Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Poliziotti coinvolti in sparatoria: uno degli aggressori era in permesso premio un altro ai domiciliari

Polizia Penitenziaria - Poliziotti coinvolti in sparatoria: uno degli aggressori era in permesso premio un altro ai domiciliari


Notizia del 09/01/2014 - NAPOLI
Letto (2480 volte)
 Stampa questo articolo


Uno dei tre giovani fermati per la sparatoria nella quale sono stati feriti due agenti della Polizia di Stato a Napoli non era rientrato da un permesso premio ottenuto a fine dicembre, e sarebbe dovuto tornare subito dopo Natale nell'istituto di pena minorile dove era detenuto "per un'impresa piu' o meno simile a questa".

Lo ha detto il questore di Napoli Guido Marino, nel corso della conferenza stampa che segue i fermi dei tre giovani. Un altro dei tre era agli arresti domiciliari, il terzo e' un pregiudicato. A sparare i colpi che hanno ferito i due poliziotti proprio Michele Mazio, 20 anni, detenuto nell'istituto di pena minorile di Casal del Marmo: il 23 dicembre scorso ha ottenuto un permesso premio di tre giorni, ma non e' tornato.

Scontava una condanna che terminera' nel 2017 per due rapine; in occasione della seconda, il 30 ottobre 2010, in Via Pietro Colletta fu colto sul fatto subito dopo aver rapinato un negozio di alimentari con un complice. Anche in quel caso non esito' a sparare contro i poliziotti, ma il proiettile si conficco' nell'autovettura.

napoli.repubblica.it

GLI SPARI CONTRO GLI AGENTI DELLA POLIZIA DI STATO

I tre sono accusati di tentato omicidio per aver sparato ai due poliziotti. Contestata anche la resistenza a pubblico ufficiale, la rapina e il porto abusivo di arma da fuoco. I ragazzi, tutti di Napoli e con precedenti, erano stati trattenuti gia' questa mattina e solo nel tardo pomeriggio sono emersi gli elementi probatori che hanno portato al fermo del pubblico ministero.

Gia' nella tarda serata di ieri gli agenti della Squadra Mobile e del Commissariato di Poggioreale, coordinanti dai magistrati della Procura di Napoli, erano riusciti ad individuare, in virtu' di una capillare attivita' informativa ed investigativa, i tre responsabili del fatto. Tutto avveniva il 7 gennaio in via Galileo Ferraris. La volante del commissariato di Poggioreale intercettava un ciclomotore con tre giovani a bordo che, alla vista degli agenti si davano alla fuga per vanificare il tentativo di controllo.

Dopo alcune centinaia di metri, il motoveicolo rallentava la marcia facendosi raggiungere dalla pattuglia, e contestualmente uno dei passeggeri estraeva la pistola calibro 9 con la quale esplodeva diversi colpi all'indirizzo dei poliziotti, per poi riprendere repentinamente la fuga. L'inseguimento proseguiva ancora per un breve tratto fino a quanto i tre giovani abbandonavano il motoveicolo. I poliziotti abbandonavano l'inseguimento perche' ferito. In particolare l'assistente capo fu colpito all'avambraccio destro e al torace.

Da li' le indagini lampo e l'arresto dei tre presunti responsabili.

AGI

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE CAMPANIA
Statistiche carceri Regione Campania







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Assunzioni in Polizia Penitenziaria, Orlando: per il 2017 altri 305 Agenti assunti in aggiunta a quelli già previsti

2 In fuga ed è pericoloso: arrestato dopo sparatoria con la Polizia di Stato, piantonato in ospedale riesce a fuggire

3 Detenuto evade da ospedale: arrestato dopo qualche ora

4 Poliziotto penitenziario blocca rapinatore: aveva appena rubato uno zainetto ad un vigilantes

5 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

6 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

7 Baby boss nelle carceri minorili: M5S conto i 25enni nelle carceri minorili

8 Detenuto frattura un dito ad Ispettore di Polizia Penitenziaria di Imperia: non voleva rientrare dalle celle aperte

9 Il Gip archivia le accuse contro gli Agenti penitenziari di Trento: non ci furono maltrattamenti nei confronti dei detenuti

10 Isola di Santo Stefano: inaugurata elisuperfice per iniziare il restauro del carcere


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Michele Gaglione: Agente di Polizia Penitenziaria, ucciso dalla camorra il 7 agosto 1992

2 In memoria dell''Appuntato del Corpo degli Agenti di Custodia Nerio Fischione, ucciso a Brescia durante tentativo di evasione nel 1974

3 Stabilimento balneare di Roma-Maccarese: quando la Polizia Penitenziaria è ospite (indesiderato) a casa sua.

4 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

5 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle “veline”.

6 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

9 Come ci è stato scippato l’Ente Orfani trasformato in Ente di Assistenza di tutti, gestito da pochi

10 Carceri al collasso. La soluzione? Uova, uova di quaglia per tutti