Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Poliziotti penitenziari condannati: facevano i buttafuori, denunciati per falso e abuso

Polizia Penitenziaria - Poliziotti penitenziari condannati: facevano i buttafuori, denunciati per falso e abuso


Notizia del 29/05/2012 - RIMINI
Letto (6868 volte)
 Stampa questo articolo


I due agenti di Polizia Penitenziaria condannati in rito abbreviato per abuso d'ufficio e falso ideologico perché, da pubblici dipendenti, avevano lavorato come buttafuori in un locale del lungomare di Rimini.

L'udienza si è tenuta martedì davanti al gup di Rimini, dove si sono costituiti parte civile, rappresentati dall'avvocato Fabiana Biasetto del foro di Treviso, i ragazzi che la notte di capodanno di tre anni fa finirono in pronto soccorso per varie lesioni. Alla condanna degli agenti penitenziari si è arrivati proprio grazie alle indagini difensive dell'avvocato dei ragazzi che dopo aver ingaggiato un investigatore privato è riuscito a dimostrare che i due lavoravano stabilmente come buttafuori nel locale. Gli agenti di Polizia Penitenziaria, difesi dall'avvocato Alessandro Sarti, sono stati condannati ad un anno, pena sospesa (5mila euro di provvisionale).

Ma tutto il procedimento in realtà era partito con una denuncia, per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni, a carico di due dei 7 ragazzi a Rimini per il capodanno del gennaio 2009. Le cose però secondo la difesa erano andate diversamente, a cominciare dal motivo della zuffa. Secondo quanto emerso in Aula, i due agenti erano stati mandati dalla cassiera del locale a dare un'occhiata nei bagni perché pareva che un ragazzo avesse trascinato contro la sua volontà una ragazza nelle toilette. I due invece si erano appartati per festeggiare a modo loro e l'intrusione dei due buttafuori non era stata gradita. Ne era nata così una zuffa tra gli amici trevigiani e i due agenti che per calmare i ragazzi avevano usato spray urticante.

Nel corso del processo i ragazzi avevano dichiarato di aver saputo di aver avuto a che fare con pubblici ufficiali solo in ospedale dove appunto i due agenti si erano qualificati come tali. Il processo a carico dei trevigiani era stato quindi parzialmente archiviato (tranne le lesioni) e il giudice aveva inviato il fascicolo in Procura, per accertare la posizione dei due buttafuori. Nel frattempo l’avvocato trevigiano aveva iniziato indagini difensive con l'invio di un investigatore privato a Rimini che, sera dopo sera, aveva documentato come i due agenti lavorassero in quel locale non di rado come buttafuori. Era stata sempre la difesa dei ragazzi trevigiani – come confermato dall'avvocato Biasetto – a spedire un esposto alla casa circondariale di Rimini, dove gli accertamenti avevano confermato il doppio lavoro degli agenti.

Da parte loro però, i due poliziotti hanno sempre negato di svolgere questa attività. La loro presenza nel locale si giustificava col fatto che uno dei due è amico di famiglia del titolare. Lo stesso titolare chiamato a testimoniare ha sempre negato di pagare i due agenti per il servizio di sicurezza.

www.nqnews.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Statistiche carceri Regione Emilia-Romagna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria: accorpamento nella Polizia di Stato o nei Carabinieri?

2 Polizia Penitenziaria: accorpamento non si farà, ecco perchè

3 Il boss e il pentito si incrociano in aereo: la Polizia Penitenziaria evita alo scontro fisico tra i due

4 Corte Cassazione: Sciopero della fame detenuti è un''azione dimostrativa di scontro e di ostilità verso le istituzioni

5 Rapporto Ragioneria Generale dello Stato: dipendenti statali meno 7,2 per cento. Polizia Penitenziaria meno trentacinque per cento!

6 Ancora due Agenti penitenziari aggrediti da detenuto nel carcere di Rebibbia

7 Comunicato DAP: la solidarietà a Luca Traini in carcere è una notizia priva di fondamento

8 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

9 Il carcere è troppo duro per Michele Zagaria: il suo avvocato dice che il 41-bis lo deprime

10 Droga nelle parti intime per il compagno detenuto: scoperta ed arrestata dalla polizia


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il nuovo ruolo degli Ispettori con carriera a sviluppo direttivo

2 Riordino dei ruoli della Polizia Penitenziaria e dirigenza dei Funzionari del Corpo. Capitolo 2

3 La riforma dell’ordinamento penitenziario: osservazioni e considerazioni

4 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

5 Nuova circolare Dap per uso dei social: regole deontologiche, immagine e decoro. (o nascondere degrado, incuria e abbandono?)

6 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

7 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

8 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

9 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo

10 Ma chi siamo?