Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Poliziotti penitenziari cinesi vengono licenziati se maltrattano i detenuti

Polizia Penitenziaria - Poliziotti penitenziari cinesi vengono licenziati se maltrattano i detenuti


Notizia del 01/06/2012 - ESTERO
Letto (2036 volte)
 Stampa questo articolo


 Le realtà delle carceri italiane tornano a fare un confronto con le carceri cinesi. Una nuova disposizione punisce i poliziotti penitenziari se maltratteranno di detenuti (ndr)

 
I poliziotti penitenziari cinesi subiranno provvedimenti che vanno dalla retrocessione al licenziamento, se colpevoli di abusi sui detenuti o conniventi nei maltrattamenti. A stabilirlo e' una disposizione pubblicata mercoledi' dal ministero della Supervisione. 
Secondo il documento, i poliziotti verranno licenziati se i detenuti muoiono a causa di loro percosse, punizioni corporali o maltrattamenti, cosi' come per falsificazioni o connivenza in tali comportamenti; licenziamento previsto anche per coloro che nascondono attivita' criminali dei detenuti o che aiutano la loro fuga. La disposizione, che entrera' in vigore dal primo luglio, fornisce una guida disciplinare per la polizia nelle carceri e nei campi di lavoro: chi infrangera' la legge dovra' affrontare accuse penali.
 
Nel 2006 era stato promulgato un divieto in sei articoli che regolava la condotta della polizia nelle prigioni e nei campi di lavoro, proibendo abusi sui detenuti, la riscossioni di soldi o beni dalle famiglie dei prigionieri, le scommesse e l'uso di alcol nelle ore di lavoro. Secondo gli analisti la disposizione pubblicata ieri, piu' specifica e esauriente, tutelera' con maggior efficacia i diritti e gli interessi dei detenuti, infliggendo inoltre provvedimenti che andranno da ammonizioni al licenziamento in casi di corruzione, che spesso riguardano la riscossione di tangenti dalle famiglie dei detenuti o l'appropriazione indebita dei beni personali dei prigionieri.
ansa
STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria: accorpamento nella Polizia di Stato o nei Carabinieri?

2 Polizia Penitenziaria: accorpamento non si farà, ecco perchè

3 Il boss e il pentito si incrociano in aereo: la Polizia Penitenziaria evita alo scontro fisico tra i due

4 Riforma ordinamento penitenziaria: anche l''Associazione Nazionale Funzionari del Trattamento contro i progetti del Governo

5 Ancora due Agenti penitenziari aggrediti da detenuto nel carcere di Rebibbia

6 Mauro Palma garante dei detenuti: approvate la riforma Orlando così com''è, senza accogliere le indicazioni della Direzione Antimafia

7 Comunicato DAP: la solidarietà a Luca Traini in carcere è una notizia priva di fondamento

8 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

9 Il carcere è troppo duro per Michele Zagaria: il suo avvocato dice che il 41-bis lo deprime

10 Droga nelle parti intime per il compagno detenuto: scoperta ed arrestata dalla polizia


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il nuovo ruolo degli Ispettori con carriera a sviluppo direttivo

2 Il piano del Governo per svuotare le carceri: benefici anche per reati gravi e senza il parere della Direzione Nazionale Antimafia

3 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

4 Ma chi siamo?

5 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo

6 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

7 Nuova circolare Dap per uso dei social: regole deontologiche, immagine e decoro. (o nascondere degrado, incuria e abbandono?)

8 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

9 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

10 Il Castello è una macchina che funziona alla perfezione: se non fosse per quei granelli di sabbia