Dicembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2017  
  Archivio riviste    
Poliziotti imbianchini e muratori? Sappe: ci vadano i direttori delle carceri a lavorare con i detenuti

Polizia Penitenziaria - Poliziotti imbianchini e muratori? Sappe: ci vadano i direttori delle carceri a lavorare con i detenuti


Notizia del 25/02/2015 - MILANO
Letto (2543 volte)
 Stampa questo articolo


Dal manganello al pennello, dalla divisa alla tuta. Un giorno poliziotti penitenziari e quello dopo muratori. E quello dopo ancora imbianchini o idraulici. I direttori dei penitenziari lombardi cercano "volontari" tra i loro agenti per rimettere a nuovo, almeno all'apparenza, le disastrate carceri regionali. 

A fare da apripista, in tal senso, è stato il direttore del carcere milanese di Opera, Giacinto Siciliano, che il 16 febbraio 2015 ha messo la sua idea nero su bianco. L'istituto cerca, si legge in una comunicazione di servizio firmata dallo stesso dirigente, "personale in possesso di abilitazione tecniche che sia disponibile a prestare attività lavorativa, anche in ambito regionale, per opere di ristrutturazione edilizia". 

In soldoni: la direzione chiede ai propri dipendenti - addestrati e pagati per lavorare come agenti penitenziari - di trasformarsi in dei novelli muratori. 

Una trasformazione che, evidentemente, non trova d'accordo il sindacato autonomia di Polizia Penitenziaria, Sappe, che ha denunciato il tutto. "E' una cosa ridicola, che se non fosse scritta nero su bianco in atti ufficiali farebbe davvero ridere", attacca duro il segretario generale Donato Capece a MilanoToday.

"E' una richiesta che riguarda tutti e diciannove gli istituti della Lombardia. Non hanno risorse finanziarie per la ristrutturazione e la riparazione degli istituti - denuncia Capece - e si sono inventati una cosa disdicevole sotto ogni punto di vista". 

"Loro, le direzioni delle carceri, hanno detto - continua il j'accusa del sindacalista - chi è interessato a fare il muratore o altro, ne faccia richiesta e noi gli permettiamo di farlo". La questione, però, non è così semplice. E, probabilmente, neanche tanto legale. 

L'articolo 5 della legge 395/90, quella che ha riformato il corpo di Polizia Penitenziaria, vieta infatti l'impiego dei poliziotti in compiti non istituzionali. "E' evidente quindi - chiosa Capece - che i direttori vanno loro stessi contro la legge. O hanno inteso male la direttiva o il freddo gli ha bloccato il cervello - ironizza il sindacalista - Ma a questo punto credo che la seconda ipotesi sia la più probabile". 

I problemi, però, non finiscono qua. Perché trasformare un agente in un muratore, oltre che un'idea al di fuori della legge, è probabilmente uno spreco di soldi. "Agli agenti si chiede di fare i muratori, i camerieri e gli imbianchini nelle ore di servizio - spiega Capece - Sapete cosa significa? Che si avrebbe personale selezionato, addestrato e pagato per fare sicurezza a fare tutt'altro. Poi, come se non bastasse, qualora un'agente lo richiedesse potrebbe essere mandato anche in altre sedi. Con la conseguenza, inevitabile, che gli si dovrebbe pagare anche la trasferta". 

La soluzione al caso? L'ha trovata il Sappe, scherzando ma non troppo: "I direttori - conclude Capece a MilanoToday - si mettano la tuta e insieme ai carcerati - come prevede la legge - diano loro il bianco alle pareti delle carceri".

Milano Today

Poliziotti Penitenziari muratori! Il Prap Lombardia cerca volontari tra la Polizia Penitenziaria per "lavori di ristrutturazione"

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Forze dell’Ordine, arriva il Taser. Ecco il modello scelto per la sperimentazione

2 Colloqui disinvolti nel carcere di Padova: ai boss veniva consentito anche di incontrare persone sotto inchiesta del proprio clan

3 Pagarono 50 euro al medico per falsi certificati: licenziati due Poliziotti penitenziari già sospesi

4 Migliorano le condizioni degli allievi a Cairo Montenotte. Il sindaco: bollite l''acqua

5 Arrestato ex Agente penitenziario dai Carabinieri: in casa teneva pistole, munizioni e paletta della Polizia Penitenziaria

6 Enrico Sbriglia: a Padova ci sono scandali perché qui si indaga. Nelle altre carceri c''è omertà e copertura

7 Protesta nazionale dei Poliziotti penitenziari francesi: aggressioni continue, poco interesse da parte del Governo

8 Ergastolano ordinava estorsioni e pestaggi dal carcere di Bologna: utilizzava il telefono del compagno di cella che era in semilibertà

9 Boss mafiosi nella stessa cella e a colloqui con le loro famiglie nello stesso momento: così impartivano ordini dal carcere di Padova

10 Carcere di Salerno: detenuti si lanciano olio bollente, Agente ferito con arma da taglio, telefonino e chiavetta usb


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 La resa e lo scioglimento della Polizia Penitenziaria: una scelta che avrà pesanti ricadute per lo Stato

2 Amministrazione di cartone o cartoni animati dell’Ammistrazione?

3 Visite medico-fiscali: il Re, il Giullare e i cetrioli che volano

4 Se San Basilide volesse farci una grazia, accetteremmo volentieri il passaggio agli Interni

5 In ricordo dell’assistente capo Salvatore De Luca

6 In ricordo del Sovrintendente Capo Italo Giovanni Corleone

7 Gli ex-terroristi salgono in cattedra nelle carceri, nel tentativo di mettere il bavaglio ai poliziotti che protestano

8 Una riforma necessaria: dalla sentenza Torreggiani ad oggi

9 Videoconferenze tra DAP e periferia: ogni tanto una buona notizia

10 Lotta alle mafie: le parole di chi non ha omesso il carcere e la Polizia Penitenziaria