Ottobre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Ottobre 2017  
  Archivio riviste    
Polizia Penitenziaria sequestra lettere dei detenuti di Lecce senza autorizzazione del magistrato: prove inutilizzabili

Polizia Penitenziaria - Polizia Penitenziaria sequestra lettere dei detenuti di Lecce senza autorizzazione del magistrato: prove inutilizzabili


Notizia del 25/01/2015 - LECCE
Letto (3197 volte)
 Stampa questo articolo


Un fitto carteggio di missive tra detenuti leccesi sequestrato dal pubblico ministero senza un provvedimento del giudice competente. Il Tribunale del Riesame ha accolto il ricorso presentato dagli avvocatiDonata Perrone e Ladislao Massari per conto di Alessandro Ancora, 35enne di Giorgilorio,arrestato il 17 novembre nell’ambito dell’operazione “Eclissi” con le accuse di associazione a delinquere di stampo mafioso e associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

La dichiarata inutilizzabilità della corrispondenza riguardava la corrispondenza sequestrata dagli agenti della Polizia Penitenziaria inoltrata da Gioele Greco a Marco Malinconico e di una seconda missiva destinata ad Antonio Pepe, conosciuto anche come “Totti” e al boss Maurizio Briganti nonchè della corrispondenza indirizzata da Pepe allo stesso Ancora. Nello specifico la difesa dell’indagato ha sollevato l’eccezione di inutilizzabilità probatoria della corrispondenza epistolare acquisita dalla Polizia Penitenziaria della Casa Circondariale di Lecce sottoposta ad apertura e sequestro da parte del pubblico ministero. Un’azione in palese violazione dell’articolo 15 della Costituzione che sancisce come “la libertà e la segretezza della corrispondenza e di ogni altra forma di comunicazione sono inviolabili”. Non solo sarebbero stati violati anche alcuni articoli legati alla Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo e all’ordinamento penitenziario.

Nel ricorso il cuore delle motivazioni con cui è stato richiesto il dissequestro delle missive è assorbito da un considerazione piuttosto semplice: i provvedimenti limitativi di controllo del contenuto delle buste che racchiudono la corrispondenza vengono emessi, su richiesta del pm, o su proposta del direttore dell’istituto, dal magistrato di sorveglianza, dal giudice che procede o dal Presidente del Tribunale o della Corte d’Assise a seconda che il provvedimento riguardi soggetti indagati, imputati o condannati nelle varie fasi del giudizio. In questo specifico sequestro, tale giudice non è mai intervenuto, dal momento che una volta acquisiti dalla Polizia Penitenziaria i plichi contenenti la corrispondenza, sono stati trasmessi al solo pubblico ministero il quale ha provveduto all’apertura della corrispondenza ed al contestuale sequestro.

E il Riesame ha accolto l’istanza degli avvocati. Senza un provvedimento del giudice i detenuti possono comunicare fra loro.

corrieresalentino.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Dimezzata la Banda musicale della Polizia Penitenziaria: lo prevederebbe decreto collegato alla manovra finanziaria

2 Il boss Michele Zagaria simula suicidio durante videoconferenza: ecco il filmato del TG2

3 Arrestati due Poliziotti penitenziari alla Dozza e altri due indagati: detenuti del carcere di Bologna controllati dalla ''ndrangheta e dai casalesi

4 Roberto Spada trasferito nel carcere di Tolmezzo in alta sicurezza: per il DAP è un detenuto ad elevata pericolosità

5 La fidanzata: porti la divisa in modo indegno. Poliziotto penitenziario consegnava telefoni e droga in carcere a Bologna

6 Gravissime affermazioni di Consolo sulla lotta alla mafia: Movimento 5 Stelle contro lo smantellamento di fatto del GOM e del 41-bis

7 E'' morto il mafioso Salvatore Riina

8 Detenuti navigavano su internet con la connessione del Comune: sessanta Agenti di Polizia Penitenziaria hanno setacciato l''istituto di Airola

9 Arrestato Poliziotto penitenziario del carcere minorile del Beccaria: spacciava droga e affittava cellulari ai detenuti

10 Bambino neonato utilizzato durante i colloqui in carcere per consegnare droga e telefonino al padre detenuto


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il fallimento dell''amministrazione penitenziaria che si vuol far pagare alla Polizia Penitenziaria

2 Le grandi manovre per depotenziare la Polizia Penitenziaria: un gioco a somma zero che porterà alla sconfitta di tutti

3 Congedo programmato e malattia

4 Impedire l’accesso e l’utilizzo dei telefonini in carcere è possibile. Perché il DAP non agisce?

5 Cari provveditori: la matematica non è un opinione

6 Cacciati dalla sede centrale torneranno a lavorare in periferia, ma nel frattempo ...

7 Concorso vice ispettori di Polizia Penitenziaria. Interrogazione parlamentare sui ritardi del DAP

8 La legge è uguale per tutti ma per qualcuno è un po’ più uguale

9 Interpellanza parlamentare M5S: chi sta smantellando il 41-bis e perché?

10 I richiami e le ipocrisie dell’Europa sulle carceri italiane