Dicembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2017  
  Archivio riviste    
Polizia Penitenziaria sequestra coltello, macchina per tatuaggi e otto litri di grappa artigianale nel carcere di Torino

Polizia Penitenziaria - Polizia Penitenziaria sequestra coltello, macchina per tatuaggi e otto litri di grappa artigianale nel carcere di Torino


Notizia del 07/07/2015 - TORINO
Letto (2153 volte)
 Stampa questo articolo


Un coltello rudimentale, una macchinetta per realizzare tatuaggi e circa 8 litri di grappa artigianale lasciata a macerare. E’ quel che ha trovato questa mattina la Polizia Penitenziaria nel corso di una perquisizione nelle celle della Casa Circondariale di Torino, al secondo piano del Reparto incolumi.

Un’operazione di servizio di routine, quella svoltasi stamane, che la Polizia Penitenziaria conduce regolarmente proprio per stroncare il possesso e la custodia, da parte dei detenuti, di oggetti e materiali non consentiti nelle celle. Sono in corso, da parte degli agenti che hanno condotto la perquisizione, gli accertamenti finalizzati a identificare i detenuti che custodivano illegittimamente il materiale sequestrato, ma il primo Sindacato dei Baschi Azzurri evidenzia con preoccupazione le conseguenze del possesso della grappa da parte dei detenuti.

“I detenuti ottengono la grappa facendo macerare la frutta e distillandola con alambicchi di fortuna che costruiscono loro stessi - afferma il segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE Donato Capece -. Ma la grappa può dare corso a un commercio sotterraneo tra gli stessi ristretti, ovviamente illecito. Non solo: per quanto possa essere scadente, un’assunzione elevata fa ubriacare e questo, poi, determina atteggiamenti aggressivi e violenti tra gli stessi detenuti ma anche contro i poliziotti penitenziari. E’ dunque un fenomeno, questo della realizzazione di grappa artigianale, che va stroncato sul nascere, mettendo in condizioni il Reparto di Polizia Penitenziaria di avere le risorse umane necessarie”.

Capece fa appello al Ministro della Giustizia Orlando, al quale chiede di “sospendere la vigilanza dinamica nelle carceri, ossia le sezioni detentive autogestite dai detenuti, che permette loro di girare liberamente, nei corridoi, senza fare nulla per molte ore al giorno, e che si sta rilevando non solo inutile ai fini del trattamento rieducativo dei detenuti ma assolutamente pericolosa, come confermano le molte aggressioni contro i poliziotti penitenziari e come avevamo noi stessi ipotizzato. Ogni giorno contiamo aggressioni e ferimenti a nostri Agenti favoriti proprio dall’eccessiva libertà di tanti detenuti in carcere determinata da questa organizzazione interna”.

E al Guardasigilli chiede interventi urgenti, “a cominciare da un tavolo tecnico di lavoro che riveda ed eventualmente ridiscuta l’organizzazione della vigilanza dinamica, anche alla luce di tutti i problemi di sicurezza che sono emersi nelle ultime settimane”.

torinotoday.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE PIEMONTE
Statistiche carceri Regione Piemonte







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Si è tolto la vita impiccandosi il Poliziotto penitenziario accusato dalla figlia di averla violentata

2 Forze dell’Ordine, arriva il Taser. Ecco il modello scelto per la sperimentazione

3 Colloqui disinvolti nel carcere di Padova: ai boss veniva consentito anche di incontrare persone sotto inchiesta del proprio clan

4 Pagarono 50 euro al medico per falsi certificati: licenziati due Poliziotti penitenziari già sospesi

5 Arrestato ex Agente penitenziario dai Carabinieri: in casa teneva pistole, munizioni e paletta della Polizia Penitenziaria

6 Migliorano le condizioni degli allievi a Cairo Montenotte. Il sindaco: bollite l''acqua

7 Protesta nazionale dei Poliziotti penitenziari francesi: aggressioni continue, poco interesse da parte del Governo

8 Enrico Sbriglia: a Padova ci sono scandali perché qui si indaga. Nelle altre carceri c''è omertà e copertura

9 Movimento cinque stelle: il decreto di riforma dell''ordinamento penitenziario serve a smantellare il 4-bis, un regalo ai detenuti pericolosi

10 Ergastolano ordinava estorsioni e pestaggi dal carcere di Bologna: utilizzava il telefono del compagno di cella che era in semilibertà


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 La resa e lo scioglimento della Polizia Penitenziaria: una scelta che avrà pesanti ricadute per lo Stato

2 Amministrazione di cartone o cartoni animati dell’Ammistrazione?

3 Visite medico-fiscali: il Re, il Giullare e i cetrioli che volano

4 Dopo dieci anni di blocco contrattuale, un rinnovo da sfigati ... un misero caffè al giorno

5 Se San Basilide volesse farci una grazia, accetteremmo volentieri il passaggio agli Interni

6 In ricordo del Sovrintendente Capo Italo Giovanni Corleone

7 Giuseppe Lorusso, Agente del Corpo degli Agenti di Custodia, ucciso dai terroristi di Prima Linea il 19 gennaio 1979 a Torino

8 Una riforma necessaria: dalla sentenza Torreggiani ad oggi

9 Lotta alle mafie: le parole di chi non ha omesso il carcere e la Polizia Penitenziaria

10 Il servizio di tutoring e la beneficienza all''amministrazione