Giugno 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Giugno 2017  
  Archivio riviste    
Poliziotti penitenziari arrestati a Bari: ecco le contestazioni dell'Antimafia

Polizia Penitenziaria - Poliziotti penitenziari arrestati a Bari: ecco le contestazioni dell'Antimafia


Notizia del 23/06/2013 - BARI
Letto (7140 volte)
 Stampa questo articolo


Arrestati due Poliziotti penitenziari per spaccio di droga e corruzione: ecco le contestazioni della Direzione Distrettuale Antimafia.

Erano conosciuti tra i detenuti baresi come 'Cartellino Rosso' e 'Franchin la Guardia': si tratta dei due agenti di Polizia Penitenziaria Giuseppe Altamura, 48enne, di Grumo Appula (poi trasferito nel carcere di Taranto) e Francesco De Noia, 49enne di Bitonto, arrestati venerdì 21 giugno scorso su disposizione della magistratura barese per i reati di detenzione e spaccio di droga e corruzione, in concorso con i pregiudicati Vincenzo Zonno, figlio del boss Cosimo e il cittadino albanese Nurce Kafilai. A entrambi i poliziotti la procura contesta il concorso esterno in associazione mafiosa, non riconosciuto dal gip nell'ordinanza d'arresto. Nell'atto si legge che Altamura "attraverso i rapporti privilegiati ed esclusivi" con alcuni detenuti "si assicurava forte considerazione, protezione e rispetto anche da parte degli altri reclusi, tanto da essere considerato uno di loro o comunque tifoso del clan Strisciuglio".

Secondo l'accusa introduceva in carcere droga, nascosta in pacchetti di sigarette, e altri oggetti non consentiti dal regolamento penitenziario in cambio di regali e compensi in denaro (da 200 a 500 euro per ogni panetto da 100 grammi di hashish). Nel 2009 avrebbe anche ricevuto da affiliati al clan Parisi un televisore da 42", come ringraziamento per i favori fatti nel periodo di detenzione (droga, lettori mp3, cd, profumi, orologi, aghi, filo). L'agente De Noia avrebbe introdotto in una occasione, nell'aprile 2012, i cosiddetti fili d'angelo, utili per segare le barre di ferro delle celle. Li aveva chiesti Vincenzo Zonno al padre Cosimo tramite una lettera consegnata al boss direttamente da 'Cartellino Rosso', perché il ragazzo stava programmando una evasione dal carcere insieme con altri quatto detenuti. Un pentito ha raccontato che appena entrato nel carcere di Bari gli fu presentato l'agente Altamura.

"Questo è un amico nostro - gli avrebbe detto un altro detenuto - appartiene a noi, si mette a disposizione...per qualsiasi problema dimmelo che lo riferisco a Cartellino, che si mette a disposizione". Dopo la scarcerazione di un detenuto che aveva ottenuto i domiciliari - ha raccontato un altro collaboratore di giustizia - , l'agente si sarebbe recato a casa sua e gli avrebbe chiesto 300 euro dicendo di trovarsi in difficoltà economiche. La Dda gli contesta anche episodi di lesioni, minacce, ingiurie, calunnie e abbandono del luogo di servizio. Tutte accuse che il giudice ha rigettato nella misura cautelare. In particolare nell'aprile 2012 avrebbe colpito con calci e pugni sul viso, impugnando una chiave per l'apertura delle celle, un detenuto affidato alla sua vigilanza e lo avrebbe poi denunciato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, pur sapendolo innocente.

Tra agosto e dicembre dello stesso anno avrebbe minacciato lo stesso detenuto dopo aver saputo che questi lo aveva denunciato. "Infame e bastardo, - gli avrebbe detto - ti faccio vedere io se faccio parte degli Strisciuglio...devono sapere tutti che sei infame. Non sei buono, tanto che ti hanno fatto fuori dal clan. Non sapevi che qui sta Cartellino Rosso? Non ti sei fatto i fatti tuoi infamone. Hanno ammazzato il tuo coimputato e adesso tocca a te, come esci ti fanno la pelle e mò ti farò vedere io. Anche io ho gli amici miei. Ti farò passare i guai".

baritoday.it -  ANSA

Arrestati dal NIC due agenti della Polizia Penitenziaria: accusati di spaccio di droga

 
STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Riparte il Concorso Allievi Agenti di Polizia Penitenziaria 100 donne e 300 uomini

2 Si incendia furgone della Polizia Penitenziaria: salvi ma intossicati gli Agenti e il detenuto

3 Serve sangue per la figlia di un collega: coinvolta in un incidente a Cosenza è in coma

4 Imboscata ad Agente penitenziario: c''è un problema in bagno e quando arriva i detenuti lo aggrediscono

5 DAP avvia procedimento disciplinare ai sindacalisti che contestarono il sistema premiale che ha permesso la liberazione anticipata dell''omicida Igor il russo

6 Ruba il borsello ad un poliziotto penitenziario in pizzeria, lo nasconde in auto e poi torna a mangiare. Scoperto e arrestato

7 Detenuto cerca di accoltellare Poliziotto penitenziario nel carcere di Novara: Agente schiva il colpo ma rimane ferito al braccio

8 Detenuti magrebini in sorveglianza dinamica aggrediscono con lamette gli Agenti penitenziari nel carcere di Padova

9 Bombe molotov contro le auto della Polizia Penitenziaria: gravissimo atto intimidatorio nel carcere di Pisa

10 Pacco esplosivo indirizzato a Santi Consolo: il mittente è indicato provocatoriamente come Giacinto Siciliano, il direttore del carcere di Milano Opera


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 C’erano una volta due reparti speciali chiamati GOM e NIC …

2 Ci ha lasciati Veronica Bizzi, educatrice in servizio presso la Casa Circondariale di Trapani

3 Con la riforma della giustizia la Polizia Penitenziaria espleterà i controlli anche sul territorio per legge

4 Dipendenti statali: attenzione alle assenze per malattie, fissato il tetto massimo

5 Forze di Polizia e Forze Armate: uso consapevole dei social network. Guarda il Video con i consigli utili

6 Ormai è un Bollettino di Guerra … San Basilide salvaci tu

7 Commissione Antimafia: relazione del Presidente Rosy Bindi sullo stato di salute di Salvatore Riina

8 Lotta al terrorismo: maggior contributo della Polizia Penitenziaria e partecipazione ai Comitati provinciali ordine e sicurezza

9 La "famiglia di caserma" e l''attesa del trasferimento vicino casa

10 Le nuove prospettive dell’Esecuzione Penale Esterna