziana aggredita

9 Grand Hotel Poggioreale, cellulari e 100mila euro: la “stanza” d’oro di Genny ‘a carogna

10 Rivolta in carcere ad Ariano Irpino, feriti due agenti della penitenziaria


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Carceri: procuratore aggiunto Potenza Basentini verso guida Dap

2 Salvate il Gruppo Operativo Mobile (e gli altri servizi della Polizia Penitenziaria)

3 Col Ministro Bonafede avrà finalmente fine il paradosso dei direttori che esercitano funzioni di polizia, tolte alla Polizia Penitenziaria?

4 Alcune considerazioni sull’esonero, per motivi sanitari, da alcuni posti di servizio

5 Tempo di bilanci per il Ministero della Giustizia

6 In sezione comme a la guerre

7 Il Dap si riorganizza ... ma si dimentica sempre dell''Appuntato Caputo

8 La favoletta dell’autoconsegna di Siracusa e le fake news di certe paginette facebook

9 L’origine dei tatuaggi e l’implicazione del carcere

10 Sicurezza sul lavoro: il Documento di Valutazione dei Rischi